DIAMOND LEAGUE: LA PRESENTAZIONE DELLE GARE MASCHILI DEL MEETING DI DOHA

IAAF Diamond League (IAAF)

Inizia Venerdì sera dalle 18 alle 20 la IAAF Diamond League a Doha (con diretta in Italia su Fox Sports 2 con la telecronaca di Nicola Roggero e Stefano Baldini). Oltre alla bellissima gara di salto in alto che abbiamo presentato a parte, saranno tanti i piatti forti del meeting della capitale del Qatar.
di Diego Sampaolo

Presentiamo le stelle della tappa inaugurale del meeting di Doha gara per gara:
 
 

Gare maschili:

200 metri: Il mezzo giro di pista offre la sfida tra l’argento e il bronzo dei mondiali di Mosca, il giamaicano Warren Weir e lo statunitense Curtis Mitchell. Weir, ex specialista dei 110 ostacoli, ha vinto il bronzo olimpico a Londra e l’argento ai Mondiali di Mosca alle spalle del compagno di allenamenti Usain Bolt. Ha stabilito il suo record personale di 19”79 due volte e ha vinto la Diamond Race nel 2013..

Mitchell ha vinto il bronzo a Mosca ed è sceso per la prima volta in carriera sotto i 20 secondi correndo in 19”97.

Nell’ultimo fine settimana Weir si è classificato quarto sui 100 metri a Kingston in 10”30, mentre Mitchell è stato battuto di un centesimo di secondo dal giamaicano rasheed Dwyer correndo in 20”54. Dwyer, che ha un personale di 20”15, sarà in gara Venerdì insieme al campione europeo di Helsinki 2012 Churandy Martina e a Nickel Ashmeade, campione mondiale a Mosca con la staffetta 4×100 e vincitore della Diamond Race nel 2012

400 metri: Si rinnova la sfida tra i primi tre classificati dei Mondiali di Mosca Lashawn Merritt, Tony McQuay e Luguelin Santos. Merritt si impose a Mosca in un eccellente 43”74 davanti a McQuay (44”40) e a Santos, che con 44”52 superò di due centesimi di secondo Jonathan Borlée per il bronzo.

Merritt ha vinto il primo duello stagionale a Des Moines firmando la migliore prestazione mondiale dell’anno con 44”44 battendo Kirani James e Santos, che nell’occasione ha corso in 44”72. Settmana scorsa Santos, argento olimpico a Londra a soli 18 anni, si è preso la rivincita vincendo su Merritt battendolo di quattro centesimi di secondo (44”82 a 44”86) al Jamaica Invitational di Kingston.

Da seguire con attenzione ci sarà anche il campione europeo indoor e outdoor Pavel Maslak che lo scorso Marzo ha vinto il titolo mondiale indoor in 45”24, seconda migliore prestazione europea di sempre alle spalle del record continentale del tedesco dell’est Thomas Schoenlebe. Il pubblico di lingua araba avrà un occhio di riguardo per Youssef Al Masrahi, finalista ai Mondiali di Mosca dopo aver stabilito il record asiatico con 44”61 in semifinale

800 metri: Purtroppo un piccolo infortunio ha costretto il campione olimpico e primatista mondiale David Rudisha a rinunciare a Doha e a rimandare il ritorno alle gare al meeting di Eugene. In assenza del campione keniano ci sarà l’etiope Mohamed Aman, campione mondiale indoor a Istanbul 2012 e Sopot 2014 e all’aperto a Mosca 2013. Il ventenne etiope, l’unico capace di battere Rudisha nel 2011 a Milano e nel 2012 a Zurigo, è entrato nella top ten mondiale di sempre correndo in 1’42”37 a Bruxelles lo scorso anno. Il suo principale avversario sulla pista che ha sempre regalato grandissimi risultati cronometrici (il record del meeting è 1’43”0 di Rudisha stabilito nel 2010) é Nijel Amos, grande talento del Botswana capace di vincere l’argento olimpico a soli 18 anni alle spalle di Rudisha stabilendo il record del mondo juniores con un clamoroso 1’41”73 nella miglior gara di 800 metri della storia. Gli 800 metri non valgono per la classifica della Diamond Race.

Tra gli altri protagonisti sottolineiamo la presenza del giovane qatariota Abduhraman Bala, vincitore al meeting di Rieti in 1’43”93, i keniani Job Kinyor (1’43”76) e Ferguson Rotich (1’43”22) e il finalista olimpico e mondiale britannico Andrew Osagie, che ha vinto la medaglia di bronzo nelle ultime due edizioni dei Mondiali Indoor.

1500 metri: Saranno in gara i vincitori della Diamond Race del 2010 (Asbel Kiprop), 2011 (Nixon Chepseba) e 2012 (Silas Kiplagat) e 2013 (Ayenleh Souleiman). Kiprop, campione olimpico a Pechino 2008 e due volte iridato nel 2011 e 2013, ha vinto l’ultima edizione del meeting di Doha. Chepseba è stato quarto ai Mondiali di Mosca e ha vinto a Doha nel 2011. Kiplagat, argento ai Mondiali di Daegu 2011, detiene il record del meeting avendo corso in 3’29”63 nel 2012 battendo proprio Kiprop.

Souleiman ha vinto il bronzo ai Mondiali di Mosca negli 800 ed è diventato il primo atleta di Gibuti a vincere un titolo iridato in occasione del successo sui 1500 metri ai Mondiali Indoor di Sopot.

Tra gli altri protagonisti ci saranno il campione olimpico Taouflik Makloufi, reduce da un 2013 difficile a causa di una serie di problemi fisici, e il bronzo dei Mondiali di Mosca Johan Cronje del Sudafrica.

3000 siepi maschili: Il Kenya ha vinto sette delle ultime edizioni del meeting di Doha sui 3000 siepi. In lizza per la vittoria Ezekiel Kemboi, due volte campione olimpico a Atene e Londra e tre volte iridato a Berlino, Daegu e Mosca, il campione olimpico di Pechino  e secondo atleta della storia con il 7’53”64 realizzato a Montecarlo nel 2011 Paul Kipsiele Koech, primatista del meeting di Doha con 7’56”58 stabilito nel 2012 e terzo di sempre con il 7’54”31 stabilito a Roma nel 2012, Abel Mutai, bronzo alle Olimpiadi di Londra e Hillary Yego, campione del mondo allievi nel 2009 a Bressanone e protagonista degli ultimi meeting della stagione scorsa a Stoccolma e a Zurigo

110 ostacoli:  David Oliver, campione del mondo a Mosca in 13”00 e vincitore della Diamond Race nel 2010 e nel 2013, torna a gareggiare sulla pista di Doha dove realizzò il record del meeting con 12”95 nel 2008, anno in cui ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008. Oliver è uno dei quattro uomini capaci di scendere sotto i 12”90 con il 12”88 realizzato nel 2010, suo anno magico.

Quest’anno lo statunitense ha vinto tre gare su quattro stabilendo un record stagionale di 13”23 stabilito a Des Moines quando ha perso contro il giamaicano Parchment.

In gara ci saranno l’argento e il bronzo di Mosca Ryan Wilson e Sergey Shubenkov. Wilson ha un personale stagionale di 13”30 mentre Shubenkov, campione europeo indoor e outdoor, è al debutto stagionale. L’altra stella è il francese Pascal Martinot Lagarde, vice campione mondiale indoor a Sopot sui 60 ostacoli con 7”46 e campione del mondo juniores nel 2010 a Moncton.

Salto in lungo: Sarà una sfida tra l’argento e il bronzo dei Mondiali di Mosca Ignisious Gaisah, ex ghanese che orag gareggia per l’Olanda, e il messicano Luis Rivera. Gaisah, argento ai Mondiali di Helsinki 2005 e campione del mondo ai Mondiali Indoor di Mosca 2006, è tornato a grandi livelli vincendo l’argento a Mosca con 8.29. Rivera è emerso sulla scena mondiale vincendo le Universiadi di Kazan con 8.46m prima di vincere il bronzo iridato a Mosca.

Di grande interesse anche il sudafricano Godfrey Khotso Mokoena, campione del mondo indoor a Valencia 2008 e argento alle Olimpiadi di Pechino 2008 e ai Mondiali di Berlino 2009 e il campione olimpico del salto triplo Christian Taylor, quinto atleta della storia con 17.96 e autore di un personale di 8.19 nel lungo, nonché di un eccellente 45”17 sui 400 metri stabilito in Aprile

Lancio del disco: Il due volte campione mondiale e campione olimpico di Pechino Gerd Kanter é uno degli atleti più prolifici del circuito con 26 gare disputate su 28 valevoli per la Diamond Race dal 2010 al 2014 con un bilancio di nove vittorie e 18 piazzamenti tra i primi tre e due successi nella Diamond Race nel 2012 e nel 2013. L’estone ha vinto il bronzo ai Mondiali di Mosca e si è classificato secondo agli Europei 2012 e il bronzo ai Mondiali 2013. I rivali più accreditati saranno l’iraniano Ehsan Hadadi, argento olimpico a Londra, e Piotr Malachowski, secondo ai Mondiali di Mosca e vincitore della Diamond Race nel 2010.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre