PRESENTAZIONE DEL MEETING DI RIETI


Alberto Juantorenz e Tommie Smith
alla conferenza stampa a Rieti
Si rinnova domani pomeriggio la tradizione del Meeting di Rieti che festeggia la sua quarantatreesima edizione. Sarà un meeting speciale nel ricordo di Pietro Mennea che nella cittadina sabina gareggiò ben undici volte stabilendo la migliore prestazione mondiale sull’inusuale distanza dei 300 metri con il temp di 32”23 nell’edizione del 1975. Nel 1979 Mennea vinse ancora su queta inedita distanza in 32”28. Proprio per ricordare questo primato il Meeting Director Sandro Giovannelli ha inserito una gara di 300 metri che avrà come protagonista principale il giamaicano Rasheed McDonald, argento mondiale nella 4×400 a Mosca.
di Diego Sampaolo

Saranno otto i medagliati olimpici di Londra 2012 e dodici gli atleti saliti sul podio ai recenti Mondiali di Mosca.
Il meeting ha vissuto Sabato pomeriggio il suo tradizionale prologo con la disputa delle qualificazioni del lancio del martello dalle quali sono usciti i nomi degli otto qualificati (quattro uomini e quattro donne) per la finale di domani pomeriggio. Il campione olimpico e vice iridato di Mosca Krisztian Pars ha ottenuto il primo posto delle qualificazioni con 78.17 precedendo il campione mondiale di Mosca Pawel Fajdek (75.10), il campione olimpico di Sydney 2000 e mondiale di Edmonton 2001 Szymon Ziolkowski (74.06) e il nostro Nicola Vizzoni che ha pareggiato la misura del suo storico rivale polacco con 74.06m. Fuori a sorpresa dalla finale dalla finale il bronzo mondiale di Mosca Lukas Melich.

La polacca Anita Wlodarczyk, argento a Mosca, ha realizzato la migliore prestazione delle qualificazioni con la misura di 73.96m precedendo la campionessa mondiale e olimpica Tatyana Lysenoko (73.42), la statunitense Janeva McCall (71.12) e la francese Alexandra Tavernier (68.71).

Le stelle del meeting reatino saranno l’ostacolista australiana Sally Pearson, oro olimpico a Londra, iridata a Daegu e argento a Mosca in 12”50 e la saltatrice in alto russa Anna Chicherova, campionessa olimpica a Mosca, iridata a Daegu e bronzo a Mosca.

Sally Pearson ha corso la migliore gara della sua stagione in occasione dei Mondiali di Mosca dove ha vinto l’argento in 12”50 dopo una stagione segnata da due infortuni muscolari. A Bruxelles Venerdì sera si è classificata seconda in 12”63 alle spalle della statunitense Dawn Harper Nelson.  L’australiana torna a Rieti dove corse due anni fa sui 100 metri piani facendo segnare il tempo di 11”24. In gara ci sarà la vicecampionessa italiana Micol Cattaneo.
Chicherova torna a Rieti un anno dopo la sconfitta contro la connazionale Svetlana Shkolina. La campionessa olimpica del salto in alto ha vinto il bronzo a Mosca con 1.97 finendo alla pari con la spagnola Ruth Beitia.
Le altre gare più interessanti saranno quelle del mezzofondo e non potrebbe essere altrimenti nel tempio del mezzofondo dove campioni come Steve Ovett, Noureddine Morceli  Daniel Komen, Noah Ngeny e Hicham El Guerrouj hanno scritto pagine memorabili di questo meeting. Le stelle più interessanti di Rieti 2013 saranno Edwin Soi e Thomas Longosiwa nei 3000 metri, Silas Kiplagat che cercherà il bis dopo il successo dell’anno scorso sui 1500 metri in 3’31”86 e Mercy Cherono, argento iridato sui 5000 che disputerà la distanza più corta dei 3000.
Nella velocità sarà interessante seguire i progressi di Walter Dix dopo il 20”12 di Venerdì sera a Bruxelles. Lo statunitense, bronzo olimpico sui 100 e sui 200 a Pechino e argento sui 200 a Daegu,  avrà come avversari principali l’ex campione del mondo dei 100 Kim Collins e il britannico Dwain Chambers. Sui 200 metri il meeting si tingerà di azzurro con Matteo Galvan che Venerdì sera a Bruxelles è diventato il quarto della storia in Italia con 45”35 con il quale ha migliorato il suo record personale di quattro centesimi di secondo. Sui 400 metri sarà da seguire da vicino la rivelazione stagionale Stephanie McPherson, finalista a Mosca e più volte sotto i 50 secondi in questa stagione.

Gli altri medagliati in gara saranno l’argento di Osca Pedro Pablo Pichardo nel triplo (contro Fabrizio Schembri) e la discobola croata Sandra Perkovic, campionessa mondale, europea e olimpica in carica che sfiderà tutto il podio di Mosca (la francese Melina Robert Michon, argento, e la cubana Yarelis Barrios, bronzo).

Per commemorare Mennea saranno presenti due autentiche leggende dell’atletica Alberto Juantorena, oro olimpico sui 400 e sugli 800 metri a Montreal  e Tommie Smith, primatista mondiale dei 200 a Città del Messico con 19”83, primato migliorato nel 1979 da Pietro Mennea.

I due straordinari campioni hanno partecipato alla conferenza stampa nella Sala Consiliare del Comune di Rieti.
“Il giorno in cui Mennea batté il mio record del mondo ero comunque felice perché ero onorato dal fatto che era stato un grande uomo e campione a migliorarlo “, ha detto Tommie Smith

“All’Italia sono legatissimo. Disputai la mia ultima gara proprio a Rieti. Ricordo di aver firmato due autografi a delle presenti in sala l’ultima volta che sono stato a Rieti. Ricordo Pietro come una persona speciale a livello sportivo e umano. Un vero pilastro dell’atletica. Rieti è un posto speciale per l’atletica grazie allo straordinario lavoro di Sandro Giovannelli, dei volontari e di tutte le persone che lavorano per questo appuntamento. Meritano tutti un ringraziamento particolare. Quando vengo a Rieti mi sento amato e coccolato”, ha detto Juantorena   

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto