LAVILLENIE VOLA A 6.08 A BYDGOSZCZ

 
 
Renaud Lavillenie (foto Colombo/FIDAL)
Renaud Lavillenie vola
ancora a 6.08
(Fonte Colombo/Fidal)

Straordinaria impresa del campione olimpico del salto con l’asta Renaud Lavillenie che ha elevato il suo record francese alla misura di 6.08 in occasione della decima edizione del meeting polacco Pedro’s Cup di Bydgoszcz in Polonia.

di Diego Sampaolo



Il fuoriclasse transalpino ha valicato la misura al primo tentativo e con ampio margine tra sé e l’asticella prima di tentare tre prove alla quota del record del mondo di 6.16 senza riuscirci ma i tentativi erano tutt’altro che velleitari. Lavillenie é entrato in gara a 5.68 che ha superato al primo tentativo prima di centrare 5.81 alla seconda. Poi gara perfetta senza sbavature a 5.92, 6.00 e 6.08. “Il secondo tentativo a 6.16 era molto buono ma ero stanco. Speravo davvero di potercela fare. Gli spettatori sono stati fantastici. Voglio battere il record del mondo ai Mondiali di Sopot”, ha detto Lavillenie a caldo alla stampa polacca dopo l’impresa. Secondo posto del polacco Robert Sobera con 5.75. Il prossimo appuntamento con la caccia al record per Lavillenie è fissato per il 15 Febbraio con il meeting di salto con l’asta di Donetzk organizzato da Sergey Bubka che detiene il record del mondo indoor  con 6.15 proprio nel meeting ucraino, un centimetro meglio rispetto al limite all’aperto stabilito al Sestriere nel 1994. La prestazione di Lavillenie si colloca al tredicesimo posto delle liste all-time dopo 12 salti migliori realizzati da Bubka.

L’altra perla del meeting polacco dedicato ai concorsi lo statunitense Ryan Whiting, campione del mondo indoor a Istanbul e vice iridato a Mosca, ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno con 21.37 battendo il due volte campione olimpico Tomas Majewski (20.36). Il polacco Konrad Bukowiecki ha realizzato il record del mondo allievi con l’attrezzo da 5 kg con la misura di 22.24m migliorando il suo limite stabilito con 21.89 stabilito lo scorso 4 Gennaio.

Ottima prestazione della campionessa europea indoor e outdoor del salto in alto Ruth Beitia che ha superato l’asticella a 1.97, a 1 solo centimetro dal suo primato stagionale stabilito a Cottbus.

SAMARA: Alla Samara Indoor Cup la medaglia di bronzo dei mondiali indoor Yekaterina Koneva ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno del salto triplo con 14.65. Il russo Danyl Tsyplakov, medagliato agli Europei Under 23 di Tampere, ha migliorato il record personale del salto in alto con 2.32. Migliore prestazione mondiale dell’anno per il russo Andrey Ruzavin nella 5 km di marcia con 18’15”54.

DRESDA: La campionessa europea indoor Holly Bleasdale e la medaglia d’oro degli Europei Outdoor Jirina Svobodova hanno dato vita ad una gara emozionante nel salto con l’asta finita allo spareggio dopo che entrambe le astiste avevano superato 4.52 alla prima falleno poi i 4.61. Nel jump-off sia Bleasdale che Ptacnikova hanno valicato 461,4.66 e 4.71 prima di sbagliare a 4.76 decidendo successivamente di dividersi il primo posto in coabitazionePer Ptacnikova si tratta del nuovo record ceco indoor. Terzo posto per la svedese Malin Dahlstrom con 4.52. Il giovane russo Lev Massirov ha migliorato il record personale nel salto in alto con 2.31. Molto brava anche l’azzurra Sonia Malavisi (bronzo agli Europei Juniores di Rieti 2013) che ha migliorato di 12 centimetri il suo record personale indoor. Ha superato 4.00 alla prima, 4.22 alla seconda e 4.32 alla prima, quarta prestazione all-time in Italia. Successivamente ha provato anche i 4.42, quota che ha superato la scorsa stagione all’aperto

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Con TDS corri anche a Natale
19^ PisaMarathon: l’esordiente e l’ultramaratoneta entrano nell’albo d’oro
11° Allenamento di Natale: 1200 al via
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre