SINTNICOLAAS E ZELINKA PRIMI DOPO LA PRIMA GIORNATA DEL MULTISTARS




Jessica Zelinka prima
dopo la prima giornata del Multistars
(fonte Organizzatori) 
L’olandese Eelco Sintnicolaas e la canadese Jessica Zelinka hanno concluso la prima giornata del Multistars di Fiernze fortemente condizionato dalla pioggia e dal freddo.
di Diego Sampaolo



Sintnicolaas, campione europeo indoor a Goteborg, quinto ai Mondiali di Mosca e quarto ai Mondiali Indoor di Sopot, guida con 4028 punti davanti al giovane britannico Ashley Bryant, secondo nelle ultime due edizioni del Multistars e quarto agli Europei Under 23 di Tampere 2013, che ha concluso la prima giornata con 3994 punti, solo due in più rispetto all’olandese Peter Braun. Questi i parziali dell’olandese: secondo posto nei 100 metri 10”94, 7.27 nel lungo, 13.98 nel peso, 1.86 nell’alto e vittoria in 48.81 sui 400 metri.

L’italiano Simone Cairoli, campione italiano indoor dell’eptathlon, si è comportato molto bene concludendo la prima giornata al settimo posto con 3893 punti. Il lombardo della Lecco Colombo Costruzioni è  ancora in tabella di marcia per battere il record personale di 7189 punti stabilito alla Coppa Europa di Tallin 2013. Cairoli ha realizzato il suo secondo miglior tempo di sempre sui 100 metri con 11”06 prima di saltare 7.16 nel lungo, di andare vicino al suo record personale nel peso con 11.90, di difendersi bene nell’alto con 1.98 e nei 400 con 50”13. Roberto Paoluzzi ha concluso la prima giornata con 3206 punti.

Jessica Zelinka, quinta a Pechino nell’eptathlon e settima a Londra sia nelle prove multiple che nei 100 ostacoli, guida dopo la prima giornata con appena due punti su Morgan Lake nella sua prima gara di eptathlon dalle Olimpiadi di Londra. Zelinka ha vinto i 100 ostacoli in 13”26 e i 200 metri in 24”25, ha lanciato il peso con 13.49 e ha saltato in alto 1.66.

Stupisce ancora la sedicenne Morgan Lake che alla sua prima gara da senior, ha stabilito due record personali nei 200 metri con 25”04 e nei 100 ostacoli con 14”25, ha superato 1.87 nel salto in alto sotto il diluvio (in una specialità dove vanta un clamoroso 1.90 stabilito ai Mondiali allievi di Donetzk) e ha lanciato a 12.80 nel peso (con un lancio molto lungo vicino a 14 metri). Morgan Lake, allenata dal padre Eldon Lake, ha stupito tutti lo scorso inverno quando ha stabilito il record del mondo under 18 del pentathlon indoor con 4284 punti strappandolo alla grande Carolina Kluft. 

La giovane britannica compirà 17 anni tra una decina di giorni. Lo scorso anno realizzò un eccellente 1.90 nel salto in alto ai Mondiali Under 18 di Donetzk ma nella seconda giornata compromise tutto dopo aver saltato 4.63 nel salto in lungo. “Donetzk è stata una grande esperienza che mi ha insegnato molto. A Firenze mi sto divertendo molto nonostante la pioggia. Ho iniziato con le prove multiple a 13 anni. Quest’anno sono ancora incerta se disputare i Mondiali Juniores di Eugene o i Giochi del Commonwealth di Glasgow”, ha detto Morgan Lake.

Si difende bene la giovane azzurra Flavia Nasella, diciottesima con 2981 punti (14”69 nei 100 ostacoli vicino al personale nonostante un vento contrario di -1.7 m/s, 1.60 nell’alto, 9.61 nel peso, 25”32 nei 200).      


Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO