PRESENTAZIONE GARE FEMMINILI DI EUGENE

Shelly Ann Fraser
Pryce stella femminile +
del  Prefontaine Classic
Finte Colombo/Fidal)

Presentiamo le gare femminili del Prefontaine Classic di Eugene, un concentrato di emozioni con le sfide tra Fraser, Felix e Okagbare sui 200 metri, un 1500 femminile con il miglior cast degli ultimi tempi,  Sandra Perkovic a caccia dei 70 metri nel disco e un po’ di azzurro con Pedroso nei 400 ostacoli e Grenot nei 400 metri.

di Diego Sampaolo

200 metri femminili: FRASER PRYCE- FELIX -OKAGBARE: L’atleta dell’anno del 2013 della IAAF Shelly Ann Fraser Pryce, la campionessa simbolo dell’atletica, disputerà il suo secondo 200 metri stagionale dopo aver corso la distanza in 22”53 a Kingston. La tripla campionessa del mondo dei 100, dei 200 e della staffetta 4×100, è una delle tre donne capaci di vincere due titoli olimpici consecutivi sui 100 metri dopo Wyomia Thys e Gail Devers. Non sarà facile per la giamaicana imporsi a Eugene contro la scatenata nigeriana Blessing Okagbare che ha realizzato la doppietta lungo e 200 metri a Shanghai. la vice campionessa mondiale dei 100 e dei 200 di Mosca Murielle Ahouré e la campionessa olimpica dei 200 metri Allyson Felix che disputerà la prima gara in Diamond League della stagione sui 200 metri dopo l’esordio sui 400 a Shanghai concluso con il quinto posto in 50”81 dopo una lunga pausa per l’infortunio subito nella finale mondiale di Mosca. Per gli Stati Uniti saranno in gara la campionessa nazionale Kimberlyn Duncan e English Gardner che ha studiato all’Università dell’Oregon.

Dopo Eugene Fraser Pryce sbarcherà in Europa per il Galà dei Castelli di Bellinzona del 3 Giugno e il Golden Gala Pietro Mennea del 5 Giugno. Con la campionessa giamaicana ci sarà anche Nesta Carter in gara Martedì sera al meeting svizzero.

1500 metri femminili: IL MIGLIOR CAMPO DI PARTENTI DI SEMPRE: La gara si preannuncia come la migliore di sempre con la svedese di origini etiopi Abeba Aregawi, campionessa mondiale a Mosca e iridata indoor nel 2014 a Sopot e capofila stagionale con 3’58”72 a Shanghai, la vice campionessa mondiale di Mosca e iridata di Daegu Jennifer Simpson, la fresca primatista africana dei 3000 metri a Doha con 8’20”68 e vincitrice l’anno scorso a Eugene in 3’58”58, miglior tempo mai fatto registrare su suolo statunitense e l’altra keniana Faith Kipyegon, campionessa mondiale allievi nel 2011 e juniores nel 2012, primatista mondiale juniores con 3’56”98 a Doha lo scorso anno e seconda classificata lo scorso anno al Pre Classic

Salto in alto femminile: SCONTRO AD ALTA QUOTA: Sarà un altro scontro stellare con sole atlete in grado di superare il muro dei 2 metri con la campionessa olimpica Anna Chicherova, la connazionale Svetlana Shkolina, iridata a Mosca, la statunitense Brigetta Barrett, argento a Londra e Mosca e ottima anche fuori dalle pedane quando si diletta nelle doti di cantante, le due campionessa mondiali indoor a pari merito di Sopot Maria Kuchina e Svetlana Shkolina, la vincitrice della tappa  della Diamond League di Shanghai Ana Simic, sempre più erede di Blanka Vlasic e la campionessa europea in carica indoor e outdoor Ruth Beitia

Lancio del disco femminile: PERKOVIC OLTRE I 70 METRI ?: Sandra Perkovic, campionessa di tutto (Olimpiadi, Mondiali e Europei) proverà a migliorare il suo fresco record croato stabilito a Shanghai con 70.52m, la migliore misura dal 1992. La giovane fuoriclasse croata, vincitrice delle ultime due edizioni della Diamond Race, detiene il record del Prefontine Classic con 66.92 stabilito nel 1992. In gara anche l’argento mondiale di Mosca Melina Robert Michon, la tedesca Nadine Muller, argento a Daegu e la statunitense Gia Lewis Smallwood, l’unica ad aver battuto Sandra Perkovic lo scorso anno al meeting di Zagabria

400 metri e 400 ostacoli femminili: GRENOT E PEDROSO IN GARA: Torna in pista Libania Grenot che gareggerà per la seconda volta in questa stagione sui 400 metri dopo l’esordio in Guadalupa dove ha corso in 52”85. Le principali protagoniste saranno la campionessa olimpica di Londra Sanya Richards Ross (cinque volte vincitrice a Eugene), la campionessa mondiale di Daegu Amantle Montsho e l’iridata indoor di Sopot 2014 Francena McCorory.

Esordisce in Diamond League Yadisleidy Pedroso che proprio nel circuito ha stabilito il record italiano dei 400 ostacoli correndo in 54”54 a Shanghai. L’atleta di origini cubane dovrà vedersela con la giamaicana Kaliese Spencer, quarta ai Mondiali di Daegu e alle Olimpiadi e argento ai Mondiali Indoor sui 400 metri, e la campionessa mondiale di Daegu Lashinda Demus

Salto in lungo femminile: OKAGBARE –REESE –KLISHINA: Un’altra sfida stellare sarà quella del lungo femminile con tutto il podio dei Mondiali di Mosca con l’oro Brittney Reese, l’argento Blessing Okagbare (vincitrice a Shanghai con 6.85) e il bronzo Ivana Spanovic oltre a Darya Klishina, due volte campionessa europea indoor, in buona forma quest’anno avendo vinto a Tokyo con 6.88 ventoso. 

2 Miglia femminile: CHERONO A CACCIA DEL MIGLIOR TEMPO MAI REALIZZATO NEGLI STATI UNITI: Nelle 2 miglia femminile l’obiettivo sarà quello di battere la migliore prestazione mai realizzata sul suolo statunitense detenuta da Meseret Defar con 9’10”47. Un traguardo alla portata della vice campionessa mondiale dei 5000 Mercy Cherono, che di recente ha realizzato il suo record con un eccellente 8’21”14 a Doha, di Maryam Yusuf Jamal, due volte campionessa del mondo dei 1500 e bronzo ai Mondiali Indoor di Sopot sui 3000 e dell’etiope Almaz Ayana, medaglia di bronzo ai Mondiali di Mosca sui 5000 metri

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
CONTINUA IL VIAGGIO DI ANNA VERSO LA HUAWEI VENICEMARATHON 2017: RAGGIUNTI I 30K
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL