DIAMOND LEAGUE A SHANGHAI: LAVILLENIE 5.92 – PERKOVIC 70.52

Sandra Perkovic (foto Colombo/FIDAL)
Sandra Perkovic batte il record
croato (Fonte Fidal/Colombo)
La seconda tappa della Diamond League a Shanghai ha regalato sette migliori prestazioni mondiali dell’anno, otto record del meetin e tante sorprese.

Le migliori prestazioni mondiali dell’anno della serata cinese sono arrivate da Monsieur Renaud Lavillenie, che alla seconda gara stagionale all’aperto supera 5.92, dalla discobola croata Sandra Perkovic, che batte il record nazionale con 70.52m, dal velocista statunitense Justin Gatlin, che vola in 9”92, dal giavellottista egiziano Abd Ibab El Ahman, vera rivelazione della serata con un clamoroso 89.12, dalla svedese Abeba Aregawi, vincitrice sui 1500 metri in 3’58″72, dalla sorprendente siepista statunitense Emma Coburn, vincitrice in 9’19”80 con una gara tutta d’attacco, dalla saltatrice croata Ana Simic, sempre più erede di Blanka Vlasic dopo il successo di Shanghai con 1.97. Tra gli altri risultati più significativi della seconda tappa della Diamond League vanno sottolineati anche la doppietta 200-lungo della nigeriana Blessing Okagbare, la bella gara del lancio del peso maschile vinta dallo statunitense Christian Cantwell con 21.73m.
di Diego Sampaolo

Salto con l’asta maschile: LE ROI LAVILLENIE VOLA A 5.92: Il primatista del mondo del salto con l’asta Renaud Lavillenie ha aperto la sua campagna trionfando anche a Shanghai con 5.92 nella prima gara in terra cinese della sua carriera. Dopo un errore a 5.52 e uno a 5.72 le Roi ha messo le cose a posto superando i 5.82 e i 5.92 alla prima prova prima di sbagliare tre prove a 6.03, un centimetro in più rispetto al suo record francese all’aperto stabilito al meeting di Londra dell’anno scorso. Il fuoriclasse francese, quattro volte vincitore nella Diamond Race dal 2010 al 2013, ha battuto addirittura di 30 centimetri il campione del mondo indoor Konstantinos Filippidis.

Lancio del disco femminile: PERKOVIC BATTE IL RECORD CROATO: 70.52 !: La discobola croata Sandra Perkovic, campionessa olimpica, mondiale e europea e vincitrice della Diamond Race lo scorso anno con sette successi in altrettanti gare, ha iniziato alla grande la sua stagione con un clamoroso record nazionale croato di 70.52, un centimetro meglio rispetto al suo recente primato stabilito lo scorso 1 Marzo a Spalato. Questa prestazione le vale anche la migliore prestazione mondiale dell’anno e il nuovo record della Diamond League. Si è confermata ad altissimo livello l’australiana Dani Samuels, campionessa del mondo a Berlino, che ha lanciato ben oltre i 67 metri con 67.89, arrivando a 10 centimetri dal suo fresco record personale stabilito settimana scorsa al meeting tedesco di Wiesbaden.

Lancio del giavellotto maschile: SORPRESA EGIZIANA: La grande sorpresa della serata è arrivata dal giavellottista Abd Ihab El Rahman che ha superato addirittura la barriera degli 89 metri lanciando l’attrezzo a 89.21 al primo tentativo, record africano, migliore prestazione mondiale dell’anno e nuovo record del meeting. L’egiziano, grande rivelazione dei Mondiali di Mosca dove entrò in finale a sorpresa, aveva un personale di 83.94 stabilito ad inizio stagione al Cairo. Anche il suo miglior lancio di giornata di 86.01m gli avrebbe permesso di vincere nettamente sullo svedese Kim Amb, secondo classificato con 84.14m. Il campione del mondo e vincitore della Diamond League dello scorso anno Vitezslav Vezely si è classificato terzo con 83.80m. A dimostrazione dell’universalità dell’atletica va sottolineata la presenza di atleti provenienti da ogni angolo del mondo come il keniano Julius Yego, quarto ai Mondiali di Mosca e oggi nella tappa della Diamond League a Shanghai con 83.00 e il giovane campione olimpico di Londra Keshorn Walcott, qui settimo classificato con 81.09m.

Lancio del peso maschile: CANTWELL VINCE UNA GRANDE GARA CON QUATTRO UOMINI OLTRE I 21 METRI: Lo statunitense Christian Cantwell, campione del mondo a Berlino 2009, ha confermato il suo momento magico vincendo una gara eccellente con ben quattro uomini oltre i 21 metri. Cantwell ha superato la barriera dei 21 metri con 21.06, 21.18 e 21.73 stabilendo il record del meeting. Gli Stati Uniti hanno piazzato Joe Kovacs al secondo posto con il record nazionale di 21.52 e il due volte campione del mondo indoor Ryan Whiting al terzo posto con il personale stagionale di 21.31. Il due volte campione del mondo David Storl ha debuttato nella stagione all’aperto con un eccellente 21.09m. Sfiora i 21 metri Tomas Majewski, quinto con 20.93m.

100 metri maschili: MIGLIORE PRESTAZIONE MONDIALE DELL’ANNO DI GATLIN 9”92: Justin Gatlin è il velocista più in forma del mondo e lo dimostra anche nella tappa cinese della Diamond League vincendo in 9”92 che migliora di sei centesimi il tempo più veloce dell’anno detenuto dal sudafricano Simon Magakwe. Settimana scorsa aveva destato grande impressione vincendo a Tokyo in 10”02 con un vento contrario di .3.5 m/s.  

110 ostacoli maschili: XIE WENJUN SULLE ORME DI LIU XIANG: Il pubblico cinese ha gioito per la vittoria del connazionale Xie Wenjun che proprio nell’ultima gara della serata ha regalato una delle più grandi sorprese del meeting vincendo con il record personale di 13”23 (con leggero vento contrario di -0.3 m/s). Sotto lo sguardo della leggenda cinese dei 110 ostacoli Liu Xiang, l’atleta cinese non ha fatto rimpiangere il suo illustre connazionale battendo il vice campione del mondo indoor di Sopot Pascal Martinot Lagarde (13”26), il campione mondiale di Mosca e vincitore dell’ultima Diamond Race David Oliver (13”28) e il vincitore degli ultimi Europei indoor e Outdoor Sergey Shubenkov (13”30 primato stagionale). .

Salto in lungo e 200 metri femminili: DUE RECORD DEL MEETING DI BLESSING OKAGBARE: Grande serata per la velocista-lunghista nigeriana Blessing Okagbare che nel giro di un paio di ore ha firmato due record del meeting nel salto in lungo e nei 200 metri. Ad inizio meeting la medaglia d’argento dei mondiali di Mosca ha vinto il lungo con un salto da 6.86 al primo tentativo battendo di appena un centimetro la serba Ivana Spanovic (bronzo ai Mondiali outdoor di Mosca e ai Mondiali Indoor di Sopot). In conclusione di serata Okagbare ha firmato il record del meeting sui 200 metri con 22”36.

1500 metri femminili: MIGLIORE PRESTAZIONE MONDIALE DELL’ANNO DI ABEBA AREGAWI: La campionessa del mondo Abeba Aregawi ha aperto la sua stagione della Diamond League con un eccellente primato mondiale stagionale di 3’58”72 nella rivincita tra le prime due dei Mondiali di Mosca con la statunitense Jennifer Simpson che si è comportata egregiamente stabilendo il miglior tempo stagionale con 4’00”42. Terzo posto per l’olandese di origini etiopi Sifan Hassan, capace di battere il record nazionale con 4’01”19 superando in classifica la keniana Viola Kibiwott (4’01”31) e Mimi Belete del Barhein (4’01”98).

3000 siepi femminili: SORPRESA COBURN: Nella serata delle sorprese ha destato stupore la statunitense Emma Coburn che ha preso il comando al secondo chilometro involandosi verso un successo assolutamente impronosticabile alla vigilia con la migliore prestazione mondiale dell’anno di 9’19”80. La statunitense ha rifilato addirittura sei secondi alla medaglia di bronzo dei mondiali di Mosca Sofia Assefa (9’25”76) e Hiwot Ayalew (9’27”25). La keniana Milcah Chemos, campionessa del mondo di Mosca e vincitrice delle prime quattro edizioni della Diamond Race, non è andata oltre l’ottavo posto con 9’38”21.

400 metri femminili: WILLIAMS MILLS BATTE DI MISURA MONTSHO: La campionessa del mondo di Daegu e argento di Mosca Amantle Monntsho è partita molto forte ma nel finale rinviene la giamaicana Novlene Williams Mills che la precede per cinque centesimi di secondo in 50”31. La giovane giamaicana Stephanie McPherson si è classificata al terzo posto stabilendo il suo record personale con 50”54 precedendo la statunitense Francena McCorory di tre centesimi. La campionessa olimpica dei 200 metri Allyson Felix è tornata alle gare dopo l’infortunio muscolare subito nella finale dei Mondiali di Mosca con un quinto posto in 50”81

800 metri maschili: BIWOTT BEFFA MAKLOUFI: Il campione olimpico dei 1500 metri Taoufik Makloufi alza le braccia troppo presto in segno di esultanza e viene beffato dal giovane keniano Robert Biwott che lo precede in volata in un eccellente 1’44”69, tempo di grande valore per un ragazzo nato nel 1996 messosi in luce la scorsa estate quando vinse il titolo mondiale under 18 sui 1500 metri a Donetsk. I primi quattro sono finiti racchiusi in un fazzoletto di 16 centesimi di secondo con il sudafricano André Olivier, terzo in 1’44”85, stesso tempo fatto registrare dal quarto Jeremiah Kipkorir Mutai.

5000 metri maschili: ALAMIREW BATTE IL RECORD DEL MEETING: Il ventiquattrenne etiope Yenew Alamirew, vincitore della Diamond Race nel 2013, mette in cassaforte i primi quattro punti per la classifica del 2014 grazie al successo in 13’04”83 (record del meeting) davanti alla medaglia di bronzo olimpica di Londra 2012 Thomas Longosiwa (13’05”44) e all’argento iridato di Mosca Hagos Gebrehiwet (13’06”88).

400 ostacoli maschili: Vittoria di stretta misura per il vice campione mondiale e olimpico statunitense Michael Tinsley che si è imposto in 48″77 sul senegalese Mamadou Kassa (48″86) e sull’ex campione del mondo Bersahawn Jackson (48″92) 

Salto in alto femminile: SIMIC SEGUE L’ESEMPIO DI BLANKA VLASIC: La vittoria di Sandra Perkovic non è stata l’unica della serata per la Croazia. Ana Simic infatti si é aggiudicata il salto in alto femminile con la migliore prestazione mondiale dell’anno (1.97m) con una gara perfetta senza errori.

Salto triplo maschile: ADAMS UNICO OLTRE I 17 METRI: Il campione del mondo indoor di Sopot 2014 Lyukman Adams (mamma russa e papà nigeriano) è stato l’unico a superare la barriera dei 17 metri con 17.10 in una gara non eccelsa. Il campione del mondo under 18 di Donetsk 2013 Lazaro Martinez ottiene un bel secondo posto con la misura di 16.76m nella sua prima apparizione in un meeting della Diamond League.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Lahcen Mokraji, sospeso in via cautelare
Notte Blu e Pisa Marathon: le modifiche al traffico
Aperta la 19^ PisaMarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre