LA PAROLA AI PROTAGONISTI ALLA VIGILIA DEI MONDIALI DI SOPOT

IAAF World Indoor Championships 2014 - Sopot ()Alla vigilia dei Campionati Mondiali Indoor alla Ergo Arena di Sopot alcuni dei protagonisti più attesi della rassegna iridata hanno parlato ai rappresentanti dei media di tutto il mondo dei loro obiettivi per questo fine settimana che si preannuncia incandescente e ricco di gare emozionanti.
di Diego Sampaolo


Una delle stelle più attese é la giovane fuoriclasse etiope Genzebe Dibaba che ha riscritto la storia del mezzofondo indoor femminile battendo i record del mondo dei 1500 e dei 3000 metri e delle 2 miglia. L’obiettivo per il fine settimana é focalizzato sulla vittoria e non sul tempo nonostante i 50000 dollari di premio per chi batterà un record del mondo a Istanbul. La più giovane delle sorelle Dibaba non difenderà il titolo dei 1500 metri vinto a Istanbul ma sarà al via domani mattina nelle batterie dei 3000 metri (contro l’azzurra Margherita Magnani).

“Non inseguo record ma voglio vincere. Solo dopo la batteria di Venerdì mattina penserò alla finale. Quest’anno la mia preparazione è stata incentrata sui 3000 metri. Due anni fa volevo doppiare correndo 1500 e 3000 metri dopo aver vinto il titolo dei 1500 metri ma le batterie delle due gare si svolgevano nello stesso giorno e ho dovuto fare una scelta. Quest’anno ho deciso di correre i 3000 metri con l’obiettivo di fare qualcosa di grande per il mio paese”

Genzebe Dibaba vinse il suo primo titolo mondiale nel 2008 quando si impose nella gara juniores dei Mondiali di Cross di Edimburgo pochi minuti prima che la sorella maggiore Tirunesh completasse il trionfo di famiglia vincendo il titolo seniores. Successivamente Genzebe ha rivinto il titolo mondiale di cross juniores nel 2009 prima di laurearsi campionessa del mondo juniores dei 5000 metri a Moncton 2010  Due anni fa ha conquistato il successo ai Mondiali Indoor di Istanbul sui 1500

“Fin dal mio esordio il mio obiettivo è sempre stato quello di emulare mia sorella. Tirunesh è sempre stata la mia fonte di ispirazione. Non ho raggiunto ancora il suo livello ma mi sto avvicinando. Quest’anno non mi aspetattavo di battere il record del mondo. Volevo correre semplicemente un grande tempo”.
Una delle altre stelle più attese della rassegna di Sopot è l’ostacolista australiana Sally Pearson che proverà a bissare il successo di due anni fa a Istanbul dove fermò il cronometro in 7”73, ad u centesimo di secondo dal record dei campionati stabilito da Lolo Jones a Doha 2010.

La campionessa olimpica dei 100 ostacoli arriva a questo appuntamento in grande forma dopo aver corso i 100 ostacoli in 12”59 a Perth e i 60 ostacoli in 7”79 al Meeting Istaf Indoor di Berlino di settimana scorsa.
“Gli allenamenti stanno procedendo bene e correre 12”59 alla prima gara mi dà molta fiducia. No so se sono in forma per battere il record del mondo di Susanna Kallur (7”68). La gara di Berlino non è stata perfetta anche perché sto lavorando sulla tecnica solo da alcune settimane. L’anno scorso è stato molto difficile a causa di due infortuni alla coscia che hanno frenato la mia preparazione ma sono riuscita a vincere la medaglia d’argento a Mosca. H cambiato allenatore con l’obiettivo di rafforzare la muscolatura della coscia prima di iniziare la preparazione specifica di tecnica sugli ostacoli.

Una delle gare dove potrebbe cadere il record del mondo è l’eptathlon maschile dove il campione olimpico e mondiale Ashton Eaton insegue il secondo titolo iridato al coperto e il quarto record di fila dell’eptathlon in quattro gare consecutive. Sarà una gara particolare perché contemporaneamente sarà impegnata sua moglie Brianne Theisen Eaton che lo scorso anno ha vinto la medaglia d’argento a Mosca gareggiando per il Canada.

“Il nostro allenatore Harry Marra sarà la persona più stanca di tutti domani”, ha detto scherzando il primatista del mondo del decathlon. E’ la prima volta che gareggeremo a pochi metri l’uno dall’altro. Il fatto di sentirci come a casa aiuterà a migliorare le nostre performanc”, ha detto Eaton.

Per Eaton sarà l’unica gara della stagione nelle prove multiple perché quest’estate proverà per la prima volta i 400 ostacoli per prendersi una pausa dalle fatiche del decathlon dove tornerà a cimentarsi nel 2015.
“Amo gli ostacoli e i 400 metri e per quest’anno ho scelto di provare i 400 ostacoli.Ho bisogno di prendermi una pausa dal decathlon in una anno che non prevede né mondiali né Olimpiadi.

Lascia un commento

Freelifenergy
Come dimagrire con la corsa: scopri i programmi di allenamento!
L’importanza dell’alimentazione e dell’integrazione post allenamento
Ferro con Vitamina C Matt: ridurre la stanchezza e l’affaticamento è facile come bere un bicchiere d’acqua
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video