CAMPIONATI ITALIANI ALLIEVI A JESOLO: RANDAZZO SECONDO IN ITALIA UNDER 18 DI SEMPRE ALLE SPALLE DI ANDREW HOWE – RECORD ITALIANO DI SEBASTIANO BIANCHETTI NEL PESO



Filippo Randazzo (Fonte
Fidal)
Il giovane saltatore in lungo catanese Filippo Randazzo ha illuminato la seconda giornata dei Campionati Italiani allievi in corso di svolgimento a Jesolo in un freddo e piovoso fine settimana di inizio Ottobre. Randazzo, finalista ai Mondiali Under 18 di Donetzk, ha realizzato la seconda migliore prestazione all-time del lungo allievi con un eccellente 7.56. Solo il grande Andrew Howe fece meglio con 7.61 in occasione della medaglia di bronzo ai Mondiali Under 18 di Debrecen nel 2001. Ottima prestazione anche per il lombardo Andrea Aldeghi che ha battuto il suo record con 7.28.
di Diego Sampaolo


Straordinaria prestazione del portacolori della Cariri Rieti Sebastiano Bianchetti che stabilisce il record italiano aliievi del lancio del peso con attrezzo da 6 kg con l’eccellente misura di 20.38m che migliora di 20 cm il precedente record italiano di categoria di Daniele Secci che realizzò 20.18 al Brixia Meeting di Bressanone del 2009. Nella sua serie anche altri tre lanci di ottimo livello: (19.92, 18.85 e 19.79). Solo una settimana fa il portacolori della Cariri aveva realizzato il record italiano con attrezzo da 7 km con 17.00.

Eleonora Omoregie si permette il lusso di battere la medaglia d’argento iridata del salto in alto Erika Furlani a a pari misura con 1.74 ma per un numero minore di errori.

C’era tanta attesa per la straordinaria quindicenne di origini ucraine Nicole Svetlana Reina che inseguiva il primato italiano allieve dei 2000 siepi sfuggitole di  poco in occasione del fantastico quinto posto ai Mondiali allievi di Donetzk, prima delle europee alle spalle di quattro africane. L’allieva di Giorgio Rondelli è rimasta in tabella di marcia fino al primo chilometro fino al 1 km ma non era difficile inseguire record correndo da sola senza alcun aiuto dall’inizio alla fine. Nicole ha comunque tagliato il traguardo in un buon 6’48”34.

Yemeneberhan Crippa ha vinto un dello molto emozionante sui 1500 metri con un altro talento di origini etiopi Yohannes Chiappinelli con il tempo di 3’57″99. La nazionale italiana di pentathlon moderno Silvia Salera ha dominato i 1500 metri femminili demolendo il suo record personale con 4’33″50

In una mattinata fortemente condizionata dalla pioggia e dal freddo (ma perché far disputare i Campionati Italiani allievia Ottobre ?) il risultato più sorprendente è arrivato dalla saltatrice in lungo veronese Eleonora Andreis che ha battuto la finalista dei Mondiali allievi del lungo e del triplo Benedetta Cuneo di sei centimetri con un miglior salto di 5.86m.

Francesca Semeraro vince il terzo titolo italiano dell’asta con 3.70 e conquista il suo terzo titolo nazionale dopo i due successi da cadetta su questa pedana


L’altoatesino Andreas Zagler ha rinverdito la tradizione del giavellotto della sua regione vincendo con la misura di 63.28 facendo registrare un miglioramento di un metro rispetto al suo precedente primato personale.Bravissima anche la finalista iridata Ilaria Casarotto che supera la barriera dei 50 metri nel giavellotto con 50.59m.

Nel lancio del martello Tiziano Di Blasio ha fatto tris vincendo il titolo allievi con la misura di 67.52m dopo i due successi conquistati da cadetto.
La primatista italiana del martello Giulia Camporese ha conquistato il titolo italiano con la misura di 63.25 con il quale ha superato Agata Gremi che conduceva con 61.07 fino al quarto turno.

La neo italiana Ayomide Folorunso del Cus Parma ha conquistato il secondo successo consecutivo sui 400 ostacoli in 61”18.Matteo Beria si è aggiudicato il duello sui 400 ostacoli maschili in 52”45 precedendo il semifinalista dei Mondiali di Donetzk Giuseppe Biondo, secondo classificato in 52”78.

Gregorio Angelini, settimo ai Mondiali allievi di Donetzk, continua la grande tradizione pugliese della marcia vincendo sulla distanza dei 10000 metri in 45’21”10 con un miglioramento cronometrico rispetto al suo precedente record stabilito ai Mondiali di Donetzk.
Ferdinando Mulassano, nazionale giovnile di skeleton, si è imposto sui 200 metri in 22”17. Il successo nell’analoga gara femminile è andato a Alessia Niotta in 25”45.

La Riccardi mantiene la grande tradizione nelle staffette vincendo la 4×100  in 43202 con un quartetto formato da Raffaele Foschini, Simone Caldirola, Alessandro Brivio e Edoardo Gabbai che bissa il successo delle maglie verdi agli Assoluti di Milano. La Libertas Valpolicella (la neo campionessa italiana del lungo Eleonora Andreis, lIrene Ogiede, Jessica Peterle e Abigail Gyeydu) vince la 4×100 femminile in 48″28 davanti alla Bracco Atletica Milano guidata dalla semifinalista iridata di Donetzk Annalisa Spadotto Scott (49″01) 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
CORRI IN REPUBBLICA CECA: MATTONI ÚSTÍ NAD LABEM HALF MARATHON 2017
I RISULTATI DELLE GARE TDS DEL WEEKEND
A SAN VENDEMIANO NASCE ATL.ETICA, UN SALTO… CULTURALE!
Abbigliamento Accessori Calzature
HOKA ONE ONE RIVISITA LE CLIFTON 4 E LE SPEEDGOAT 2
Scopri La Maglia Tecnica Ufficiale della 32^ Venicemarathon
ASICS lancia la GEL-FujiRado