BRENO-DARFO-PISOGNE: UN DANILO GOFFI ANDANTE CON BRIO

Bella lei, bravo lui.
La lei in questione è la Breno-Darfo-Pisogne, gara podistica competitiva svoltasi ieri, domenica 6 ottobre, sotto l’egida e la perfetta organizzazione del Dottor Rosa.
Il lui in oggetto è invece Danilo Goffi, il grande maratoneta che ha scelto questa 30km come ulteriore test a meno di un mese dalla New York ING Marathon di domenica 3 novembre p.v., appuntamento clou del suo rientro alle gare.

Una manifestazione tecnica non particolarmente veloce che ha visto al via circa 400 atleti: molte le curve strette e improvvise lungo il percorso, un falsopiano in leggera discesa con parti su asfalto, erba e sterrato. Ed è proprio la varietà del tracciato ad aver positivamente impressionato il nostro Danilo: “Non mi aspettavo di dover adattare la mia corsa alla superficie di gara, ma dopo la sorpresa iniziale, devo dire che queste variazioni mi hanno fatto divertire. Il km corso sull’erba e poi il tratto sullo sterrato pensati per movimentare il percorso sono stati un plus significativo per questa bella manifestazione.”
E che Danilo Goffi abbia gradito il percorso lo dimostra anche il suo tempo finale: 1h37’53”, oltre due minuti in meno rispetto a quanto stabilito dal campione con l’allenatore.
La tattica di gara iniziale prevedeva infatti un ritmo di 3’25”/km per i primi 10km da abbassare a 3’20”/km per i successivi; e invece … e invece Goffi ha corso ad una media di 3’16”/km, abbassando quindi di quattro secondi il ritmo dei primi 10.000 metri e di quasi dieci secondi l’ultima parte.
“Siamo molto soddisfatti della risposta di Danilo a questa sfida agonistica intrapresa pochi mesi fa”, ci confida Ricky Paternò, team manager dell’atleta nervianese. “A quasi 41 anni ha avuto la forza e il coraggio di rimettersi in gioco con tutte le particolarità del caso – età, impegni di lavoro e famiglia su tutti. L’ho visto bene in gara, e ancor meglio dopo il traguardo: soddisfatto per la condotta, certamente stanco per la corsa, ma non affaticato; insomma, buone sensazioni generali.”
Premesse quindi di tutto rispetto per il vicecampione europeo di 15 anni fa – Budapest 1998. E manca ancora un mese prima dei 42km nella Grande Mela: forza Danilo, è quello che ci vuole per perfezionare la preparazione e … e non aggiungiamo altro per scaramanzia!

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRI IN REPUBBLICA CECA: MATTONI ÚSTÍ NAD LABEM HALF MARATHON 2017
I RISULTATI DELLE GARE TDS DEL WEEKEND
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado