LABHABI TRIONFA ALLA ROMA OSTIA IN 59’25”

Aziz Lahbabi (foto Roberto Tedeschi/ Uff. Stampa RomaOstia)
Labhabi trionfa alla Roma Ostia (Foto
Organizzatori)

Il ventunenne marocchino Aziz Lahbabi, rivelatosi nel 2010 con la medaglia di bronzo ai Campionati del Mondo Juniores di Moncton 2010 sui 5000 metri, ha aggiunto il suo nome al prestigioso albo d’oro della Roma Ostia nella quarantesima edizione della prestigiosa mezza maratona capitolina da Via Cristoforo Colombo a Ostia.

di Diego Sampaolo



Lahbabi ha fatto segnare un eccellente 59’25”, che ha abbassato la miglior tempo dell’anno precedentemente detenuta dall’etiope Feysa Lelisa con il 59’36” realizzato a Ras Al Kaimah a metà Febbraio. E’ il tempo più veloce mai fatto registrare da un atleta africano sulla mezza maratona non proveniente dal Kenya e dall’Etiopia. Il magrebino ha mancato di appena dieci secondi il record della Roma Ostia stabilito l’anno scorso dall’ex campione del mondo della mezza maratona Wilson Kiprop.

Lahbabi è noto al pubblico degli appassionati italiani per essere arrivato terzo all’ultima Boclassic di Bolzano alle spalle di Imane Merga e Wilson Kiprop.

Lahbabi ha lanciato l’attacco decisivo dopo il 15 km quando ha iniziato a piovere. Di grande livello le prestazioni cronometriche che sono valse il primato personale all’etiope Hunegnaw Mesfin (59’39) e al keniano Titus Masai (59’41”). Simon Cheprot, terzo lo scorso anno, ha tagliato il traguardo in quarta posizione in 1h00’05” davanti al secondo classificato della passata edizione Robert Chemosin, quinto quest’anno in 1h00’24”.

Jamel Chatbi della Riccardi Milano è stato il migliore degli italiani in dodicesima posizione in 1h02’38”, cinque piazzamenti meglio di Domenico Ricatti, diciassettesimo con il primato personale di 1h03’47”.

Caroline Chepkwony ha vinto allo sprint la gara femminile in 1h08’48” precedendo di tre secondi la favorita Sharon Cherop, prima alla maratona di Boston 2012 e seconda a quella di Berlino 2013 e bronzo ai Mondiali di Daegu 2011.
Buona prova della due volte vincitrice della Roma Ostia Anna Incerti che con il settimo posto in 1h10’16” ha mancato di sei secondi il suo personale stagionale stabilito alla Mezza Maratona Giulietta e Romeo di Verona. La siciliana, mamma di Martina nata nel Maggio scorso, è stata preceduta dalle etiopi Netsanet Gudeta Kebede e Shure Ware, rispettivamente terza e quarta al traguardo con lo stesso tempo di 1h08’53” e dall’ungherese Krisztina Papp, migliore europea in quinta posizione in 1h09’50. 
Delle altre italiane di punta in gara ricordiamo l’undicesimo posto di Fatna Maraoui (1h13’18”) e il diciottesimo posto di Deborah Toniolo (1h15’29).

 

 

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video