WHITING E BROERSEN I PRIMI CAMPIONI MONDIALI DI SOPOT 2014

La prima giornata dei Campionati del Mondo Indoor di Sopot ha assegnato i primi due titoli andati al pesista statunitense Ryan Whiting al termine di un bel duello con il giovane tedesco David Storl e alla specialista delle prove multiple Nadine Broersen nel pentathlon femminile.
di Diego Sampaolo


Per Whiting si tratta del secondo titolo iridato indoor consecutivo due anni dopo il successo di Istanbul con la misura di 22 metri. Come due anni fa in Turchia il gigante statunitense ha vinto il duello con Storl prendendosi la rivincita sul tedesco che lo aveva sconfitta ai Mondiali all’aperto di Mosca.

Whiting ha aperto con 20.89m al primo tentativo ma Storl gli ha risposto nello stesso roundcon 21.35m. Whiting ha risposto scagliando l’attrezzo a 21-47 ma il ventitreenne tedesco si è ripreso la testa con 21.79.
L’ennesimo capitolo della rivalità tra lo statunitense e il tedesco ha raggiunto il momento più alto quando Whiting ha superato la fettuccia dei 22 metri per la sesta volta in carriera con un lancio da 22.05m.
Con l’oro di Whiting gli Stati Uniti hanno vinto il sesto titolo mondiale consecutivo in questa rassegna. Whiting conduce 7-4 negli 11 scontri diretti con Storl.

Whiting,che ha studiato ingegneria civile presso la Arizona State University, si é rivelato come un grande talento fin dai tempi dell’università vincendo ben sei titoli NCAA (tre indoor e due outdoor nel peso e uno nel disco). Nell’ultimo anno a livello universitario é stato in grado di vincere peso e disco sfiorando il record dei Campionati NCAA del peso di tre centimetri con la misura di 21.97m.

Whiting é nato in Pensylvania a Harrisburg.  E’ sposato con Ashley dal 2011 e ha due fratelli Evan e Ross.

La Nuova Zelanda sta diventando la nuova patria del lancio del peso grazie ai successi olimpici e mondiali di Valerie Adams. Anche in campo maschile il paese degli All Blacks ha trovato un giovane campione in grado di proseguire la tradizione. Si tratta di Tom Walsch che con una bordata da 21.26 ha gelato le speranze del numeroso pubblico della Ergo Arena che attendeva la medaglia da Tomas Majewski che aveva il bronzo appeso al collo fino al quinto tentativo grazie ad un lancio da 21.04.

“La Polonia è un posto dove amo gareggiare. Sono venuto in questo paese ben sei volte. La rivalità con David sta diventando una delle più grandi della storia della specialità. Ci siamo sfidati in quattro mondiali e in un’Olimpiade. L’anno scorso mi sconfisse a Mosca. Questa volta sono riuscito a eseguire tutto alla perfezione”, ha detto Whiting

Da sottolineare la presenza in finale di due atleti di origine italiana nella finale del peso come l’argentino German Lauro, sesto con 20.50 e il sudafricano di origini mantovane Orazio Cremona, settimo con 20.49
Di notevole livello anche il pentathlon femminile svoltosi tutto nell’arco di una giornata. La grande protagonista della giornata alla Ergo Arena è stata l’olandese Nadine Broersen che ha vinto il primo titolo della sua carriera dopo la delusioni dell’anno scorso quando venne squalificata durante gli 800 metri finali agli Europei Indoor di Goteborg.

L’olandese ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con 4830 punti, risultato impreziosito dallo splendido record nazionale del salto in alto di 1.93m. e da altri grandi risultati di grande livello come 8.32 nei 60 ostacoli, il nuovo personale di 14.59 nel peso. Ha concluso la sua giornata con 6.17 nel lungo e 2’14”97 negli 800 metri.

L’oro della Broersen premia il lavoro della scuola olandese delle prove multiple che negli ultimi anni sta salendo sempre di più grazie ai risultati di Eelco Sintnicolaas, campione europeo indoor 2013 a Goteborg e della giovanissima Dafne Schippers, medaglia di bronzo ai Mondiali di Mosca nell’eptathlon e campionessa mondiale juniores 2010 a Moncton, nonché velocista di ottimo livello in grado di vincere il titolo europeo under 23 sui 100 metri a Tampere.

Brianne Theisen Eaton ha conquistato il secondo argento iridato dopo quello all’aperto di Mosca  con il nuovo record canadese di 4766 punti nella giornata che ha visto suo marito brillare nell’eptathlon. L’Ucraina Alina Fodorova è salita sul terzo gradino del podio con 4724 punti.

 Ashton Eaton ha concluso la prima giornata dell’eptathlon con 2.06 nell’alto e 14.88 nel peso  e ha finito la prima giornata con 3653 punti, perfettamente in tabella di marcia per battere il record mondiale da lui stesso stabilito due anni fa a Istanbul con 6645 punti.

Il bielorusso Andrei Krauchanka vola a 2.21 nella prova dell’alto stabilendo la miglior prestazione in una gara di alto mai realizzata nel contesto di una gara di alto all’interno di un eptathlon indoor e conclude la prima giornata con 3583 punti davanti all’ucraino Oleksiy Kasyanov (3516 punti)

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video