RUTHERFORD PRIMATO BRITANNICO NEL LUNGO: 8.51

Greg Rutherford (foto Colombo/FIDAL)
Greg Rutherford campione
olimpico a Londra (Fonte Colombo/
Fidal)

Il britannico Greg Rutherford, campione olimpico del salto in lungo a Londra e vice campione europeo 2006 dietro a Andrew Howe, ha battuto il record britannico realizzando un eccellente 8.51 al meeting californiano di Chula Vista migliorando il suo precedente primato che deteneva insieme al connazionale Chris Tomlinson con 8.35.

“Sto tremando. Non riesco a credere a quello che ho realizzato. Ho aspettato molto tempo per arriavre ad un simile risultato”, ha detto Rutherford.
 
di Diego Sampaolo
 

Alle Olimpiadi Rutherford vinse con 8.31 nel Super Saturday britannico quando la Gran Bretagna vinse tre ori in 45 minuti grazie alle imprese di Jessica Ennis nell’eptathlon e di Mo Farah nei 10000 metri.

Greg Rutherford è cresciuto a Milton Keynes nelle Midlands.  Ha iniziato con il calcio seguendo le orme del bisnonno Jock Rutherford, calciatore del Newcastle con undici convocazioni  nella nazionale inglese. Il nonno giocò nelle file dell’Arsenal, grande club londinese della Premier League di calcio. Greg ha provato con il calcio facendo dei provini con l’Aston Villa, club prestigioso di Birmingham, a rugby e a badminton ma ha deciso di dedicarsi all’atletica. Una scelta premiata dall’oro olimpico a Londra.

Eccellente anche lo statunitense Tyron Stewart che ha realizzato 8.39, seconda migliore prestazione mondiale dell’anno. Il vice campione olimpico Will Claye ha realizzato 8.29 ma la sua misura è stata aiutata da un vento a favore di +4.1 m/s.  

Nello stesso meeting californiano Joe Kovacs ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno del lancio del peso con 21.47m (con tutti i sei lanci oltre i 21 metri).

Sempre negli Stati Uniti ha debuttato all’aperto il primatista del mondo del salto con l’asta Renaud Lavillenie che è tornato alle gare al meeting di Des Moines dopo l’infortunio subito in occasione del salto tentato a 6.21 che gli ha impedito di partecipare ai Mondiali Indoor di Sopot. In una gara disputata su una pedana allestita all’interno di un centro commerciale il campione francese ha vinto con 5.71 per un numero minore di errori rispetto al britannico Steve Lewis. Nella gara femminile la campionessa mondiale indoor 2014 Yarisley Silva ha vinto per un numero minore di errori a 4.68 sulla statunitense Kyle Hutson.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRIPAVIA ‘Special Edition’: Quante novità per domenica
CONTINUA IL VIAGGIO DI ANNA VERSO LA HUAWEI VENICEMARATHON 2017: RAGGIUNTI I 30K
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL