L’ATLETICA INTERNAZIONALE DAGLI NCAA STATUNITENSI ALL’INIZIO DELLA STAGIONE AUSTRALIANA

La stagione indoor non è ancora finita nonostante sia passata una settimana dai Mondiali di Sopot. Come da tradizione sono i Campionati Universitari statunitensi NCAA di Albuquerque a concludere la stagione al coperto internazionale.
di Diego Sampaolo


Come nelle passate edizioni la rassegna dei migliori atleti dei college statunitensi ha rivelato nuovi nomi interessanti per il futuro. Nella prima giornata si sono messi in evidenza i velocisti sui 200 metri, distanza che non si corre più a livello di Mondiali e Europei indoor ma sempre in grado di offrire prestazioni di prestigio. Nella prima serie dei 200 metri Derrick Dukes ha fermato il cronometro in 20”34 ma Diondre Butson ha risposto vincendo la seconda serie in 20”32, nuova migliore prestazione mondiale del 2014 e tempo più veloce degli ultimi sei anni. In evidenza anche l’ex campione del mondo allievi Arman Hall (20”55) e Tyreek Hill (20”57) e Brian Hortelano che ha battuto il record spagnolo indoor con 20”75. Nei 200 metri femminili c’era attesa per la primatista stagionale Kamaria Brown ma un infortunio alla coscia le ha impedito di concludere la finale vinta da Dezerea Brown con 22”69.

La seconda migliore prestazione mondiale dell’anno è arrivata dalla medaglia di bronzo dei mondiali juniores 2012 Jarrion Lawson che ha migliorato il suo record del salto in lungo due volte portandolo prima a 8.10 e poi a 8.39. Buono anche il 2.32 nel salto in alto di James Harris nel salto in alto. La britannica Lorraine Ugen ha vinto il lungo femminile battendo il suo personale con 6.73. Nelle batterie dei 60 metri maschili spicca il 6”54 di Cameron Burrell, figlio dell’ex primatista mondiale dei 100 metri e di Diondre Batson. Leon Lendore di Trinidad and Tobago ha realizzato il miglior tempo delle batterie sui 400 metri con 45”60-

Record mondiale juniores dei 60 ostacoli di Belocian

Contemporaneamente ai Mondiali Indoor di Sopot si sono svolti i Campionati Francesi Indoor Juniores dove Wilhelm Belocian ha realizzato il record mondiale under 20 dei 60 ostacoli con ostacoli da 99 cm correndo in 7”48. Lo scorso anno il transalpino sconfisse l’azzurro Lorenzo Prini nella finale dei 110 ostacoli degli Europei Juniores di Rieti

Meeting Outdoor di Sydney:

Mentre negli Stati Uniti si stanno consumando le ultime battute della stagione indoor, nell’Emisfero Australe si accendono le prime fiammate dell’atletica outdoor 2014 con i meeting australiani che porteranno alla tappa inaugurale del World Challenge IAAF di Melbourne

Tre campioni del mondo in carica di Mosca 2013 hanno aperto la loro stagione all’aperto con una vittoria. Lashawn Merritt non ha gareggiato sulla distanza dei 400 dovesi è lauretao campione del mondo la scorsa estate al Luzniki di Mosca ma sui 200 metri dove ha realizzato un buon 20”42.

David Oliver ha aperto la sua stagione outdoor sui 110 ostacoli vincendo in 13”38, mentre Eunice Sum si è imposta sugli 800 metri in 2’01”20.

Il risultato più significativo del meeting di Sydney è arrivato dalla campionessa del mondo del lancio del disco di Berlino 2009 Dani Samuels che ha realizzato il suo secondo miglior lancio stagionale con 65.18 m dimostrando di essere tornata su eccellenti livelli dopo alcune stagioni di appannamento. Due settimane fa la discobola australiana ha realizzato la misura di 65.59m, che la piazza al secondo posto delle liste mondiali stagionali dietro al favoloso 70.51 della campionessa olimpica, mondiale e europea Sandra Perkovic.

Giochi Sudamericani di Santiago del Cile

Il risultato di maggiore spicco dei Giochi Sudamericani di Santiago del Cile è stato il 45”03 con il quale il finalista dei Mondiali di Mosca Anderson Henriques si è imposto sui 400 metri. Henriques, ottavo a Mosca 2013 dopo aver corso la semifinale in 44”95. Il record sudamericano è detenuto dal brasiliano Sanderlei Parrela e risale alla finale dei Mondiali di Siviglia 2009 dove Michael Johnson realizzò il record del mondo con 43”18 tuttora imbattuto.

Nel salto in lungo è tornato ad esprimersi  oltre gli 8 metri l’ex campione mondiale e olimpico Irving Saladino che si è imposto con un salto da 8.16m davanti al brasiliano Mauro Vinicius Da Silva, che solo una settimana fa ha vinto il suo secondo titolo mondiale indoor del lungo consecutivo con la misura di 8.28. Panama ha festeggiato una giornata storica vincendo altri due titoli con Yvette Lewis nei 100 ostacoli in 13”11 e l’ex medaglia d’argento iridata dei 200 metri Alonzo Edwards che si è aggiudicato il titolo dei 100 metri in 10”23. l’ex campionessa del mondo del salto con l’asta Fabiana Murer ha vinto il titolo ma non è andata oltre la misura di 4.40 una settimana dopo il quarto posto ai Mondiali di Sopot con 4.70m.

 

 

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video