ELEONORA GIORGI DALL’UNIVERSITA’ BOCCONI AL PODIO DI LUGANO

Il podio della gara femminile del
Lugano Trophy (Fonte Colombo/Fidal)

Lugano ha celebrato una bella edizione del Memorial Mario Albisetti in una giornata di sole quasi estivo. La tradizionale gara ticinese valida per il Challenge IAAF di marcia ha sorriso alla ventiquattrenne lombarda Eleonora Anna Giorgi che si è classificata seconda in 1h27’29” al termine di un bellissimo testa a testa con la cinese Liu Hong, medaglia d’argento iridata a Daegu e due volte bronzo a Berlino e Mosca.

di Diego Sampaolo

La marciatrice azzurra, quattordicesima alle Olimpiadi di Londra dove realizzò il suo precedente primato personale con 1h29’48” e decima ai Mondiali di Mosca, ha eguagliato la terza migliore prestazione italiana all-time di Erika Alfridi che fece segnare lo stesso tempo a Dudince in Slovacchia nel 2001. La lista italiana di sempre è guidata da Elisabetta Perrone con 1h27’09, tre soli secondi meglio di Elisa Rigaudo che ottenne 1h27’12 in occasione del bronzo olimpico di Pechino.

Interessante la storia della terza classificata Anezka Drahotova, giovane atleta della Repubblica Ceca che lo scorso anno vinse la 10 km di marcia agli Europei Juniores di Rieti superando la gemella Eliska, medaglia di bronzo. Nella stessa rassegna in terra sabina si è classificata nona nei 3000 siepi disputati dopo aver vinto la marcia. Poche settimane dopo ha fatto parte della squadra della Repubblica Ceca ai Mondiali di ciclismo di Firenze. Nella gara ticinese Drahotova ha migliorato il suo record personale con 1h28’13” dopo aver comandato per buona parte della gara.

Grande la felicità di Eleonora Giorgi, laueranda in Economia alla Bocconi di Milano con due esami da superare per arrivare alla specializzazione dopo la laurea triennale.

“E’ un onore eguagliare una grande della marcia italiana come Erica Alfridi che rappresenta per me un esempio. Spesso mi dà consigli. A differenza delle gare del passato quando partivo nel gruppo e rimontavo nel finale, oggi ho impostato una gara di testa e questo mi ha dato una bella sensazione. Mi ha galvanizzato sentire il tifo del pubblico lungo il percorso. Sono contenta perché sono riusita a migliorare il mio personale sui 10 km in entrambe le frazioni con 44’14” e 45’15”. Avevo u personale di 45’19” stabilito nel 2012. Nel 2014 inseguo obiettivi alla Coppa del Mondo di Taicang e agli Europei di Zurigo ma penso anche a laurearmi alla Bocconi in Economia. Mi mancano ancora due esami. Il tempo di oggi fa sognare in vista di Zurigo ma sono consapevole che devo ancora lavorare tanto in allenamento”, ha detto Eleonora Giorgi.

L’ucraino Ruslan Dmytrenko si è aggiudicato la gara maschile superando nel chilometro finale il quarto classificato delle Olimpiadi di Londra Cai Zelin (Cina) battendo il suo record personale con 1h20’08”. Cai Zelin, allenato da Sandro Damilano, ha tagliato il traguardo in 1h20’31” precedendo il vincitore della Coppa del Mondo 2010 Matej Toth della Slovacchia (1h20’42), il tre volte medagliato olimpico Jarred Tallent (1h20’55”) e il campione del mondo della 50 km di Mosca Robert Heffernan (1h20’57”). Buona gara dello specialista azzurro della 5 km Marco De Luca che è stato il migliore degli italiani in decima posizione in 1h23’24.

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video