MEETING DI PADOVA: DUE RECORD DEL MEETING DI DYLAN ARMSTRONG E KELLIE WELLS

Il pesista canadese Dylan Armstrong (21.19) e l’ostacolista statunitense Kellie Wells (12”75 nei 100 ostacoli) hanno nobilitato una bella edizione del Meeting Atletica Mondiale di Padova allo Stadio Euganeo in una piacevole serata di fine estate.
di Diego Sampaolo

Armstrong, argento a Daegu e bronzo  a Mosca, è stato il protagonista assoluto di una bella gara di lancio di peso ad inizio serata nella quale ha ottenuto un miglior lancio di 21.19 e altri quattro tentativi superiori ai 20.78 (20.78. 20.86-20.97-20.80) che sarebbero stati sufficienti per vincere la gara. Il precedente record era detenuto da Jim Dohering con 21.13 e risaliva addirittura al 1993.
“E’ stato bello vincere davanti a tanta gente al termine di una grande stagione. Non pensavo sinceramente al record del meeting”, ha detto Armstrong.
Kellie Wells ha cancellato dall’albo dei record del meeting l’annoso 12”79 della nigeriana Angela Atede correndo in 12”75.
Il campione olimpico e primatista mondiale dei 110 ostacoli Aries Merritt è tornato sulla pista dove gareggiò nel 2006 quando fu secondo alle spalle di Dayron Robles. Sulla pista che ha visto vincere tutti i più grandi interpreti degli ostacoli dell’ultimo decennio Liu Xiang, Dayron Robles e Jason Richardson è stata la volta del primatista mondiale Merritt che ha fermato il cronometro in 13”30.
“E’ stato un bel modo per concludere la stagione. Era la mia ultima gara dell’anno. Ilpubblico era più caldo a Padova che a Mosca”, ha detto  Merritt.
Lashawn Merritt, cugino alla lontana di Aries, ha completato la sua bella stagione vincendo sulla pista dell’Euganeo in 45”18 davanti all’argento Rasheed McDonald (45”56) e un ottimo Matteo Galvan che ha corso il secondo tempo della sua carriera con 45”57.
“E’stata una bella stagione. Ho vinto i Mondiali, la Diamond League e il meeting di Eugene, il più importante meeting statunitense. Amo molto venire a gareggiare in Italia. Mi alleno spesso con Matteo Galvan. E’ un bravo ragazzo e sta migliorando molto”, ha detto Merritt.
Nei 100 femminili la statunitense Alexandria Anderson, settima nella finale mondiale di Mosca e atleta accreditata di un eccellente 10”91 in questa stagione, ha battuto la giamaicana Carrie Russell in un ottimo 11”05: Russell, vincitrice a Zurigo in 10”98, ha fermato il cronometro in 11”14. Lo statunitense Isiah Young ha battuto di cinque centesimi il bronzo iridato di Mosca e primatista del meeting Nesta Carter in 10”22.
“E’ stata un’ottima stagione. Voglio finire in bellezza nelle mie ultime gare a Zagabria e Bruxelles”, ha detto Anderson.
La campionessa del mondo della 4×400 e bronzo iridato dei 400 Antonina Krivoshapka ha conquistato il successo sui 400 metri in 50”86 precedendo la statunitense Jessica Beard (51”05), sulla giamaicana Stephanie McPherson (51”24) e sull’azzurra Libania Grenot (51”58).
Will Claye, bronzo mondiale a Mosca e argento alle Olimpiadi di Londra, ha strappato la vittoria con un balzo da 16.75 con vento contrario di -1.9m /s all’ultimo salto al finalista mondiale Fabrizio Schembri che conduceva fino al penultimo tentativo con 16.63 (vento contrario -0.9 m/s)
Evgeniya Kolodko, argento olimpico del lancio del peso, ha vinto agevolmente il lancio del peso femminile con la misura di 19.67.
Il meeting si è aperto con il record del mondo Master 80 dell’ex professoressa Emma Mazzenga che ha percorso i 400 metri in 1’31”21.

Lascia un commento

Freelifenergy
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
Corsa e metodo brucia grassi
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video