I GREAT NORTH CITY GAMES DI NEWCASTLE


Sally Pearson in azione a Rieti
(Fonte Colombo/Fidal)

Migliaia di spettatori hanno assistito ai Great North Run di Newcastle, prologo della popolarissima Great North Run di domani. Per l’occasione una pista di atletica è stata montata nel pieno centro di Newcastle sulle rive del fiume Tyne.
di Diego Sampaolo







Grandi campioni hanno dato vita ad un vero e proprio meeting nel pieno centro della città del Nord Est della Gran Bretagna in un pomeriggio di cielo coperto ma senza pioggia. La grande protagonista dei City Games è stata Sally Pearson che all’ultima uscita stagionale ha vinto sia sui 100 ostacoli che sui 150 metri. Nella sua specialità preferita la campionessa olimpica dei 100 ostacoli ha conquistato il successo in un ottimo 12”67 con vento a favore di +1.7 m/s davanti alla medaglia di bronzo iridata Tiffany Porter (12”85) e lla campionessa olimpica di Pechino Dawn Harper Nelson (12”98).

Sull’insolita distanza dei 150 metri la Pearson ha accumulato un buon vantaggio nella prima parte della gara ma ha dovuto resistere nel finale alla rimonta della quattrocentista statunitense Natasha Hastings difendendo il successo per appena un centesimo di secondo in 17”20. La britannica Christine Ohuruoghu, campionessa mondiale a Mosca per quattro millesimi di secondo su Amantle Montsho, ha concluso distante in terza posizione in 17”60.

“Sono davvero stanca. Non vedo l’ora di tornare a casa e godermi un periodo di vacanza sulla spiaggia”, ha dichiarato la Pearson.
Il campione del mondo di Mosca dei 110 ostacoli David Oliver ha chiuso in bellezza la sua stagione vincendo per sei centesimi di secondo sull’argento iridato Ryan Wilson fermando il cronometro in 13”37. Il primatista del mondo Aries Merritt si é classificato al terzo posto in 13”56.
Grande sorpresa nel miglio maschile dove lo statunitense Garreth Heath ha preso un vantaggio netto a 250 metri dalla fine e ha difeso il primo posto in 4’01”56 per tredici centesimi di secondo sul connazionale Leo Manzano mentre il campione mondiale Asbel Kiprop, non più nella stessa forma di Mosca, ha ceduto nel finale chiudendo lontano in quinta posizione in 4’07”12.

La statunitense Morgan Uceny ha preso il largo a 250 metri dalla fine e ha difeso fino alla fine il primo posto nel miglio in 4’33”97 davanti alle britanniche Laura Weightman (4’34”63) e Hannah England (4’35”12).

Il britannico James Dasaolu, finalista ai Mondiali di Mosca e autore di un eccellente 9”91 in questa stagione, si è aggiudicato i 100 metri in 10”17. Mike Rodgers ha confermato il suo ottimo stato di forma vincendo i 150 metri in 14”90 una settimana dopo il 9”90 di Bruxelles. 

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video