IVAN UKHOV EGUAGLIA IL RECORD EUROPEO DEL SALTO IN ALTO DI CARLO THRANARDT: 2.42 !

Ukhov, campione olimpico a Londra (Colombo/FIDAL)
Ivan Ukhov vola  2.42
(Fonte Colombo/Fidal)

Nuova grande impresa del campione olimpico Ivan Ukhov che al meeting indoor alla O2 Arena di Praga ha battuto il record russo e eguagliato il record europeo del salto in alto detenuto dal tedesco Carlo Thranardt stabilito nel 1988 a Berlino alla misura di 2.42. Ukhov ha superato questa misura con ampio margine tra sé e l’asticella Nella storia della specialità soltanto il cubano Javier Sotomayor che detiene il record del mondo di 2.43 a livello indoor stabilito a Budapest 1989 e 2.45 all’aperto a Salamancia nel 1993.
di Diego Sampaolo

Ukhov ha tentato successivamente tre prove al 2.44 del record mondiale indoor ma nessuno dei tre tentativi è stato particolarmente vicino al primato.

Nella stagione indoor 2014 Ukhov ha vinto sette gare su sette realizzando misure sempre superiori a 2.36.

“Ivan era arrabbiato perché voleva allungare la rincorsa ma non gli è stato permesso. Credevamo che potesse farcela a battere il record. Vuol dire che avrà energie in corpo per tentare questa misura ai Mondiali di Sopot”, ha detto Sergey Klyugin, allenatore di Ukhov.

Il secondo posto è andato a Aleksey Dmitrik che ha superato quota 2.33m prima di tentare senza successo quota 2.33m.

Blanka Vlasic é tornata a superare i 2 metri dopo sette mesi difficili a causa di problemi fisici ed è scoppiata in lacrime dopo la gara.

“Sono molto felice perché non ho potuto saltare molto nell’ultimo periodo. Non sono ancora al massimo della forma e essere considerata come una possibile candidata per le medaglie ai Mondiali Indoor di Sopot è davvero straordinario”, ha detto Blanka Vlasic.

Il vice campione del mondo del salto triplo Pedro Pablo Pichardo ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno con 17.32, due centimetri meglio rispetto al 17.30 di Marian Oprea che guidava la precedente migliore prestazione mondiale dell’anno. Pichardo ha realizzato 17.76 all’aperto. Cuba si candida al ruolo di grande protagonista a Sopot dove gareggerà anche l’altro astro nascente Ernesto Revé che ha realizzato 17.05.

Nello sprint spicca l’eccellente 6”49 dell’eterno Kimo Collins nei 60 metri. L’ex campione del mondo dei 100 metri di Parigi 2003 ha preceduto di tre centesimi di secondo Dwain Chambers.

L’ostacolista britannica Tiffany Porter ha stabilito la terza migliore prestazione mondiale dell’anno sui 60 ostacoli con 7”91. Si è rivisto ad ottimi livelli l’ex campione olimpico e primatista del mondo dei 110 ostacoli Dayron Robles che ha migliorato il suo personale stagionale sui 60 ostacoli con 7″51.  

Ottima prestazione nel lancio del peso dell’argentino German Lauro che ha superato il muro dei 21 metri con 21.04m.

Il campione europeo indoor e outdoor Pavel Maslak ha stabilito la terza migliore prestazione europea di sempre sui 500 metri correndo in 1’00”36.

La diciassettenne Dawit Seyaum, vice campionessa mondiale allievi lo scorso anno, ha debuttato a livello indoor correndo in 4’09”08, a soli otto centesimi di secondo dal suo record all’aperto. La britannica Jenny Meadows si è aggiudicata gli 800 metri femminili in 2’01”67.

La beniamina del pubblico della Repubblica Ceca Jirina Svobodova, campionessa europea del salto con l’asta a Helsinki 2012, ha superato l’asticella posta a 4.62 prima di fallire tre prove a 4.72.

 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
C’era una vola la Torino – Saint Vincent.
LA MEZZA DI TREVISO OLTRE I 2.200 ISCRITTI
RDS radio partner della 32^ Huawei Venicemarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
NUOVE ADIDAS ULTRABOOST ALL TERRAIN: TRASFORMA L’AUTUNNO NEL TUO ELEMENTO
ASICS LANCIA IL ‘SODDISFATTI O RIMBORSATI’
NUOVA COLLEZIONE MIZUNO PER IL TRAIL