MEUCCI GUIDA LE SPERANZE AZZURRE ALL’EUROCROSS DI BELGRADO



Meucci terzo a Budapest 2012
(Fonte Fidal/Colombo)
I Campionati Europei di Corsa Campestre celebra la sua ventesima edizione Domenica a Belgrado. Per la prima volta non ci sarà Sergey Lebid che ha contribuito come nessun altro atleta a scrivere la storia di questa manifestazione vincendo nove medaglie d’oro in 19 partecipazioni consecutive in questa rassegna. Non ci sarà nemmeno l’azzurro Andrea Lalli che ha vinto l’anno scorso a Budapest diventando il primo atleta capace di aggiudicarsi il titolo europeo in tutte le tre categorie avendo trionfato da junior a San Giorgio su Legnano nel 2006 e a Bruxelles nel 2008.
di Diego Sampaolo

Le speranze azzurre saranno riposte su Daniele Meucci, vice campione europeo sui 10000 metri a Helsinki (dopo il bronzo di Barcellona 2010) e medaglia di bronzo lo scorso anno sul percorso innevato di Budapest. Meucci ha deciso di prendere parte della squadra dopo la positiva prova alla Maratona di New York dove è stato il migliore degli europei con il suo decimo posto in 2h12’03”.

Gareggeranno per l’Italia 36 atleti (18 uomini e 18 donne).Oltre a Meucci l’Italia vedrà al via il veterano Gabriele De Nard, quarto classificato a Thun 2001 e quattro volte medagliato a squadre (oro nel 1998, argento nel 2004 e bronzo nel 2009 e nel 2012).  Il bellunese sarà alla quindicesima partecipazione in questa manifestazione. La squadra femminile vedrà al via la settima classificata dello scorso anno Nadia Ejjafini, la finalista olimpica dei 5000 metri di Londra 2012 Elena Romagnolo e la campionessa italiana dei 10 km di corsa su strada Veronica Inglese. Ejjafini proverà a migliorare il quarto posto del 2011 a Velenje. 

Le maggiori speranze italiane italiane saranno riposte su due coppie di fratelli formate da Yemeneberhan e Nekagenet Crippa e dai gemelli Samuele e Lorenzo Dini, medaglie d’ argento rispettivamente sui 5000 e sui 10000 metri agli Europei Juniores di Rieti 2013. Yemeneberhan Crippa si è classificato al sesto posto sui 1500 metri in 3’45”02 ai Mondiali allievi di Donetzk dell’ultima estate. Nekagenet è stato campione mondiale juniores di corsa in montagna in Polonia lo scorso Settembre. Oltre ai Crippa e ai Dini la squadra juniores azzurra potrà contare sui siepisti Osama Zoghlami e Italo Quazzola.

A proposito di corsa in montagna saranno in gara anche due rappresentanti di questa specialità come il vice campione Europeo Alex Baldaccini e la medaglia di bronzo iridata Elisa Desco.
In chiave internazionale la stella da seguire sarà l’irlandese Fionnuala Britton che inseguirà il terzo titolo continentale dopo i successi di Velenje 2011 e Budapest 2012. Lo scorso anno l’irlandese superò di due secondi la portoghese Ana Dulce Felix guidando la sua nazionale ad uno storico titolo europeo a squadre.  Se dovesse vincere, Brtton diventerebbe la prima atleta della storia di questa manifestazione capace di vincere tre titoli consecutivi in questa rassegna. Le altre due atlete in grado di vincere due titoli europei di cross sono le britanniche Paula Radcliffe e Hayley Yelling.

Tranne la terza classificata di Budapest 2012 Adrienne Herzog, assente in questa edizione, saranno al via sei delle prime sette della passata edizione compresa l’azzurra Nadia Ejjafini, settima sul percorso innevato di Budapest. Lo scorso anno le prime sette classificate tagliarono il traguardo separate da un divario di appena 14 secondi.

Britton ha completato la sua collezione di titoli continentali vincendo la medaglia di bronzo sui 3000 metri agli Europei Indoor di Goteborg lo scorso Marzo ma ha dovuto saltare u Mondiali di Mosca per problemi fisici. L’irlandese è tornata alle gare in Novembre nel cross de l’Acier in Francia dove si è classificata settima battuta da cinque atlete africane e dalla francese Sophie Duarte, che sarà in gara Domenica con l’obiettivo di migliorare il sesto posto dell’anno scorso. L’altra francese che prenderà parte agli Europei di Belgrado é Laurane Picoche, quinta in Ungheria.

Ana Dulce Felix, campionessa europea dei 10000 metri a Helsinki, ha guidato la squadra portoghese alla vittoria del titolo continentale per nazioni nel 2009. Un’altra pretendente al podio sarà la belga di origini etiopi Almenesh Bekele, quarta a Budapest e vincitrice poche settimane fa al cross belga di Roeselare. Da non sottovalutare anche la britannica Gemma Steel, terza nel 2011 a Velenje e la norvegese Karoline Bjerkeli Grovdal, campionessa europea juniores di cross e sui 5000 metri nel 2009.
Oltre a Romagnolo, Ejjafini, Inglese e Desco lo schieramento azzurro sarà completato da Silvia La Barbera eValeria Roffino. 

Molto incerta si preannuncia la gara maschile che vedrà al via il secondo classificato di Budapest 2012 Hassan Chahdi, il nostro Daniele Meucci, terzo in Ungheria e il britannico Thomas Farrell, quarto lo scorso anno. Da seguire anche il campione europeo 2009 Alemayehu Bezunesh, spagnolo di origini etiopi, l’altro iberico Mohamed Marhum, il belga Bashir Abdi, il britannico Andy Vernon e il turco Polat Arikan, campione europeo dei 10000 metri a Helsinki 2012 e settimo lo scorso anno in questa manifestazione a Budapest.  
Oltre a Meucci, De Nard e Baldaccini l’Italia sarà rappresentata da Gabriele Carletti, Gianmarco Buttazzo e dal siepista Patrick Nasti. 

Molto interessante si preannuncia la gara under 23 femminile dove la stella locale Amela Terzic andrà a caccia di un altro titolo continentale dopo il successo agli Europei Under 23 in pista sui 1500 metri. Terzic vanta anche l’argento sui 1500 metri ai Mondiali Juniores di Barcellona 2012. Lo scorso anno Terzic completò la sua brillante carriera da junior diventando la prima serba capace di vincere il titolo europeo di cross. Nella categoria juniores la serba vanta un curriculum strepitoso in questa rassegna continentale avendo vinto l’argento a Albufeira 2010, il bronzo a velenje nel 2011 e l’oro a Budapest nel 2012. Terzic dovrà vedersela con la russa Gulshat Fazlitdinova, che a Budapest si classificò al quarto posto guidando la Russia all’oro a squadre prima di conquistare il titolo europeo under 23 sui 10000 metri in pista a Tampere. Occhio anche all’etiope naturalizzata olandese Sifan Hassan che la scorsa estate corse i 3000 metri in un eccellente 8’32”53. La ventenne olandese ha vinto recentemente il cross di Tilburg battendo di venti secondi Ana Dulce Felix. Lotteranno per le prime posizioni anche la britannica Charlotte Purdue che vinse il titolo europeo nell’edizione di Albufeira precedendo proprio Terzic, e le tedesche Gesa Felicitas Krause, campionessa europea under 23 e finalista mondiale e olimpica dei 3000 siepi e Corinna Harrer, medaglia d’argento sui 3000 metri agli Europei Under 23 di Goteborg dello scorso Marzo.

In chiave italiana i fari saranno puntati sulla campionessa italiana dei 1500 e dei 5000 metri Giulia Viola e le due portacolori della Bracco Atletica Virginia Abate e Sara Galimberti (ottava agli Europei Under 23 di Tampere sui 10000 metri). Della squadra azzurra fanno parte anche Laura Bottini, Martina Merlo, Laura Papagna.

La stella della gara promesse maschile sarà il campione uscente Henrick Ingebrittsen che è salito sul gradino più alto del podio sui 1500 metri agli Europei di Helsinki ed è stato finalista alle Olimpiadi di Londra e campione europeo under 23 sui 5000 metri a Tampere. La squadra azzurra sarà guidata dal campione europeo under 23 di Tampere Giuseppe Gerratana, Michele Fontana e Andrea Sanguinetti e vedrà in gara anche Andrea Tagnese e Daniele D’Onofrio.

Molto attesa sarà anche la gara juniores femminile dove la britannica di origini polacche Emelia Gorecka proverà a vincere la quarta medaglia in questa manifestazione a livello under 20. Nelle sue precedenti partecipazioni è stata terza nel 2010, prima nel 2011 e seconda nel 2012 (battuta da Amelia Terzic). Durante l’estate la giovane mezzofondista britannica ha vinto il titolo europeo juniores dei 3000 metri a Rieti. A Belgrado affronterà altre due campionesse continentali di categoria. Si tratta dell’olandese Jip Vastenberg, vincitrice dei 5000 metri e Ooma Kettunen, prima dei 3000 siepi. La squadra femminile juniores sarà formata dalla figlia d’arte Federica Del Buono, Sveva Fascetti, Giulia Mattioli, Angelica Olmo, Elisabetta Ottonello e Anna Stefani.

Il favorito della gara maschile juniores sarà il turco di origini keniane Ali Kaya, campione europeo juniores sui 5000 e 10000 metri a Rieti davanti ai fratelli Dini.

La Serbia sarà il quattordicesimo paese ad ospitare gli Europei di Cross. Alla rassegna continentale parteciperanno 571 atleti in rappresentanza di 37 paesi. Si tratta di un nuovo record di partecipazione in questa manifestazione che migliora il precedente primato dell’edizione dell’anno scorso di 539 atleti di 35 paesi. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli