WORLD RELAYS ALLE BAHAMAS: 4×400 ITALIANA IN FINALE – 4×200 GIAMAICANA E 4×1500 KENYANA BATTONO LA MIGLIORE PRESTAZIONE ALL.TIME



Spacca e Bazzoni (Colombo/FIDAL)
La 4×400 in finale
alle World Relays
(Foto Colombo/Fidal)

 
La staffetta 4×400 femminile italiana si é qualificata per la finale nella prima giornata delle IAAF World Relays di Nassau, capitale delle Bahamas. Il quartetto azzurro formato da Chiara Bazzoni, Maria Enrica Spacca, Maria Elena Bonfanti e Libania Grenot ha centrato il terzo posto in 3’30”67 alle spalle della Nigeria (3’27”07) e del Brasile (3’30”37). Il passaggio in finale garantisce alle azzurre la qualificazione diretta ai Mondiali di Pechino del 2015

di Diego Sampaolo

 
 
 
 
Le azzurre hanno sfruttato la rinuncia all’ultimo momento della Russia e l’incidente capitato alle Bahamas che hanno perso il testimone in prima frazione. Dopo la prima frazione di Chiara Bazzoni, Maria Enrica Spacca e Maria Elena Bonfanti corrono un’ottima frazione guadagnando posizioni. Libania Grenot riceve il testimone in seconda posizione all’inizio dell’ultima frazione. Nel finale la primatista italiana perde una posizione e viene superata dall’ultima frazionista brasiliana. Gli Stati Uniti che schieravano la campionessa olimpica dei 400 metri Sanya Richards Ross hanno brillato vincendo la seconda semifinale in un ottimo 3’23”84 davanti alla Giamaica e alla Gran Bretagna. E’ proprio dalla seconda semifinale che vengono ripescate per la finale la Polonia e La Francia che hanno fermato il crono rispettivamente in 3’27”37 e in 3’28”93.

La prima giornata è stata illuminata dalla migliore prestazione mondiale della Giamaica nella staffetta 4×200. Il formidabile quartetto caraibico formato da Nickel Ashmeade, Warren Weir, Jermaine Brown e Yohan Blake ha fermato il cronometro in un eccellente 1’18”63 che ha cancellato il vecchio primato detenuto dalla formidabile squadra del Santa Monica Track Club di Carl Lewis, Mike Marsh, Leroy Burrell e Flyd Heard che corse in 1’18”68 nel 1994. I giamaicani hanno battuto St. Kitts and Nevis (1’20”51) e la straordinaria formazione francese con Christophe Lemaitre in prima frazione che ha realizzato la migliore prestazione europea all-time con 1’20”66 stappandola proprio all’Italia che deteneva il vecchio limite continentale dal 1983 con un quartetto formato da Stefano Tilli, Carlo Simionato, Giovanni Bongiorni e Pietro Mennea.

L’altra migliore prestazione mondiale all-time battuta nel corso della prima giornata è arrivata come da previsione dalla 4×1500 femminile del Kenya. La formazione all-star composta da Mercy Cherono, Faith Kipyegon, Irene Jelagat e Hellen Obiri ha stabilito la migliore prestazione in 16’33”58 abbassando il vecchio primato stabilito ad inizio stagione. Gli Stati Uniti hanno vinto la medaglia d’argento precedendo l’Australia.

La 4×100 femminile statunitense (Tianna Bartoletta, Alexandria Anderson, Janeba Tarmoh e Lakeisha Lawson) si é presa la rivincita sulle campionesse del mondo della Giamaica vincendo in un eccellente 41”88. La formazione giamaicana era composta da Carrie Russell, Kerron Stewart, Shillione Calvert e Henry Robinson.

Nelle qualificazioni della 4×400 maschile brillano soprattutto i campioni olimpici delle Bahamas (con un’ottima ultima frazione di Chris Brown) che hanno corso in 3’00”30 e la Gran Bretagna, che si è imposta nella propria batteria in 3’0”74. Da sottolineare anche l’ultima frazione del campione olimpico del salto triplo Christian Taylor che ha pilotato gli Stati Uniti al successo nella propria batteria in 3’01”09. Fuori dalla finale per appena un centesimo di secondo il Belgio dei tre fratelli Dylan, Kevin e Jonathan Borlée che ha fermato il cronometro in 3’02”78.

  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
CONTINUA IL VIAGGIO DI ANNA VERSO LA HUAWEI VENICEMARATHON 2017: RAGGIUNTI I 30K
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL