TUSCANY TRAINING CAMP: UN LUOGO D’ECCELLENZA PER GLI ATLETI

Ci sono luoghi che sembrano fatti apposta per essere attraversati di corsa. Uno di questi si trova nel verde territorio nei dintorni di Siena, a San Rocco a Pilli, una frazione del Comune di Sovicille, immerso tra dolci colline, boschi lussureggianti e campi di girasole. Un posto con una spiccata vocazione turistica, per la vicinanza con la città del Palio, le Terme di Petriolo e i caratteristici centri che hanno diffuso nel mondo la migliore immagine del Made in Italy.

Nasce proprio durante una corsa il progetto Tuscany Training Camp: l’ideatore è Giuseppe Giambrone, atleta e allenatore Fidal, che, ripercorrendo giorno dopo giorno i tracciati di allenamento, pensa sia giunto il momento per rendere il più possibile condivisibile questi doni della natura. Ne sposano subito l’idea il Prof. Marco Bonifazi, medico dello Sport, fisiologo, coordinatore del centro studi e ricerche Federazione Italiana Nuoto e il Prof. Tommaso Ticali, allenatore di Massimo Vincenzo Modica e Anna Carmela Incerti – rispettivamente Vice Campione del Mondo 1999 e campionessa Europea 2010 di Maratona.

Lo scopo è quello di creare un Training Camp e una base logistica di eccellenza in Italia e precisamente nella Frazione di San Rocco a Pilli, Comune di Sovicille, mettendo a disposizione di giovani talenti e di Campioni affermati nel mezzofondo e fondo, appartenenti a qualsiasi nazionalità, manager o squadra, un servizio completo dal punto di vista ambientale, logistico-organizzativo, sanitario, psicologico, fisioterapico, assistenziale anche sul campo, etc. Il tutto a costi agevolati e/o gratuito. In questi luoghi hanno vissuto e si sono allenati atleti del calibro di Said Aouita, Venuste Niyongabo, Brahim Boutayeb, Abdelkader El Mouaziz, Diomede Chisahaio, e tantissimi altri che hanno segnato la storia dell’atletica mondiale.

Attualmente nel centro sono seguiti atleti del calibro di Boniface Toroitich Kiprop di 28 anni (con un primato personale di 26’39’’ nei 10.000 m, campione mondiale juniores e 4° alle Olimpiadi di Atene nei 10.000 m,  in ripresa dopo un grosso infortunio); l’ugandese Wilson Busienei di 32 anni, attualmente in forte recupero; Moses Kibet di 22 anni, già qualificato per i Mondiali di Mezza Maratona di Copenaghen del 29 marzo (personal best di 13’15’’ nei 5.000 m e 3^ qualificato ai Mondiali di Cross Juniores); Zackaria Kiprotich di 19 anni (personal best di 5′ 37” nei 2000 m siepi e 3^ ai campionati del mondo giovanili nei 2000 m siepi); il keniano John Kosgei di 20 anni, vincitore della Scalata al Castello di Arezzo del 2013; Linet Chebet Toroitich di 22 anni, sorella di Boniface Toroitich Kiprop, campionessa ugandese di corsa campestre 2014; il keniano Maritim Philimon di 26 anni, primato di 13′ 32” nei 5000 m e l’italiano Yohanes Chiappinelli, campione italiano allievi (quest’ultimo seguito solo da un punto di vista sanitario); 

Gli altri atleti che faranno parte della struttura o che semplicemente verranno ad allenarsi avranno la possibilità di essere costantemente monitorati con test di valutazione funzionali, esami strumentali, diagnostici, ematologici, fisioterapici e di essere assistiti e curati da specialisti e fisioterapisti di livello, anche in équipe per lo studio di particolari casi clinici. Le spese per l’alloggio, il vitto e l’assistenza sanitaria saranno interamente a carico della struttura per quanti decideranno di farsi seguire tecnicamente dallo staff e alle condizioni che si stabiliranno con l’atleta e il proprio manager. Costi agevolati per tutti gli altri atleti che concorderanno altre forme di collaborazione (periodi di allenamento specifici, ecc…). A loro disposizione, percorsi diversificati per ogni tipo di allenamento, dallo sterrato, all’asfaltato, all’erboso, oltreché percorsi collinari con pendenze variabili all’interno della riserva naturale dell’Alta Val di Merse. Possibilità, inoltre, di allenamento in altura grazie alla vicina presenza del Monte Amiata (50’ da San Rocco a Pilli) e su pista grazie alla vicinanza con la pista di atletica di Siena e di Abbadia San Salvatore.

Senza dimenticare i momenti di relax e di rigenerazione resi possibili dalle Terme di Petriolo (10’ da San Rocco a Pilli) con le sue sorgenti di acqua termale calda fino a 43° e il fiume con acqua fredda, ideale per poter effettuare in maniera naturale la terapia del caldo/freddo utile a prevenire infortuni e a velocizzare i tempi di recupero psicofisico.

Il Tuscany Training Camp si distingue per la sua spiccata vocazione sociale in quanto basato sul reinvestimento degli utili nella ricerca medico-sportiva e nella formazione degli atleti, anche grazie alla ricerca di partnership con analoghe strutture già presenti o tutt’ora in fase progettuale in Africa.

Il centro si propone inoltre di essere un luogo di incontro anche per gli amatori e le loro famiglie che vogliano abbinare la vacanza con campioni internazionali a quella in un luogo meraviglioso come quello della Toscana. A tale scopo saranno organizzati tour turistici e visite guidate anche nelle cantine del Brunello di Montalcino, incentivando il turismo locale.

Nei prossimi numeri scopriremo le strutture tecnico-sanitarie (gli studi medici specialisti e fisioterapici) e ricettive (Hotel Castello e Ristorante I Girasoli) a disposizione degli atleti. Avremo, inoltre, tanti approfondimenti sul Training Camp che sta già sorgendo in Uganda in collaborazione con la struttura di San Rocco a Pilli e il sostegno della Federazione Nazionale Ugandese di atletica leggera.

Per maggiori informazioni, dettagli sui servizi e modalità di accoglienza, visita il sito www.tuscanytrainingcamp.org.

 

 

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video