DIAMOND LEAGUE A SHANGHAI: IN GARA LAVILLENIE; FRASER PRYCE, OLIVER E TANTI ALTRI CAMPIONI

Nove campioni mondiali di Mosca 2013 e quattro medaglie d’oro olimpiche di Londra illumineranno la galassia di stelle che compongono il cast del meeting di Shanghai, seconda tappa della IAAF Diamond League in programma Domenica 18 Maggio con diretta dalle 14 alle 16 su Fox Sports.
di Diego Sampaolo

 
 
 

La fuoriclasse giamaicana dello sprint Shelly-Ann Fraser Pryce, il primatista del mondo e campione olimpico del salto con l’asta Renaud Lavillenie, il campione del mondo dei 110 ostacoli David Oliver, l’iridato dei 400 ostacoli Jehue Gordon di Trinidad and Tobago, la campionessa mondiale dei 1500 metri Abeba Aregawi, la campionesa del mondo dei 3000 siepi Milcah Chemos, il due volte iridato e campione europeo del lancio del peso David Storl e la campionessa olimpica, mondiale e europea Sandra Perkovic saranno soltanto alcune delle stelle del meeting nella metropoli cinese.

200 metri femminili: FRASER PRYCE A CACCIA DI UN NUOVO DIAMANTE:

I fari saranno puntati sulla fuoriclasse giamaicana Shelly Ann Fraser Pryce che disputerà il suo secondo 200 metri stagionale dopo aver vinto in 22”53 al meeting di Kingston dello scorso 3 Maggio. La campionessa del mondo dei 60 metri indoor di Sopot e dei 100, 200 metri e staffetta 4×100 di Mosca ha inaugurato la stagione della Diamond League vincendo i 100 metri a Doha in 11”13 (con vento contrario di -0.8 m/s) per cinque centesimi sulla nigeriana Blessing Okagbare. Lo scorso anno ha vinto i 100 metri in 10”93 a Shanghai e ha centrato la doppietta aggiudicandosi la Diamond Race sia sui 100 che sui 200 metri.

Una settimana dopo Doha si ripeterà il duello con Okagbare, medaglia di bronzo sui 20° metri e argento nel salto in lungo a Mosca. La nigeriana è annunciata a Shanhai anche nel salto in lungo.

Fraser Pryce ritroverà in pista la connazionale e campionessa olimpica di Pechino 2008 Veronica Campbell Brown, tornata quest’anno dopo essere stata scagionata da un caso di doping. “Sto lavorando per ritornare in forma e lo spirito competitivo. Devo migliorare dal punto di vista tecnico per prepararmi per le prossime due stagioni. Shanghai è un grande meeting. Sono contenta che i Mondiali del prossimo anno si disputeranno a Pechino. Amo molto gareggiare al Bird’s Nest, uno stadio dove ho avuto molto successo e non vedo l’ora di ritornarci”, ha detto Campbell.Brown durante la conferenza stampa di presentazione alla vigilia del meeting.

 Salto con l’asta maschile: DEBUTTO STAGIONALE IN DIAMOND LEAGUE DI LAVILLENIE:

Il primatista del mondo del salto con l’asta Renaud Lavillenie, l’uomo che ha cancellato dopo 21 anni lo storico record del mondo del grande Sergey Bubka superando la misura di 6.16m al meeting di Donetsk organizzato proprio dallo zar di tutte le aste, lancerà la sua stagione della Diamond League a Shanghai. Il francese volante è l’unico campione insieme alla campionessa del mondo dei 3000 siepi Milcah Chemos ad aver vinto tutte le edizioni della Diamond Race nella rispettiva specialità per quattro anni consecutivi dal 2010 al 2013

“Sono contento di debuttare nella Diamond League 2014 a Shanghai. Sarà la mia prima volta in Cina”, ha detto Lavillenie. All’aperto il campione francese vanta un personale di 6.02 stabilito al meeting di Londra dello scorso Luglio. E’ rimasto imbattuto in sei gare indoor nell’inverno 2014 e ha battuto il suo record nazionale tre volte ma è stato costretto a rinunciare ai Mondiali di Sopot per l’infortunio subito in occasione del salto non riuscito a 6.21 a Donetsk poco dopo il record del mondo di 6.16. Lavillenie ha debuttato nella stagione all’aperto con un successo alla misura di 5.70 alle Drake Relays di Des Moines

Lavillenie ritroverà in pedana i tedeschi Raphael Holzdeppe e Malte Mohr Holzdeppe ha battuto Lavillenie in due occasioni lo scorso anno al Golden Gala e ai Mondiali di Mosca laureandosi campione del mondo. Mohr ha vinto lo scorso Marzo la medaglia d’argento ai Mondiali Indoor di Sopot con 5.80 alle spalle del greco Konsantinos Filippidis, anche lui in gara Domenica a Shanghai.

100 METRI MASCHILI: GATLIN CERCA UN TEMPO SOTTO I 10 SECONDI:

Il vice campione mondiale dei 100 metri Justin Gatlin, l’unico sprinter capace di battere Usain Bolt lo scorso anno in occasione del Golden Gala, punterà a vincere la sua prima gara in Diamond League della stagione dopo il successo nella Diamond Race nel 2013. L’altro grande obiettivo del velocista statunitense sarà battere il record statunitense di Tyson Gay (9”69). Settimana scorsa Gatlin ha già dimostrato di valere ampiamente un tempo al di sotto del muro dei 10 secondi correndo in 10”02 con un fortissimo vento contrario di -3.5 m/s a Tokyo (mai uno sprinter aveva corso così velocemente con un vento contrario di -2.0 m/s).

“E’ un anno senza Olimpiadi e Mondiali e voglio alzare il livello delle mie prestazioni cercando grandi tempi e continuare a mantenere questo livello anche nei prossimi due anni che prevedono i Mondiali di Pechino del 2015 e le Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016. Quest’anno voglio provare a battere il record statunitense”, ha detto Gatlin

Lo scorso anno il velocista di Pensacola si classificò secondo sui 200 metri alle spalle del giamaicano Warren Weir sotto la pioggia.

“Questo meeting è sempre stato una grande esperienza per me. Anche l’anno scorso sono riuscito a correre forte malgrado la pioggia. Penso di essere in grado di correre un grande tempo ad inizio stagione. Spero di emozionare i fans”, ha detto Gatlin

Gatlin affronterà il campione olimpico e mondiale della 4×100 Nesta Carter e l’ex iridato dei 100 metri di Parigi 2003 Kim Collins, campione ancora in grado di correre forte a 37 anni.

110 ostacoli: OLIVER CERCA IL MIGLIOR TEMPO MONDIALE DELL’ANNO:

Shanghai ha sempre avuto un forte legame con i 110 ostacoli grazie ai successi del beniamino locale Liu Xiang che si impose nell’edizione del 2012 in 12”97 sotto la pioggia. Il campione cinese si è infortunato gravemente alle Olimpiadi di Londra. Malgrado l’assenza di un campione come Liu Xiang, il pubblico cinese potrà applaudire il campione mondiale di Mosca 2013 e bronzo olimpico di Pechino 2008. David Oliver. Nelle passate edizioni del meeting cinese Oliver ha vinto nel 2010 e si è classificato secondo nel 2011 e nel 2012 e quarto nel 2014.   Nella scorsa stagione ha vinto nove gare e ha corso il miglior tempo dell’anno con 13”00 in occasione del suo primo successo iridato a Mosca. In questa stagione il campione statunitense, grande appassionato di football americano e di calcio, ha vinto la prima tappa della Diamond League a Doha in 13”23 con vento contrario battendo il campione europeo e bronzo mondiale Sergey Shubenkov e il vice campione del mondo indoor di Sopot 2014 Pascal Martinot Lagarde, che saranno in gara anche a Shanghai. In gara ci saranno anche il vice campione mondiale di Mosca Ryan Wilson e il campione olimpico di Pechino 2008 e ex primatista del mondo Dayron Robles.

400 ostacoli maschili: GORDON – TINSLEY:

I 400 ostacoli saranno una sorta di rivincita dei Mondiali di Mosca tra il campione del mondo Jehue Gordon, giovane talento di Trinidad and Tobago, e l’argento Michael Tinsley che a Mosca finirono sul podio divisi da un solo centesimo di secondo (47”69 a 47”70). Con il successo di Mosca Gordon ha impreziosito la sua bacheca che comprende anche il titolo mondiale juniores di Moncton 2010.

“Il mio obiettivo è avvicinare i 47 secondi anche se è difficile perché in pochi ci sono riusciti. Battere il record di Kevin Young (46”78 alle Olimpiadi di Barcellona 1992) non è la mia priorità. Voglio raggiungere prima di tutto una certa regolarità nel rendimento e dare del mio meglio perché con Shanghai inizia un periodo di avvicinamento molto importante che porterà ai Giochi del Commonwealth di Glasgow, avvenimento al quale i Paesi Caraibici tengono molto. Non è sempre facile perché sono studente a tempo pieno all’Università

400 metri femminili: FELIX – MONTSHO:

Il meeting di Shanghai segnerà il ritorno alle gare della campionessa olimpica dei 200 metri Allyson Felix dopo l’infortunio muscolare subito nella finale dei Mondiali sui 200 metri che l’ha tenuta ferma ai box per tanti mesi. La fuoriclasse statunitense, che intende concentrarsi maggiormente sul giro di pista in questa stagione, rinnoverà il duello con Amantle Montsho, vice campionessa del mondo di Mosca e iridata di Daegu e vincitrice della Diamond League nel 2013. Sarà una gara di contenuti altissimi simile ad una finale mondiale con la campionessa iridata indoor di Sopot Francena McCorory, l’ex campionessa mondiale juniores Natasha Hastings, le giamaicane Novlene Williams Mills, Stephanie McPherson e Kaliese Spencer, argento ai mondiali indoor di Sopot e grande specialista dei 400 ostacoli con tre successi consecutivi nella Diamond Race dal 2010 al 2012.

1500 metri femminili: AREGAWI INSEGUE IL PRIMO SUCCESSO A SHANGHAI:

La grande stella del mezzofondo in gara a Shanghai è la svedese Abeba Aregawi che è imbattuta da 13 gare indoor o outdoor sui 1500 metri e ha stabilito il record europeo indoor lo scorso Febbraio correndo in 3’57”91 a Stoccolma. La svedese è stata seconda due anni fa alle spalle di Genzebe Dibaba in una gara di grandissimo livello dove entrambe scesero sotto i 4 minuti. Da tenere d’occhio anche la statunitense Jennifer Simpson, campionessa mondiale a Daegu e medaglia d’argento a Mosca l’olandese di origini etiopi Sifan Hassan, campionessa europea under 23 di cross, e Viola Kibiwott, quarta ai Mondiali di Mosca sui 5000 metri ma atleta in grado di correre i 1500 metri in 3’59”25 in carriera.

800 metri maschili: In assenza di Mohamed Aman e David Rudisha l’attenzione sarà tutta per il campione olimpico dei 1500 metri Makloufi, che ha stabilito il suo record personale su questa distanza con 3’30″44 e sul campion europeo di Barcellona Marcin Lewandowski

3000 siepi femminili: CHEMOS CERCA IL QUINTO DIAMANTE: Milcah Chemos é insieme a Lavillenie l’atleta che ha collezionato più successi nella storia della Diamond League con quattro vittorie consecutive. Lo scorso anno l’ex ottocentista convertita alle siepi ha vinto finalmente il primo oro ai Mondiali a Mosca dopo due bronzi iridati nelle precedenti due edizioni di Berlino e Daegu e il quarto posto alle Olimpiadi di Londra. A Shanghai Chemos, sposata con il suo allenatore Alex Sang e mamma di un bambino dal 2008, ha vinto nel 2010 e si è classificata seconda nel 2012. Chemos affronterà la compagna di allenamenti Lydia Chepkurui argento ai Mondiali, e le etiopi Sofia Assefa e Hiwot Ayalew, terza e quarta a Mosca.

5000 metri maschili: SOI- ROP; GEBREHIWET _ ALAMIREWDalla gara di Shanghai potrebbe venire fuori il primo meno 13 minuti della stagione visto il campo di partenti che comprende la medaglia d’argento dei Mondiali di Mosca Hagos Gebrehiwot che si impose due anni fa a Shanghai sui 3000 metri, Yenew Alamirew, vincitore della Diamond Race sui 5000 metri e i più veloci del 2013 Edwin Soi e Albert Rop che corsero rispettivamente in 12’51”34 e in 12’51”96 al Meeting di Montecarlo.

Salto triplo maschile: TAYLOR IN CERCA DI RIVINCITE:

Un atleta a caccia di rivincite sarà il campione olimpico del salto triplo di Londra 2012 Christian Taylor, uscito deluso dopo il quarto posto ai Mondiali di Mosca 2013. Taylor, terzo nel 2012 a Shanghai, inizierà la difesa del titolo della Diamond Race conquistato nelle ultime due edizioni.

Taylor vanta un primato personale di 17.96 ottenuto in occasione della vittoria ai Mondiali di Daegu nel 2011. Il record del mondo di Jonathan Edwards (18.29) stabilito ai Mondiali di Goteborg 1995 é distante 34 centimetri. Una misura avvicinata lo scorso anno dal francese Teddy Tamgho in occasione del 18.04. della finale dei Mondiali di Mosca“Prima della finale dei Mondiali di Mosca non pensavo che fosse possibile battere il record mondiale ma ora credo che sia un obiettivo raggiungibile ma bisogna compiere piccoli passi per realizzare questo risultato. Dai test fatti in allenamento pensavo di essere in grado di vincere e invece è stato Tamgho a laurearsi campione del mondo.

Taylor è stato quarto al meeting di Doha e ha realizzato il primato personale sui 400 metri con 45”17 alle Drake Relays di Des Moines a fine Aprile. “Ora penso solo a regalare un bello spettacolo al pubblico e conquistare punti per la Diamond Race. Quest’anno voglio dimostrare versatilità provando più specialità, anche il lungo e i 400 metri e divertirmi gareggiando con il sorriso”, ha detto Taylor.

Salto in lungo femminile: SFIDA OKAGBARE – KLISHINA: Si preannuncia di alto livello la sfida del salto in lungo femminile tra la vice campionessa mondiale Blessing Okagbare e la due volte campionessa europea indoor Daryia Klishina. La russa ha debuttato in questa stagione vincendo a Tokyo con un bel salto di 6.88m con vento favorevole ma nei limiti. Okagbare è stata una delle più regolari nel rendimento la scorsa stagione con una vittoria in Diamond League con 7.04m e un salto di 7.14 ventoso a Doha.

Salto in alto femminile: In attesa  del debutto di molte big come Anna Chicerova e Svetlana Shkolina che debuteranno a Eugene, l’interesse si concentrerà su due atlete che in carriera hanno superato i 2 meti come la campionessa europea indoor e outdoor Ruth Beitia e la russa Irina Gordeyeva.

Lancio del peso maschile: SFIDA STORL- WHITING- CANTWELL – MAJEWSKI

Uno dei duelli più attesi del meeting cinese sarà il primo scontro stagionale tra il due volte campione del mondo David Storl, il due volte iridato indoor e argento ai Mondiali all’aperto di Mosca Ryan Whiting (detentore del record della Diamond League con il 22.28 di Doha stabilito nel 2013), l’altro statunitense Christian Cantwell, iridato all’aperto nel 2009 a Berlino e capofila mondiale stagionale con 21.85m e il polacco Tomas Majewski, due volte medaglia d’oro olimpica a Pechino e Londra.

Lancio del disco femminile: PERKOVIC PRONTA A DOMINARE ANCORA LA DIAMOND LEAGUE:

La fuoriclasse croata del lancio del disco Sandra Perkovic ha dominato la Diamond League 2013 vincendo tutti e sette i meeting nei quali era in programma il lancio del disco femminile. Dopo aver aperto l’anno con un fantastico lancio da 70.51m (era da 15 anni che non si registrava una misura oltre la barriera dei 70 metri)

 che  ai Campionati Nazionali di Lanci Invernali di Spalato, la campionessa olimpica, mondiale e europea é pronta a dominare la scena anche quest’anno. Nelle ultime due stagioni ha vinto l’oro olimpico a Londra e il titolo mondiale ai Mondiali di Mosca perdendo una sola volta al meeting di Zagabria contro la statunitense Gia Lewis Smallwood.  

“Sono orgogliosa di quello che ho fatto lo scorso anno. L’obiettivo per Domenica è battere il record del meeting da me stabilito due anni fa con 68.24m. Il 2013 è stato il mio anno migliore ma il 2014 è iniziato con un grande risultato e penso che potrà essere un anno migliore. Il mio obiettivo è vincere tutti i meeting della Diamond League, il terzo titolo continentale agli Europei di Zurigo e la Continental Cup di Marrakesh. Punto anche a battere il record dei Campionati Europei (71.48m) a Zurigo ”, ha detto Perkovic.

A Shanghai la discobola croata non avrà un compito facile perché affronterà l’australiana Dani Samuels, campionessa del mondo a Berlino e seconda al mondo quest’anno con il lancio da 67.99 realizzato settimana scorsa al meeting tedesco di Wiesbaden. Tra le altre protagoniste ci sarà anche la francese Malina Robert Michon, medaglia d’argento ai Mondiali di Mosca.

“Avrò bisogno di lanciare oltre i 68 metri in ogni meeting perché le altre ragazze stanno realizzando misure strepitose. Sarà più difficile dell’anno scorso, Non mi aspettavo di lanciare oltre i 70 metri in Marzo. In allenamento non ho mai fatto meglio di 67 metri. Pensavo di aver fatto il record nazionale al primo lancio ma ero delusa per aver mancato i 70 metri con 69.96. Poi ho lanciato oltre i 70 metri ed ero eccitata. Ora voglio lanciare oltre i 70 metri in ogni meeting ma andare oltre i 68 metri sarebbe soddisfacente. Avrò bisogno di quattro cinque grandi risultati per avvicinarmi agli Europei di Zurigo piena di fiducia ”, ha detto Perkovic

Lancio del giavellotto maschile: TUTTO IL PODIO DI MOSCA IN GARA:  In gara tutto il podio dei mondiali di Mosca con il ceco Vitezslav Vezely, campione del mondo e vincitore della Diamond Race per due anni consecutivi, Tero Pitkamaki, argento a Mosca e campione del mondo a Osaka 2007 e il russo Dimitri Tarabin, bronzo. Saranno da seguire anche il keniano Julius Yego, quarto ai Mondiali di Mosca e finalista alle Olimpiadi di Londra, il campione olimpico e iridato ai Mondiali Juniores Keshorn Walcott e l’egiziano Abd Ihab El Rahman, finalista a sorpresa a Mosca e atleta in grado di lanciare oltre la barriera degli 83 metri con 83.94m.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
CONTINUA IL VIAGGIO DI ANNA VERSO LA HUAWEI VENICEMARATHON 2017: RAGGIUNTI I 30K
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL