DIAMOND LEAGUE MENO DIECI GIORNI: INTERVISTA A VALERIE ADAMS

Valerie Adams campionessa
del mondo indoor a Sopot
(Fonte Colombo/Fidal)
A dieci giorni dall’inizio della IAAF Diamon League a Doha la lanciatrice di peso neozelandese Valerie Adams, una delle più popolari campionesse dell’atletica internazionale, ha parlato ai giornalisti via teleconferenza dalla sua sede di allenamento svizzera di Magglingen. Adams ha vinto tutto quello che c’è da vincere collezionando due titoli olimpici a Pechino e Londra, quattro ori mondiali all’aperto e tre successi iridati indoor. La pesista All-Black, imbattuta da 46 gare dall’Agosto 2010, debutterà in Diamond League a Doha Venerdì 9 Maggio nella prima tappa del circuito.
di Diego Sampaolo
 
 

Valerie, quali sono le tue aspettative in vista del meeting di Doha ?

“Mi aspetto un clima molto caldo. Ora mi sto allenando in Svizzera dove la temperatura non supera i 5°C. Non vedo l’ora di gareggiare a Doha. Non ho mai gareggiato a Doha all’aperto. E’ la prima volta che deebutto nella stagione all’aperto nell’emisfero nord così presto. Mi sto allenando bene e non vedo l’ora di iniziare la stagione della Diamond League a Doha.”

Che ricordi hai dei Mondiali Indoor di Doha 2010 ?  

“Erano Campionati del Mondo e non ho avuto l’occasione di visitare la città. Da quello che ho potuto vedere, ho avuto l’impressione di una città straordinaria appartenente ad un mondo diverso e ad una cultura diversa. Viaggiare il mondo e conoscere culture diverse sono due degli aspetti più belli della vita degli atleti. Non vedo l’ora di tornare a Doha.

Hai vinto la Diamond Race negli ultimi 3 anni. Hai in programma di gareggiare in tutti i 7 meeting nei quali è in programma il lancio del peso ?

“Questo è il mio programma se il mio fisico reggerà. Mi piace gareggiare nella Diamond League. Quest’anno non ci saranno Mondiali e Olimpiadi. I Giochi del Commonwealth saranno l’unico Campionato in proramma nel 2014. La Diamond League è una grande vetrina per l’atletica e un’opportunità di gareggiare contro i migliori del mondo”

Hai già vinto i Giochi del Commonwealth due volte. Cosa rappresenta per te vincere per la terza volta ?

“I Giochi del Commonwealth sono importanti per la Nuova Zelanda. Gareggiai ai miei primi Giochi del Commonwealth nel 2002 quando vinsi l’argento. Ero ancora junior. Fu un evento straordinario. Nel 2006 gareggiai a Melbourne vicino a casa. Nel 2010 vinsi il mio secondo titolo a New Dehli stabilendo il record della manifestazione. Sarà straordinario gareggiare ai miei quarti Giochi del Commonwealth”

Come procede la preparazione in vista della stagione dopo l’infortunio e l’operazione subita durante l’autunno ?

“Ho appena finito un periodo di preparazione di tre settimane in vista della stagione agonistica. Il mio fisico regge e le ginocchia non mi fanno più male. Sono in grado di fare quello che mi piace fare dopo 15 anni di carriera. Il mio fisico è ancora perfettamente integro.

Sei imbattuta da 46 gare. E’ una motivazione ulteriore ?

“Il mio obiettivo è continuare a incrementare la mia striscia vincente. Sarebbe un grande risultato arrivare a 50 gare senza sconfitte ma il mio obiettivo è incrementare la striscia vincente il più a lungo possibile. Amo questo sport e le sfide contro le migliori del mondo è una grande motivazione. Il giorno in qui mi svegliero e non avrò più voglia di fare quest’attività sarà il momento in cui deciderò di appendere le scarpe al chiodo”

Cosa ricordi del titolo mondiale juniores nel 2002 a Kingston ?

“Gareggiare ai Mondiali allievi e juniores è un momento importante nella carriera di ogni atleta. Queste manifestazioni sono un importante trampolino di lancio per futuri traguardi. Alle Olimpiadi e ai Mondiali la pressione è molto più alta ma è proprio nelle manifestazioni giovanili che un atleta impara a gestire le pressioni e l’attesa della gara nella call room. Ricordo ancora l’esperienza straordinaria dei Mondiali Juniores a Kingston. Gareggiare in questa manifestazione mi ha permesso di fare una grande esperienza in vista dei Giochi del Commonwealth di Manchester dove ho vinto la medaglia d’argento.

Quest’anno gareggerai a New York in Diamond League. Quali sono le cose che ami di più di New York ?

“Lo shopping. Amo New York. E’ una città che vive 24 ore. Mi piace Times Square e i negozi di vestiti a Victoria Street dove trovo sempre vestiti davvero cool.

Tuo fratello Steven giocherà i playoff NBA con Oklahoma City. Riesci a rimanere in contatto con lui ?

“Ci teniamo in contatto via mail ma è difficile rimanere in contatto per i nostri impegni di sportivi. Sono orgogliosa dei suoi successi”

 

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SPORTWAY LAGO MAGGIORE MARATHON: ATTENZIONE AL CAMBIO QUOTA!
CMP TRAIL: SI CORRE L’8 OTTOBRE!
TAGLIA, RITIRA LA MEDAGLIA E FA FINTA DI NULLA: VI DICO PERCHE’ HO RAGIONE IO
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO