FASSINOTTI STELLA DEGLI ASSOLUTI DI ANCONA

Marco Fassinotti (foto Colombo/FIDAL)Il fresco primatista italiano del salto in alto Marco Fassinotti sarà la stella della quarantacinquesima edizione dei Campionati Italiani in programma al Banca Marche Palas di Ancona.
di Diego Sampaolo

 
l ventiquattrenne torinese, che si allena ora a Birmingham con il tecnico britannico Fuzz Ahmed che segue anche il bronzo olimpico di Londra Robbie Grabarz, ha saltato 2.33 due settimane fa al meeting tedesco di Arnstadt eguagliando il record italiano stabilito da Silvano Chesani nella scorsa edizione degli Assoluti Indoor, uno dei tre primati caduti 12 mesi fa insieme al 4.60 della junior Roberta Bruni nel salto con l’asta e al 6”51 di Michael Tumi sui 60 metri.

Fassinotti ha confermato il suo eccellente stato di forma Sabato scorso alla National Indoor Arena dove ha superato 2.30 per la seconda volta in una settimana battuto di quattro centimetri dall’argento olimpico Erick Kynard prima di mancare di poco i 2.34 che avrebbe eguagliato il record nazionale all’aperto di Marcello Benvenuti.

Il salto in alto offrirà i migliori momenti della rassegna tricolore anche in campo femminile dove scenderà in pedana la campionessa europea under 23 e campionessa italiana Alessia Trost che in questa stagione ha superato 1.96 in una gara di pentahlon ottenendo la seconda migliore prestazione di sempre a livello mondiale in una gara di alto inserita nel contesto di una competizione di prove multiple, Sarà molto interessante seguire i progressi della vice campionessa mondiale under 18 di Donetzk Erika Furlani che ai Campionati Italiani Juniores ha migliorato il suo record personale di un centimetro portandolo a 1.86.

I salti saranno ancora una volta il piatto forte della rassegna tricolore. Sulla pedana del triplo masschile da sempre prodiga di grandi risultati il bronzo olimpico Fabrizio Donato inseguirà il suo quindicesimo titolo al coperto dopo gli 11 successi nel triplo e i tre nel lungo. Purtroppo un infortunio ha fermato il campione europeo indoor Daniele Greco che aveva battuto Donato nel test di inizio Febbraio a Ancona con la misura di 16.65m. In pedana ci sarà anche l’ottavo classificato dei Mondiali di Mosca Fabrizio Schembri che in questa stagone ha saltao 16.28.

Nel triplo femminile sarà da seguire la sfida tra tre medagliate europee del 2013: Simona La Mantia, bronzo agli Europei Indoor di Goteborg, Ottavia Cestonaro, campionessa europea juniores a Rieti e vincitore di tre titoli nazionali juniores indoor nel 2014 nel lungo, nel triplo e nel penathlon e Dariya Derkach, argento agli Europei Under 23 di Tampere 2013 e vincitrice dei titoli italiani under 23 nel lungo (con il record nazionale di categoria di 6.42) e nel triplo.

Sulla pedana del salto con l’asta mancherà la protagonsita della scorsa edizione Roberta Bruni ma ci sarà la medaglia di bronzo degli Europei Juniores di Rieti Sonia Malavisi che in questa stagione ha superato i 4.25 a Dresda e ha vinto il titolo italiano promesse. Iscritto nell’asta maschile l’ex campione del mondo e bronzo olimpico Giuseppe Gibilisco contro Giorgio Piantella, Matteo Rubbiani e il figlio d’arte Alessandro Sinno, recentemente laureatosi campione italiano promesse migliorando il su record personale di 20 centimetri fino a 5.40.

Tra i nomi di rilievo spicca quello di Margherita Magnani che in questa stagione ha avuto una stagione di grande livello nella quale ha stabilito il record italiano dei 1000 metri a Ancona con 2’39”94 e ha corso i 1500 in 4’09”27 a Karlsruhe e i 3000 metri in 8’51”81 ai Millrose Games di New York, realizzando in entrambi i casi la terza migliore prestazione italiana all-time a livello indoor. L’allieva di Vittorio Di Saverio correrà sia gli 800 che i 1500. Stesso programma anche per Giordano Benedetti, salito al sesto posto delle liste italiane outdoor con l’eccellente 1’44”67 del Golden Gala di Roma. Di assoluto livello anche i 3000 metri dove il portacolori della Pro Patria Cus Milano Abdellah Haidane si presenta con il tempo di accredito di 7’48”60, quinta prestazione all-time.

Sui 60 ostacoli il vice campione europeo indoor Paolo Dal Molin inseguirà il successo sfuggito l’anno scorso. Il piemontese residente in Germania, che a Goteborg migliorò il record italiano con 7”51, ha corso il miglior tempo stagionale di 7”62 a Karlsruhe e ha raggiunto la finale a Birmingham. La favorita dei 60 ostacoli femminili Marzia Caravelli, autrice di un personale stagionale di 8”08, dovrà vedersela con Giulia Pennella mentre è in forse la vice campionessa europea indoor Veronica Borsi che recentemente ha corso i 60 metri piani in 6.58, terzo tempo in carriera. Tra i motivi di interesse della velocità anche il duello dei 60 piani tra il vice campione europeo di Torino 2009 Fabio Cerutti e l’ostacolista Dal Molin, quarto lo scorso anno su questa distanza, i 400 metri con il semifinalista mondiale di Mosca Matteo Galvan, che è tornato a correre una gara indoor quest’inverno a Padova dove ha corso in 47”35 e Audrey Alohm accreditata di un personale stagionale 7”32.

Nel peso spiccano le presenze della medaglia di bronzo europea di Helsinki Chiara Rosa e il confronto generazionale nella gara maschile tra l’ex campione europeo indoor Paolo Dal Soglio e i fiovani Daniele Secci e Sebastiano Bianchetti.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre