KIPCHOGE 2h05’00” A ROTTERDAM – FELEKE 2h05’41” A VIENNA

Eliud Kipchoge ha vinto la sua seconda maratona in 2h05’00” in occasione della ABN AMRO Marathon di Rotterdam alla sua terza apparizione sulla distanza dopo una straordinaria carriera in pista impreziosita dal titolo mondiale dei 5000 metri a Parigi 2003 davanti a Hicham El Guerrouj e Kenenisa Bekele e da due medaglie olimpiche su questa distanza (bronzo a Atene 2004 e argento a Pechino 2008).
di Diego Sampaolo

Kipchoge è passato in 44’27” ai 15 km, 1h02’41” alla mezza maratona e in 1h28’56” al 30 km. Kipchoge è transitato al 35 km in 1h43’29”, ancora in tabella di marcia per scendere sotto le 2h05’, anche se l’obiettivo di battere il record della gara di 2h04’27” detenuto da Duncan Kibet e James Kwambai (autori di un arrivo in volata memorabile nell’edizione 2009) è svanito nella parte conclusiva della gara a causa del vento. Al 37 km Kipchoge ha accumulato ancora un vantaggio di 15 secondi su Koech e Kipyego.

Lo scorso anno Kipchoge debuttò con una vittoria a Amburgo in 2h05’30” prima di realizzare il sesto tempo di sempre in maratona a Berlino con 2h04’05” nella gara del record mondiale di Wilson Kipsang.

Kipchoge ha battuto i compagni di allenamento Bernard Koech (2h06’07) e Bernard Kipyego (2h07’57”). Quarto posto per l’etiope Deriba Robi che ha mancato il podio per quattro secondi. Questi tre campioni si sono allenati insieme sotto la guida di Patrick Sang, due volte medagliato ai mondiali sui 3000 siepi.

 “Se avessimo corso più velocemente nella prima parte, avrei potuto scendere sotto le 2h05” ma sono contento. Mi è piaciuto il percorso e ho ricevuto molto sostegno lungo il percorso”, ha detto Kipchoge

L’etiope Abebesh Atework ha conquistato il successo nella gara femminile in 2h27’50” nonostante un problema ad un rifornimento nella prima parte della gara davanti alla connazionale Guteni Schone, seconda in 2h30’23”. Terza la namibiana Beata Naigambo in 2h31’00”

Circa 35000 corridori hanno preso parte alla maratona olandese comprendendo anche la 10 km e la mini run per i bambini

Maratona di Vienna: Getu Feleke 2h05’41”

L’etiope Getu Feleke ha conquistato il successo alla Maratona di Vienna malgrado un problema allo stomaco battendo il record del percorso con 2h05’41” con il quale ha fatto meglio rispetto al precedente primato della manifestazione detenuto dal keniano Henry Sugut che conquistò il secondo dei suoi tre successi nel 2012 in 2h06’58”.

Al 21 km sono rimasti in sei Feleke e cinque keniani. Il gruppo di testa é transitato a metà gara in 1h02’42” in vantaggio sulla tabella di marcia per battere il record. La gara si é decisa al 30 km quando dopo un passaggio in 1h28’48 Feleke ha prodotto l’attacco decisivo.

Alfred Kiering ha tagliato il traguardo in 2h08’38” con un distacco di quasi tre minuti rispetto al vincitore

Con la sua vittoria Feleke ha interrotto l’egemonia del Kenya che durava dal 2007.

“Vienna mi porta fortuna. Non è il mio record ma è una grande vittoria”, ha detto feleke che ha un personale di 2h04’50 stabilito a Rotterdam.

Prima vittoria in carriera nella gara femminile per la tedesca Anna Hahner che ha battuto negli ultimi 300 metri l’affaticata Caroline Chepkwony chiudendo la fatica in 2h28’59” Hahner, che in carriera vanta un personale di 2h27’55” stabilito a Francoforte lo scorso Ottobre, è allenata insieme alla sorella gemella (anche lei maratoneta di buon livello) da Renato Canova.

“L’ho superata a 300 metri dalla fine e non sono più guardata indietro. Durante la gara mi sono trovata in quarta posizione e pensavo che raggiungere il podio sarebbe stato un successo”, ha detto Hahner

Chepkwony ha tagliato il traguardo in seconda posizione in 2h29’18.

La maratona di Vienna ha fatto registrare un numero record di 42000 partecipanti provenienti da 127 paesi comprendendo tutte le competizioni inserite nel programma della popolare corsa della capitale austriaca.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Ivars Tre Campanili Half Marathon: aperte le iscrizioni
Fly-Up Sport 2018: sei prove tra conferme e novità
Quante novità per il Firenze Urban Trail
Abbigliamento Accessori Calzature
Garmin Forerunner® 645 Music: tecnologia e musica per tutti i runner
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS