NOTIZIE DAL MONDO: SPRINTER FRANCESI IN FORMA VICAUT 9″95 SUI 100 E LEMAITRE 20″30 SUI 200 A AIX LES BAINS

Jimmy Vicaut (Colombo/FIDAL)
Jimmy Vicaut 9″95 a Aix Les Bains
(Fonte Colombo/Fidal)
Brillano le stelle francesi della velocità ai Societari transalpini di Aix les Bains. il campione europeo indoor dei 60 metri e argento continentale dei 100 metri Jimmy Vicaut ha firmato il miglior crono europeo dell’anno e la terza prestazione mondiale  dell’anno sui 100 metri correndo in 9”95. Meglio del francese in questa stagione hanno fatto soltanto Justin Gatlin con il 9”92 di Shanghai e il sorprendente ventiduenne giamaicano Kemarley Brown che ai CCCAA Championships di Walnut in California ha fermato il crono in 9”93 (per poche ore miglior crono mondiale dell’anno prima dello sprint dello statunitense in Cina).
di Diego Sampaolo
 
 
 
Vicaut ha eguagliato per la terza volta il record personale ed è sceso sotto i 10 secondi per la quinta volta in carriera
 

Sempre a Aix les Bains il due volte campione europeo dei 100 metri e bronzo dei 200 a Daegu Christphe Lemaitre ha realizzato il miglior tempo europeo dell’anno correndo i 200 metri sulla pista di casa con 20”30.

L’attività statunitense rivela altri talenti nei tradizionali meeting primaverili. I nomi di spicco emersi nell’ultimo fine settimana sono Courtney Okolo che ai Big 12 Champs di Lubbock ha realizzato il miglior crono mondiale dei 400 metri femminili con 50”01 precedendo Kendall Baisden (scesa a sua volta sotto il suo personale con 50”46), Trayvon Bromell, che ha stampato un clamoroso 9”77 sui 100 metri con vento a favore molto generoso di +4.4 m/s precedendo il giamaicano Senoj Givans (9”90 e 20”28 sui 200 sempre con vento generoso di +4.2 m/s). Ryan Crouser, campione mondiale under 18 a Bressanone nel 2009 nel lancio del peso, ha ottenuto un eccellente 21.39m.

Ai South Eastern Champs di Lexington Olivia Ekpone ha realizzato 11”11 sui 100 metri battendo di un centesimo di secondo la giamaicana Remona Burchell e ha stabilito il miglior crono mondiale dei 200 metri con 22”23. Il trinidegno Deon Lendore ha realizzato il secondo miglior tempo dell’anno sui 400 metri con 44”36 (solo Lashawn Merritt ha corso più velocemente di lui con 44”14 a Ponce).

Nel meeting di Atlanta valevole come tappa dell’American Track League la primatista italiana dei 400 metri Libania Grenot ha realizzato la seconda migliore prestazione italiana di sempre correndo in 36”82. Meglio di lei ha fatto soltanto Manuela Levorato con 36”30 nel 2000 Viareggio. La semifinalista dei Mondiali di Mosca sui 400 metri è stata battuta dalla medaglia di bronzo olimpica Dee Dee Trotter (36”29), da Paris Daniels (36”63) e dalla britannica Anyika Onuora (36”74).

Sempre nel meeting di Atlanta spiccano altri risultati come il 12”78 sui 100 ostacoli di Kristi Castlin che ha preceduto Queen Harrison (12”79) e Lolo Jones (12”89) e il 13”65 del campione del mondo dei 110 ostacoli Jason Richardson. Al Georgia Tech di Atlanta i migliori risultati sono arrivati da Dentarius Locke (10”12 sui 100 metri) e da Prezell Hardy sui 200 (20”16).

In Europa brillano soprattutto due giovani eptathlete. A Loughborough la sedicenne eptathleta britannica Morgan Lake, vincitrice due settimane fa al Multistars di Firenze, ha migliorato il record britannico juniores del salto in alto con 1.93 tentando poi l’assalto al record mondiale allieve a 1.96.  In Olanda la medaglia di bronzo di Mosca dell’eptathlon Dafne Schippers ha corso i 100 metri in 11”22 e i 200 in 22”77. La campionessa europea juniores dei 200 metri Dina Asher Smith ha fermato il cronometro in 11”20 (secondo miglior tempo juniores in Gran Bretagna), david Omoregie ha eguagliato la migliore prestazione mondiale juniores dell’anno

Nella tappa della Diamond League di Shanghai ha stupito il clamoroso 89.21 di Abdelrahman El Sayed nel giavellotto, migliore prestazione mondiale dell’anno e record africano polverizzato. El Sayed, emerso lo scorso anno ai Mondiali di Mosca quando centrò l’ingresso in finale dopo aver realizzato 83.62 in qualificazione, si allena al centro IAAF di Kuortane in Finlandia sotto la guida del tecnico finlandese Petteri Pironen che segue anche il giavellottista Julius Yego, quarto ai Mondiali di Mosca ma terzo fino al quinto tentativo prima del lancio della medaglia di bronzo del russo Tarabin. Prima del lancio di Shanghai aveva un personale di 83.94 realizzato al Cairo in Maggio. El Sayed non è l’unico lanciatore egiziano emerso in questo inizio di stagione perché Hicham El Gamal ha migliorato di recente il record africano del martello con un sensazionale 81.29m.

In terra giapponese torna a stupire lo junior del Sol Levante Yoshihyde Kiryu che ha fermato il cronometro in 10”05, a quattro centesimi dal suo record personale dello scorso anno (non omologato come record del mondo juniores).

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO