LA MARATONINA DI CREMONA: OTTIMO RISULTATO PER GOFFI VERSO NEW YORK

Danilo Goffi non ha deluso le aspettative della vigilia alla Maratonina di Cremona, prova valida come Campionato Italiano Assoluto di Mezza Maratona in scena ieri, domenica 20 ottobre, nella città di Stradivari.
Pur non avendo specificamente preparato la gara, il maratoneta nervianese, che da mesi si sta allenando per vincere nella categoria MM40 l’ormai prossima ING New York City Marathon, ha percorso la distanza in 1:05’58”; un crono che gli è valsa la nona posizione tra gli italiani e la diciannovesima nella classifica assoluta.

Spettacolare lo scenario che ha fatto da cornice a questa manifestazione: partenza da via XX Settembre e arrivo nella monumentale Piazza del Comune lungo un percorso prevalentemente pianeggiante e molto scorrevole, identico nelle varie edizioni susseguitesi negli anni.
La gara si è sviluppata fin da subito come previsto dall’ex azzurro partito in seconda fila tra gli oltre 3.200 concorrenti. Dopo lo sparo dello starter si sono immediatamente formati due gruppi di testa: il primo, che viaggiava a ritmo sostenuto con proiezione finale di 1:03′; il secondo con una decina di atleti, tra cui lo stesso Goffi. “Mi aspettavo un inizio sprintoso” racconta il portacolori del Cus Pro Patria Milano, “ma per me seguire quell’andatura avrebbe significato non terminare la gara. Ho preferito quindi restare nella pancia del gruppo di rincorsa che viaggiava a 3’05” / 3’07” al km”.
E tale strategia si è rivelata vincente. Con lo svolgersi della gara, gli inseguitori sono rimasti in sei: i gemelli francesi Damien e Michael Gras con gli azzurri Mascheroni, Ruggiero e Scaini – oltre a Goffi, naturalmente. Il quartetto italiano ha vacillato solo all’accelerata inflitta dai transalpini negli ultimi 1.500mt: volata per Damien, vittorioso su Mascheroni; a una manciata di secondi gli amici Goffi, Ruggiero e Scaini che hanno avuto la meglio sull’altro transalpino.
“Mi è piaciuta la maturità con la quale Danilo ha interpretato la maratonina”, gongola il team manager Ricky Paternò. “Doveva essere un allenamento, e tale è stato; ma con un tempo di tutto rispetto: ben tre minuti in meno rispetto alla Mezza di Monza corsa poco più di un mese fa”.
La condizione c’è; la voglia di far bene, anche – e i riscontri mediatici, e non solo, sono molto lusinghieri in questo senso. Non resta che aspettare un paio di settimane per vedere Danilo Goffi a New York: in bocca al lupo!

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Black Friday: occasione strepitosa Venicemarathon!
IO corro e MyMARATHON, i progetti running a misura di donna
Firenze Marathon con oltre 10mila al via. Tutte le info
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli