MIGLIORE PRESTAZIONE MONDIALE DELL’ANNO DI ROBERT HARTING NEL LANCIO DEL DISCO

Robert Harting (foto Colombo/FIDAL)
Robert Harting realizza la
migliore prestazione
mondiale dell’anno (Fonte Colombo
Fidal)
Il debutto stagionale del campione mondiale e olimpico del lancio del disco Robert Harting ha illuminato l’ultimo fine settimana dell’atletica internazionale stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno con un eccellente 67.46m. al meeting tedesco di lanci “Werfer Cup” di Wiesbaden. E’ stata una gara di  grande livello con quattro uomini abbondantemente sopra i 65 metri: l’altro tedesco Martin Wierig ha lanciato a 66.59 precedendo il connazionale Daniel Jasinski (65.98) e l’australiano e primatista continentale Benn Harradine (65.83). Sempre per quanto riguarda l’Australia brilla la campionessa del mondo di Berlino 2009 Dani Samuels che ha realizzato la seconda migliore prestazione dell’anno con 67.99m ottenendo una serie stratosferica che comprende altri due lanci oltre i 67 metri (67.71 e 67.41) e due lanci vicini ai 70 metri purtroppo fuori settore. Brillano anche le tre migliori discobole tedesche Julia Fisher che ha stabilito il personale con 66.46, Nadine Muller (64.60) e Anna Ruh (64.17)
di Diego Sampaolo

Baie Mahault: Nel meeting della Guadalupa ha fatto il suo debutto stagionale sui 400 metri l’azzurra Libania Grenot che si è classificata sesta in 52”55 nella gara vinta dalla statunitenseIl Atkins in 51”19. Il risultato di maggior spicco è il 44”91 del forte trinidegno Lalonde Gordon che ha preceduto i bahamensi Miller e Brown sui 400 metri. Dawn Harper Nelson ha esordito in questa stagione correndo i 100 ostacoli in 12”77 pochi giorni dopo aver realizzato 12”81 a George Town. Buona gara di salto in lungo vinta dallo statunitense Jeff Henderson con 8.25 davanti al connazionale Stewart (8.20 ventoso)  e Hartfield (8.12 legale9. Il campione europeo juniores dei 110 ostacoli Wilehlm Belocian ha realizzato il miglior tempo della sua carriera sui 110 ostacoli (con barriere da senior) correndo in 13”78.

Nel tradizionale meeting di inizio stagione alle Isole Caymane brilla il velocista di Panama Alonso Edward (argento ai Mondiali di Berlino 2009 alle spalle di Usain Bolt) che ferma il cronometro in 20”00. La giamaicana Novlene Williams Mills ha fatto segnare un buin 50”26 sui 400 metri. Cedenio, talento emergente di Trinidad and Tobago, ha battuto il record nazionale juniores sui 400 metri con 45”23. Janeba Tarmoh si è aggiudicata i 100 metri in 11”14, mentre la campionessa olimpica dei 200 di Atene e Pechino Veronica Campbell Brown non va oltre il quarto posto in 11”22. Ronald Ash realizza il secondo miglior tempo mondiale dell’anno sui 110 ostacoli con 13”20.

Sempre dai Caraibi arriva la notizia dell’eccellente prestazione della junior cubana Sahily Diago che stabilisce il record centro-americano under 20 sugli 800 metri con un eccellente 1’58”14 a L’Avana. Il campione del mondo under 18 del triplo Lazaro Martnez ha superato la barriera dei 17 metri con 17.06 nonostante un vento contrario di -1.1 m/s.

Meeting di Clermont (Florida):

Come da tradizione il meeting della Florida regala ottime prestazioni nello sprint e negli ostacoli. Il finalista mondiale William Sharman ha fermato il cronometro in 13”28 correndo contro una bufera di vento contrario di -2.1 m7s dopo aver ottenuto 13”18 in favore di vento. Nello sprint sorprende il clamoroso 10”07 del tedesco di origini polacche Lukas Jakubcazyk che ha sfiorato di un centesimo di secondo il record nazionale di frank Emmelmann. La vittoria è andata allo zambiano Phiri che ha battuto il record nazionale con 10”03. Buone anche le prestazioni cronometriche degli sprinnter britannici Richard Kilty (campione del mondo indoor a Sopot) e Harry Aikinees Aryetey che hanno fermato il cronometro rispettivamente in 10”12 e in 10”14. La giamaicana Simone Facey ha vinto i 100 metri femminili in 11”09 battendo la britannica Bianca Williams che ha realizzato il miglior tempo europeo dell’anno con 11”18, stesso tempo fatto registrare dalla statunitense Shalonda Solomon.

Sempre negli Stati Uniti la campionessa olimpica del salto con l’asta Jenn Suhr esordisce vincendo con 4.67m in un piccolo meetng in Pennsylavania. Il primatista mondiale e campione mondiale e olimpico del decathlon Ashton Eaton vince i 110 ostacoli in 13”47 in Oregon. Nello stesso meeting dell’Oregon Dentarius Locke si impone nei 100 metri in 10”06

Queen Harrison ha battuto Lolo Jones nei 100 ostacoli per tredici centesimi di secondo in 12”70 nella seconda tappa dell’American Track League in Virginia. Bershaw Jackson torna a buoni livelli vincendo i 400 ostacoli in 48”76. Gill Roberts fa doppietta vincendo i 200 in 20”38 e i 400 in 45”13.
Bella prestazione di Daniele Secci che realizza il suo record personale nel lancio del peso con 19.03 al meeting californiano di Eagle Rock nella gara vinta dallo statunitense Joe Kovacks con un eccellente 21.24m.

Buone gare come da tradizione al meeting francese di Montgeron (dove Emanuele Abate e Marzia Caravelli realizzarono il record italiano). Cindy Billaud si impone nei 100 ostacoli in 12”79 mentre a livello maschile Pascal Martinot Lagarde ferma il cronometrico in 13”45 due soli giorni dopo il terzo posto di Doha.

A Potchefstroom in Sudafrica sorprende l’eccellente 44”92 sui 400 metri di Isaac Makwala, giovane sprinter del Botswana.

Il giavellottista egiziano Abd El Rahman, finalista ai Mondiali di Mosca nel giavellotto, ha migliorato al Cairo il record nazionale da 83.62 a 83.94m.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO