BRILLANO CROSTA, FOFANA E GIUPPONI NEL PRIMO MEETING ATHLETIC ELITE

Una bella serata di atletica ieri sera al campo XXV Aprile di Milano per celebrare la prima edizione del Meeting Athletic Élite organizzato dall’associazione culturale Athletic Élite in collaborazione con il CUS Pro Patria Milano.
Pur non vedendo al via l’azzurra Eleonora Anna Giorgi, la gara con il risultato tecnico forse più rilevante è la prova di marcia femminile sui 5 km, vinta da Margherita Crosta, junior del CUS Pro Patria Milano miglioratasi di un minuto in un colpo solo e autrice di 23:25.58, miglior crono italiano

Juniores del 2013.

I risultati di maggior livello tecnico complessivo sono arrivati dalle gare dei 110 ostacoli maschili, i 1500 maschili e femminili e i 5000 metri marcia uomini. La miglior prestazione tabellare è quella di Hassane Fofana (Fiamme Oro Padova, NELLA FOTO la sua premiazione), “uomo-immagine” del meeting e quest’anno campione italiano Assoluto e Under 23 nei 110 ostacoli, che domina la gara in un ottimo 14.10. Nei 1500 l’atleta di Giorgio Rondelli Goran Nava (Cus Pro Patria Milano) non tradisce le attese e corre in 3:44.82 precedendo il marocchino in forza alla Pro Sesto Abdellatif Elaloiani di 14 centesimi; la gara femminile vede prevalere Federica Del Buono (Forestale) con 4:25.26 sulle bergamasche Isabella Cornelli e Federica Zenoni (quest’ultima nata nel 1997 e autrice di un ottimo 4:31.59). Nell’inusuale distanza dei 5000 metri il marciatore azzurro Matteo Giupponi (Carabinieri) si impone con l’ottimo tempo di 20:03.54 in una combattuta gara con il poliziotto Adragna e Dei Tos (Aterno Pescara) ed è successivamente premiato con una targa commemorativa dalla moglie dell’allenatore e marciatore recentemente scomparso Edoardo Lupi.

Nelle altre specialità risultati degni di nota nel salto in alto dove Marco Gelati (Pro Sesto) valica quota 2.15. Sara Balduchelli (Bracco Atletica) scende per l’ennesima volta sotto i 14″ correndo in 13.97 , mentre sui 100 metri femminili grande sfida tra le quattrocentiste Elena Bonfanti (Atletica Lecco Colombo) e Marta Milani (Esercito) con la prima a prevalere in un buon 11.98. Sui 400 maschili Mamadou Gueye (Atletica Bergamo 59) conferma le attese imponendosi in 47.76 davanti al presidente di Athletic Elite Roberto Severi (CUS Pro Patria Milano) mentre tra le donne Michela D’Angelo(Atl. Brescia 1950) si impone in 56.99. Nei 100 maschili buon 10.89 di Federico Cattaneo (Atletica Rovellasca). Nei salti in estensione l’atleta di casa Edoardo Accetta (Fanfulla Lodigiana) vince in 14.53 il salto triplo e Antonella Messina (Pro Sesto) la spunta nel lungo su Cinzia Nicassio (Atl. Brescia 1950), saltatrice alla sua ultima gara in carriera e a cui sono stati tributati tanti applausi in onore del suo impegno profuso nei tanti anni di attività. (ha collaborato Fabio Frassini/Ufficio stampa Athletic Élite)

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto