ELEONORA GIORGI BLOCCA IL CRONOMETRO SU 20:02.80, E’ RECORD MONDIALE NEI 5KM SU PISTA

Solo due settimane fa Eleonora Giorgi aveva abbassato il record italiano della 20km (1h27:05) con il quinto posto in Coppa del Mondo a Taicang (Cina), oggi la marciatrice delle Fiamme Azzurre ha riscritto non solo il limite nazionale, ma la migliore prestazione mondiale di sempre. L’impresa è avvenuta questa mattina sui 5000 metri in pista a Misterbianco (CT), in occasione della seconda prova dei Campionati di Società. Stavolta la 24enne milanese ha fermato il cronometro a 20:01.80 (passaggi: 4:00.44 ai 1000m – 12:05.83 ai 3000m), superando il limite iridato sulla distanza di 20:02.60 che apparteneva all’irlandese Gillian O’Sullivan (Dublino, 14 luglio 2002). Tolti più di 10 secondi alla precedente migliore prestazione italiana di 20:12.41 realizzata da Elisabetta Perrone (ex primatista anche della 20km) il 2 agosto del 2003 a Rieti.
Per l’azzurra allenata da Giovanni Perricelli si tratta di una prestazione che ne conferma la dimensione internazionale su cui ormai sembra proiettata in ottica Europei di Zurigo dove il prossimo 14 agosto affronterà la 20km. A Taicang aveva marciato i 5km finali in 20:47, praticamente eguagliando quello che fino ad oggi era il personale sui 5km in pista, 20:46.2 nel 2013, migliorato di quasi 45 secondi. Con quello odierno la lombarda studentessa di Economia alla Bocconi, aggiunge un terzo sigillo alla sua collezione di record nazionali intrapresa lo scorso febbraio ad Ancona con l’11:50.48 nei 3000 metri indoor.
“E’ stata una gara tutta contro me stessa e il cronometro – racconta quasi incredula la Giorgi dopo aver appreso la notizia della portata del suo risultato –. Ero venuta qui con l’obiettivo della migliore prestazione italiana che di certo non era una passeggiata; mai avrei pensato di arrivare a quella mondiale! Qui a Misterbianco ho trovato un’atmosfera pazzesca, sugli spalti c’era un tifo da stadio e il calore della gente mi ha dato la carica dal primo all’ultimo metro. Non mi hanno fatto sentire la mancanza dei miei genitori e del mio tecnico Gianni Perricelli che purtroppo questa volta non hanno potuto seguirmi. Ad ogni giro, però, c’era il mio ragazzo Matteo (Giupponi, azzurro della marcia, ndr) che mi gridava i passaggi. All’arrivo è stato bellissimo vedere il tempo e ricevere l’abbraccio di una grande della marcia come Anna Rita Sidoti alla quale avevo dedicato il record della 20km. Oggi, invece, la dedica va tutta alla mia famiglia. Questa gara è stata un’emozione prima ancora di cominciare con la banda locale che, prima della partenza, ha suonato l’inno d’Italia per l’intitolazione della pista a Pietro Mennea. Per me è un onore immenso che questo crono da record io l’abbia realizzato proprio su una pista che porta il suo nome che per tanti anni è stato il primatista mondiale dei 200 metri. Tornerò sui 5000 metri sabato prossimo a Milano per i Campionati Nazionali Universitari, mentre il 31 maggio mi attende la 20km del Challenge mondiale a La Coruña (Spagna). Poi occhi puntati su Zurigo e gli Europei dove ad agosto voglio giocarmi le mie carte”.

 Anche l’ultima migliore prestazione mondiale all-time di un azzurro arriva dalla marcia e risale a quasi 9 anni fa. Era il 23 luglio del 2005 e l’olimpionico Ivano Brugnetti chiuse i 10.000 metri in 37:58.6 a Sesto San Giovanni. Un tempo che è rimasto il più veloce al mondo fino al 27 luglio del 2008 quando lo spagnolo Francisco Javier Fernández lo migliorò a 37:53.09.

 Nelle altre gare in programma a Misterbianco – valide come seconda prova dei Campionati di Società di marcia – vittoria assoluta di Vito Di Bari (Fiamme Gialle), 41:22.53 nei 10.000 metri davanti alle promesse Francesco Fortunato (Enterprise Sport & Service) 41:45.62 e Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica) 41:53.59. Al femminile successo di Ilaria Galli (Atl. Firenze Marathon) 48:45.83 su Mariavittoria Becchetti (Studentesca CaRiRi) 50:05.50 e Nicoletta Dell’Aquila (Enterprise Sport & Service) 50:32.61. A livello Juniores confermano il pronostico gli azzurrini Gregorio Angelini (Alteratetica Locorotondo) 44:09.47 ed Eleonora Dominici (ACSI Italia Aatletica) 48:34.32. Tra gli under 18, infine, successi per Alessandro Rigamonti (Geas Atletica) 47:02.66 e  Caterina Bertazzo (Fiamme Oro) prima allieva al traguardo in 24:38.37 sulla scia dei 5000-record di Eleonora Giorgi

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Trieste Urban Trail
Convocati gli azzurri per i mondiali 100km. Però manca…
La 19.a edizione della Stralivigno è alle porte, a dare spettacolo ci sarà anche l’azzurra Sara Dossena
Abbigliamento Accessori Calzature
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
MIZUNO PRESENTA LA NUOVA COLEZIONE TRAIL RUNNING.
Con le Glycerin 16 Brooks presenta la nuova tecnologia DNA LOFT, per un esperienza di corsa più morbida.
#pastaparty
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile
Il 18 dicembre Pisa Marathon compie 20 anni
#Pastaparty con Davide Beccaro di Sziols, occhiali per l’outdoor con caratteristiche molto speciali