VERSO SOPOT: IL MEGLIO DEI CAMPIONATI NAZIONALI DA TUTTO IL MONDO

Non solo Campionati Italiani in questo ricchissimo fine settimana dell’atletica che ha avuto il suo momento più importante con i Campionati Nazionali validi come ultima possibilità per i Campionati del Mondo di Sopot dal 7 al 9 Marzo.
di Diego Sampaolo

I Campionati statunitensi di Albuquerque sono stati illuminati dall’eccellente 22.23 nel getto del peso dello statunitense Ryan Whiting che è arrivato a cinque centimetri dal suo record personale all’aperto. Il campione del  ondo indoor di Istanbul 2012 ha stabilito la quinta migliore prestazione di sempre a livello indoor. Al secondo posto Kurtis Roberts che si era portato in testa con un lancio di 21.50m, quattro centimetri meglio rispetto a Joe Kovacs.

I Campionati a stelle e strisce sono stati nobilitati dal record statunitense del pentathlon indoor di Sharon Day Monroe che ha totalizzato il punteggio d 4850 punti (dodicesima migliore prestazione di sempre) che ha superato due grandi nomi delle prove multiple come dee Dee Nathan e Hyleas Fountain. Day ha ottenuto tre primati personali nei 60 ostacoli (8”44), nel peso (15.59) e nel lungo (6.09) oltre a 1.88 nell’alto e 2’13”19 negli 800 metri.

Nei 60 ostacoli ha brillato l’ex campionessa NCAA Nia Ali che ha migliorato due volte il record stagionale correndo in 7”88 in batteria e in 7”80 in finale, due centesimi meglio della medaglia di bronzo olimpica del salto in lungo Janay De Loach e otto rispetto a Kristi Catlin. Le altre migliori prestazioni mondiali dell’anno sono arrivate dalla statunitense Ajee Wilson sugli 800 con 2’00”43 e dalla finalista olimpica Francena McCorory nei 400 metri con 50”83. Marvin Bracy si candida come uno dei favoriti per il titolo mondiale dei 60 metri vincendo il titolo statunitense con 6”48 battendo di un centesimo di secondo Trell Kimmons e di quattro centesimi Joe Morris. Sorpresa nei 60 ostacoli Omo Osaghae ha vinto i 60 ostacoli in 7”56 per una questione di millesimi su Dominique Berger e sul due volte campione del mondo indoor Terrence Trammell. Finale avvincente sui 60 metri femminili dove la statunitense Tianna Madison Bartoletta in 7”08 su Lawson (7”09) e Pierre (7”10). Nell’asta femminile Jenn Suhr ha perso l’imbattibilità in questa rassegna perdendo da Mary Saxer che ha vinto per dieci centimetri con la misura di 4.71. La diciassettenne Mary Cain si è imposta sui 1500 metri in 4’07”05. Bernard Lagat si è aggiudicato il quarto titolo statunitense indoor sui 3000 metri. La campionessa mondiale juniores e finalista di Mosca 2013 Ajee Wlison ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con 2’00″43.

Campionati tedeschi a Lipsia

Tanti sono stati i risultati di spicco dei Campionati tedeschi. Su tutti svetta il 21.22 del due volte campione del mondo del lancio del peso David Storl, imitato in campo femminile dalla vice campionessa del mondo Christina Schwanitz, autrice di un ottimo 19.93. L’ostacolista Nadine Hildebrand ha confermato il suo ottimo momento vincendo in 7”91 (miglior tempo europeo dell’anno) precedendo l’ostacolista-eptathleta Cindy Roleder (7”95). In una gara di asta priva degli infortunati Malte Mohr e Raphael Holzdeppe il grande protagonista è stato Malte Mohr che ha vinto con 5.84 prima di tentare l’assalto ai 6.01. Nell’asta femminile sofferta vittoria della primatista tedesca Silke Spiegelburg con 4.61 dopo due errori alla misura di entrata.

Campionati francesi a Bordeaux

Ostacolisti in evidenza ai Campionati francesi di Bordeaux dove il primatista mondiale stagionale Pascal Martinot Lagarde è sceso sotto il muro dei 7”5 con 7”49 (a quattro centesimi di secondo dal record stagionale) e Cindy Billaud ha fermato il cronometro in 7”93 dopo i 7”96 in batteria. Sui 60 metri si è imposto Christophe Lemaitre in 6”63.

A Sopot si sono tenuti i Campionati polacchi, un vero test event dei prossimi Mondiali Indoor alla Ergo Arena. Il risultato di spicco è arrivato dal salto in alto dove Kamila Stepaniuk Licwinko ha superato la misura di 2 metri. Grande duello negli 800 metri maschili dove il due volte campione europeo indoor Adam Kscczot ha avuto la meglio sul campione europeo outdoor di Barcellona 2010 Marcin Lewandowski.

Ai Campionati ucraini di Sumy sono da sottolineare soprattutto il bel 1.95 del bronzo europeo juniores di Rieti Iryna Heraschenko nel salto in alto e il 14.60 di Olga Saladukha (a cinque centimetri dal suo personale stagionale).

Campionati dei Balcani

Ai Campani dei Balcani di Istanbul la grande protagonista è stata Ivana Spanovic, autrice di un eccellente 6.92 nel salto in lungo. Nel mezzofondo spicca il 2’15”96 del turco di origini keniane Tanui Ozbilen, quinto nelle liste mondiali all-time e secondo di quelle europee. Ottimo anche il 4’07”84 della forte albanese Gega e l’1.94 della croata Ana Simic che pochi giorni fa aveva battuto addirittura Blanka Vlasic, 1.90 al debutto.

Meeting di Perth

Nel primo grande appuntamento dell’atletica australiana hanno fatto il loro debutto due grandi stelle dell’atletica mondiale come Sally Pearson, prima nei 100 ostacoli in 12”59 e la fuoriclasse neozelandese del peso Valerie Adams, che ha superato la fettuccia dei 20 metri con 20.19. Entrambe le atlete saranno a Sopot per i Mondiali Indoor.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
SORRENTO-POSITANO COAST TO COAST 2017: SCOPRI LE PROMOZIONI PER LE SOCIETÀ
PISAMARATHON PER TUTTI: 42, 21, 14, 7 e 3 km
AGSM VERONAMARATHON 2017: LA BASILICA DI SAN ZENO SULLA MEDAGLIA
Abbigliamento Accessori Calzature
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL
LA TECNOLOGIA VIBRAM AI PIEDI DEL BIANCO