LA PRESENTAZIONE DEI MONDIALI DI MEZZA MARATONA DI COPENHAGEN

Valeria Straneo (Colombo/FIDAL)
Valeria Straneo seconda
ai Mondiali di Mosca
(Fonte Colombo/Fidal)
Si svolge Sabato a Copenaghen il Campionato del Mondo di mezza maratona. E’ la seconda volta nella storia della manifestazione inaugurata nel 1992 con l’edizione di Newcastle upon Tyne che la rassegna iridata della mezza maratona si svolge in primavera. L’unico precedente di un mondiale di mezza maratona organizzato in primavera risale infatti al 2002 quando la manifestazione si svolse a Bruxelles.
di Diego Sampaolo
 
 

L’eritreo Zersenay Tadese, l’atleta che ha collezionato più titoli nella storia della manifestazione con cinque vittorie conquistate nel 2006 (quando si corse sulla distanza dei 20 km), 2007 nell’edizione italiana di Udine, 2008, 2009 e nell’ultima edizione di Kavarna nel 2012. Tadese detiene il record del mondo con il fantastico 58’23” realizzato a Lisbona quattro anni fa e il record dei campionati ottenuto a Udine con 58’59”.

Nella capitale danese Tadese avrà come principale avversario il keniano Wilson Kiprop, l’unico in grado di batterlo in questa manifestazione nella città cinese di Nanning nel 2010. Il ventiseienne Kiprop detiene cinque prestazioni sotto l’ora e un miglior tempo di 59’15” e vanta una vittoria alla Roma Ostia del 2013. Quest’anno si è classificato terzo alla mezza maratona di ras Al Kaimah in 59’45”.

Nella storia dei Mondiali di mezza maratona l’unico altro atleta in grado di vincere più di un titolo è Paul Tergat nel 1999 a Palermo e nel 2000. L’albo d’oro dei campioni che hanno scritto la storia di questa rassegna include nomi prestigioni della corsa resistente come Haile Gebrselassie, Khalid Skah, Stefano Baldini (unica vittoria italiana nel 1996 a Palma di Maiorca) e Moses Tanui.

Oltre a Tadese l’Eritrea presenta una squadra fortissima che annovera Nguse Amsolom, secondo quest’anno a Ras Al Kaimah in 59’39” in una gara super dove ben otto uomini sono scesi sotto il muro dell’ora e Samuel Tsegay, che si è classificato quinto nell’edizione del 2010 contrinuendo al secondo posto della squadra eritrea nella classifica per nazioni.

La squadra favorita per il titolo a squadre è il Kenya che annovera nomi prestigiosi come Geoffrey Kipsang, campione del mondo juniores di cross nel 2011 e autore del miglior tempo mondiale del 2013 con il fantastico 58’58” ottenuto a Ras Al Kaimah, Robert Chemosin, vincitore alla mezza maratona di Udine 2012, Simon Cheprot e Kenneth Kipkemoi. Nella storia dei mondiali il Kenya ha vinto dieci titoli individuali e sei vittorie a squadre consecutive

Daniele Meucci, bronzo agli Europei di Barcellona 2010 e argento nella stessa manifestazione continentale nel 2012 a Helsinki, guida la squadra maschile italiana che include Gianmarco Buttazzo, Jamel Chatbi e Simone Gariboldi.

Il Kenya è pronto a dominare anche a livello femminile proseguendo la storia gloriosa in questa manifestazione. Negli ultimi vent’anni il paese africano ha vinto cinque titoli individuali, compresa la tripletta di Tegla Lourupe tra il 1997 e il 1999 e otto successi a squadre.

La stella della squadra keniana a Copenhagen é Lucy Wangui che ha stabilto il miglior tempo mondiale dell’anno del 2013 con un eccellente 1h06’09” stabilito a Ras Al Khaimah, sesto miglior tempo di sempre. Wangui vanta anche la medaglia d’oro sui 10000 metri ai Giochi del Commonwealth del 2006 a Melbourne prima di dedicarsi con successo alle corse su strada nel 2011 vincendo quattro mezze maratone su cinque gare disputate con successi prestigiosi alla Great North Run e a New Dehli. La squadra keniana annovera anche la medaglia d’argento dei Mondiali di Mosca sui 10000 metri e ha stabilito il personale sulla mezza con 1h06’48”, Mary Wacera Ngugi, che ha vinto la recente 10 km di San Juan con 32’06” (primato personale), la finalista iridata dei 10000 metri Sally Chepyego, che ha stabilito il proprio record con 1h08’24” in Giappone dove vive e Mercy Kibarus (1h08’18” di personale).

L’Etiopia presenta una squadra forte con Netsanet Kebede, terza all’ultima Roma Ostia in 1h08’53” e Genet Yalew, argento ai Mondiali di cross nella gara juniores nel 2011.

L’Italia si presenta con una squadra forte soprattutto a livello femminile dove potrà contare sulla vice campionessa mondiale della maratona Valeria Straneo, vincitrice alla mezza maratona Giulietta e Romeo di Verona in 1h09’45” e sesta nell’ultimo test sulla distanza a Lisbona. Mancherà purtroppo la campionessa europea di maratona Anna Incerti che ha dovuto dare forfeit a poche ore dalla partenza. La squadra azzurra conterà anche sull’apporto di Nadia Ejjafini, Veronica Inglese e Fatna Maraoui.

Contemporaneamente alla gara maschile si disputerà la gara popolare non competitiva che prevede la partecipazione di 25000 corridori.  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SI TERRA’ DOMENICA 12 NOVEMBRE 2017 A MILANO LA TERZA EKIRUN
STEFANO VELATTA TOP RUNNER DELLA COAST TO COAST 59KM
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE