ABEBA AREGAWI E GENZEBE DIBABA STELLE DEL MEZZOFONDO AL MEETING INDOOR DI STOCCOLMA

Andrà in scena domani sera la venticinquesima edizione del meeting XL Galan di Stoccolma, celebre meeting indoor che si svolge dal 1990 alla Globe Arena, impianto al coperto a forma di globo dove sono stati battuti otto record mondiali (cinque a livello assoluto e tre a livello juniores).
di Diego Sampaolo

Il mezzofondo è sempre stato il piatto forte del meeting svedese e anche quest’anno Stoccolma terrà fede alla sua fama proponendo gare di grandissimo livello sulle lunghe distanze.

Sui 1500 metri femminili la campionessa del mondo Abeba Aregawi, svedese di origini etiopi, tornerà nell’impianto dove lo scorso anno arrivò ad un passo dall’allora record mondiale della russa Yelena Soboleva con il tempo di 3’58”40.

Aregawi aveva promesso di tornare quest’anno con l’obiettivo di battere il primato sulla pista di casa ma il record mondiale dei 1500 metri battuto dall’etiope Genzebe Dibaba a Karlsruhe con 3’55”17 ha cambiato gli obiettivi dell’atleta di casa. L’importanza del record della Dibaba è sottolineata dal fatto che il 3’55”77 con il quale l’atleta etiope ha cancellato dall’albo dei record il primato di Yelena Soboleva é la migliore prestazione degli ultimi 16 anni sia a livello indoor che outdoor.

“E’ davvero una grande prestazione. Dibaba si è allenata molto bene ma anch’io mi sono preparata molto bene e la preparazione è andata bene a parte un piccolo problema allo stomaco. Il mio obiettivo rimane tentare il record del mondo”, ha detto Abeba Aregawi alla conferenza stampa della vigilia.

Nei 1500 metri è iscritta anche l’azzurra Elisa Cusma mentre in chiave italiana ha rinunciato Margherita Magnani che ha scelto di concentrarsi sul meeting di New York dopo i primati personali battuti a Dusseldorf e Karlsruhe.

C’è molta attesa anche per i 3000 metri femminili dove Genzebe Dibaba potrebbe andare a caccia di una grande prestazione cronometrica dopo aver mancato di tre secondi il record del mondo dei 3000 metri della connazionale Meseret Defar con il tempo di 8’26”95. La più giovane delle sorelle Dibaba sfiderà la keniana Hellen Obiri, campionessa del mondo indoor sui 3000 metri a Istanbul 2012 e bronzo ai Mondiali di Mosca sui 1500 metri.

Sui 1500 metri maschili si sfideranno i primi cinque delle liste mondiali del 2014 con in testa il capofila stagionale Silas Kiplagat, argento ai Mondiali 2011 di Daegu e vincitore Sabato scorso a Karlsruhe in 3’37”2. Al via ci saranno il bronzo di Mosca Johan Cronje, il vincitore della Diamond Race dei 1500 metri e bronzo iridato sugli 800 metri Ayanleh Souleiman e il keniano Caleb Ndiku, vincitore sui 3000 a Dusseldorf e Karlsruhe (con 7’36”27, migliore prestazione mondiale dell’anno).

Sugli 800 metri il campione del mondo di Mosca 2013 Mohamed Aman torna sulla pista dove lo scorso anno fermò il cronometro in 1’45”05, miglior tempo al mondo nel 2013. Il giovane campione etiope ha realizzato il terzo tempo mondiale di sempre sulla distanza dei 600 metri con 1’15”31 a Mosca nella città dove lo scorso anno si è laureato campione del mondo all’aperto per la prima volta dopo il successo nella rassegna iridata indoor di Istanbul 2012.

L’altro piatto forte del XL Galan di Stoccolma è rappresentato dai salti che hanno sempre offerto grande spettacolo. Sulla pedana del salto in alto femminile si troveranno di fronte le migliori tre della stagione: la russa Mariya Kuchina, autrice del miglior salto di stagione di 2 metri a livello mondiale a Chelyabinsk in Gennaio, la spagnola Ruth Beitia, seconda al mondo con 1.98 e Emma Green Tregaro, terza con 1.97 a Trinec settimana scorsa.

Di ottimo livello il salto con l’asta femminile dove si affronteranno la tedesca Silke Spiegelburg e la ceca Jirina Ptacnikova, due delle quattro astiste che guidano le liste mondiali dell’anno con 4.71.

Il pubblico di casa seguirà con trepidazione sulla pedana del salto in lungo il beniamino di casa Michael Torneus, vice campione europeo indoor lo scorso anno a Goteborg con 8.29, che inseguirà il quarto successo al meeting di casa in un confronto stellare che vedrà al via la medaglia di bronzo iridata Ignisious Gaisah, il bronzo mondiale di Daegu 2011 Ngoni Makusha dello Zimbabwe, il campione europeo di Barcellona 2010 Christian Reif e il cinese Li Jizhe, vincitore al meeting di Shanghai in Diamond League nel 2013. Nel salto in lungo un’altra beniamina del pubblico Erica Jarder, bronzo agli Europei di Goteborg 2013 con il record personale di 6.71, sfiderà il bronzo iridato di Mosca Ivana Spanovic della Serbia.

I migliori due della stagione dei 60 ostacoli Pascal Martinot Lagarde e Jeff Porter, che hanno corso rispettivamente in 7”45 e in 7”46 a Mondeville in Francia, si ritroveranno di fronte anche a Stoccolma. Verena Sailer, campionessa europea a Barcellona 2010, e Ezinne Okparaebo, che hanno corso in 7”18 a Karlsruhe, si ritroveranno anche a Stoccolma. Nei 400 metri interessante duello tra il dominicano Lugelin Santos, argento a Londra e bronzo a Mosca, e il campione europeo indoor e outdoor Pavel Maslak.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Lahcen Mokraji, sospeso in via cautelare
Notte Blu e Pisa Marathon: le modifiche al traffico
Aperta la 19^ PisaMarathon
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre