VALERIE ADAMS VINCE IL DIAMANTE ALLA STAZIONE DI ZURIGO



La quattro volte campionessa del mondo del lancio del peso Valerie Adams è la prima atleta a vincere il Diamond Trophy nell’edizione 2013 della Diamond League al termine delle gare di lancio del peso disputate nella splendida cornice della Stazione Centrale di Zurigo.
La popolare lanciatrice neozelandese ha dominato la gara vincendo con 20.98, migliore prestazione mondiale dell’anno, al termine di una gara perfetta nella quale ha realizzato ben cinque lanci oltre i 20 metri.
di Diego Sampaolo


Adams, che vive per buona parte dell’anno a Biel e si allena a Magglngen sotto la guida di Jean Pierre Egger, il coach del tre volte campione mondiale Werner Gunthor, ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno e il record del meeting oltre al primato dell’Oceania indoor (considerando che la gara si svolgeva al coperto) che aveva stabilito l’anno scorso con 20.81 sempre alla stazione di Zurigo. Adams ha iniziato la gara con un lancio di 20.97 e si è migliorata di un centimetro con 20.98 prima di completare la splendida gara con altri tre lanci oltre i 20 metri (20.66, 20.76 e 20.42). La Adams ha collezionato la sua quarantaduesima vittoria consecutiva dal 2010 e il terzo successo a Zurigo. 

Adams é diventata ormai una celebrità in Svizzera e la sua vittoria è stata festeggiata dal pubblico quasi come si trattasse di un’atleta di casa.
Le gare sono state accompagnate dal ritmo della musica pop –rock. Ogni atleta poteva scegliere la sua musica preferita da far suonare durante ognuno dei suoi lanci a suoa disposizione.Per sottolineare l’amore per la Svizzera Valerie Adams ha scelto di accompagnare i suoi lanci al ritmo della canzone “Ku Ku Jodel” della folk band Oesch’s die Dritten.

Alle spalle della neozelandese la russa Yevgeniya Kolodko, seconda alle Olimpiadi di Londra e quinta ai Mondiali di Mosca,ha sfiorato il muro dei 20 metri con 19.97 precedendo la statunitense Michelle Carter, che con 19.88 ha sfiorato di un centimetro il record statunitense indoor di Jill Camarena Williams

“L’atmosfera era straordinaria e mi ha aiutato a realizzare la migliore serie dell’anno. Ho scelto di far suonare lo yodel per l’accompagnamento musicale per sottolineare il mio legame speciale con la Svizzera e la simatia nei confronti della gente che mi ospita. La prima volta che l’ho sentito mi sembrava un suono strano ma poi ha mi épiaciuto perché ha un ritmo di danza. Ho ancora una gara a Berlino e poi vado in vacanza”, ha detto Valerie Adams dopo la gara.

Lo statunitense Ryan Whiting, argento ai Mondiali di Mosca, si é preso la rivincita sul campione mondiale David Storl vincendo una gara perfetta nella quale ha superato per la terza volta in questa stagione i 22 metri con 22.03. Whiting ha fatto meglio nel 2013 solo a Doha nella tappa inaugurale della Diamond League con 22.28 e ai Campionati Statunitensi di Des Moines con 22.11. Nella sua serie Whiting ha realizzato anche 21.99, 21.57, 21.00 e 21.91. Il tedesco Storl, campione del mondo a Mosca con 21.73 due anni dopo il primo trionfo a Daegu, si è confermato oltre i 21 metri con 21.19, stessa misura realizzata realizzata dal terzo classificato Dylan Armstrong, che ha confermato lo stesso piazzamento dei Mondiali di Mosca. Ladislav Prasil della Repubblica Ceca, ha superato i 21 metri con 21.10.

La finale della Diamond League del peso maschile si svolgerà a Bruxelles il 6 Settembre.

“Mi aspettavo di superare i 22 metri nonostante la lunga stagione. Ero pronto a fare un risultato simile a Mosca ma i  mondiali sono stati una delusione.Con la vittoria di Zurigo mi sono rifatto. Sono davvero felice. Ora gareggio ancora a Zagabria e Bruxelles”, ha detto Whiting. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Black Friday: occasione strepitosa Venicemarathon!
IO corro e MyMARATHON, i progetti running a misura di donna
Firenze Marathon con oltre 10mila al via. Tutte le info
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli