LA VIGILIA DEGLI AZZURRI AI MONDIALI DI MOSCA

Nella sede di Casa Italia a Mosca hanno parlato i triplisti Fabrizio Donato e Daniele Greco, la saltatrice in alto Alessia Trost e le ostacoliste Marzia Caravelli e Veronica Borsi, cinque dei protagonisti più attesi del mondiale azzurro nelle ultime quattro giornate di Mosca 2013.
di Diego Sampaolo

Fabrizio Donato che proprio oggi compie 37 anni, debutterà insieme all’amico Daniele Greco e a Fabrizio Schembri nelle qualificazioni in programma Venerdì 16 Agosto alle 10 (orario russe). “Sto abbastanza bene.A Montecarlo ho sentito un fastidio muscolare. Per la finale la quota di qualificazione è fissata a 17.05 ma penso che possa bastare anche meno. L’importante sarà spendere il meno possibile. Finora ai mondiali nonsono riuscito mai ad arrivare tra i primi otto ma voglio provare a giocare al meglio le mie carte. Metto anche Daniele Greco tra i favoriti. Di Daniele mi piacerebbe avere la sua velocità. I nostri risultati sono il frutto della collaborazione tra i nostri allenatori Roberto Pericoli e Raimondo Orsini”.
Greco viene da una stagione all’aperto non facilissima a causa di una contusione al metatarso del piede di stacco. “Nessun allarmismo”, ha detto Greco. “Leultime stagioni mi hanno permesso di fare esperienze ad alto livello. Gareggiare nello stadio del titolo olimpico di Mennea é un grande onore da italiano e da pugliese. Firmerei per qualunque medaglia. Taylor è un campione in grado di reagire se stuzzicato dagli avversari. Tamgho potrebbe essere la vera mina vagante”.
Alessia Trost disputerà la sua qualificazione domani alle 9.40. Per l’ingresso in finale in programma Sabato 17 Agosto, servirà saltare 1.95. “A Tampere sono tornata a fare le misure di quest’inverno. E’ un emozione saltare nello stadio dove Sara vinse le Olimpiadi. E’ una di quelle imprese che coinvolge tutti gli appassionati e non solo. Non sono venuta qui per fare una scampagnata. La misura di qualificazione é fissata a 1.95.Servirà fare tutto bene senza errori”
Venerdì alle 9.45 scenderanno in pista le ostacoliste Veronica Borsi e Marzia Caravelli per le batterie dei 100 ostacoli.
“Ho avuto un avvicinamento travagliato a questo mondiale dopo un grande inizio di stagione. Ho avuto uno stiramento alla coscia sinistra e poi recentemente un’infiammazione al piede destro che si è gonfiato di nuovo. Mi dispiace non essere al massimo della condizione. Ad inizio stagione ho avuto l’opportunità di confrontarmi con le migliori nei meeting della Diamond League. Sono state esperienze che mi hanno permesso di prendere contatto con una nuova dimensione agonistica”,ha detto Veronica Borsi
Marzia Caravelli arriva a Mosca sulle ali dell’entusiasmo dopo il doppio successo sui 100 ostacoli e sui 200 agli assoluti di Milano. “La doppietta ai Campionati Italiani mi è servita per darmi una bella dose di adrenalina. Le tappe intermedie verso il Mondiale sono andate nel migliore dei modi. Rispetto a Daegu sono più consapevole dei miei mezzi. Ho perso il record italiano ma penso che provare a riprendermelo sia uno stimolo in più”.

  

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Ecomaratona chianti classico: e’ partito il countdown
Presentata la Generali Milano Marathon con Urbano Cairo. T-shirt by Under Armour
E’ da record la 1^ Edizione della Raiffeisen Bank Bucharest MARATHON
Abbigliamento Accessori Calzature
Brooks lancia i modelli Levitate 2, Bedlam e Ricochet, dotati di intersuola con tecnologia DNA AMP
FreeLifenergy e Sziols Sport Glasses, una partnership naturale
La terra è diventata più soffice grazie al sistema di ammortizzaizone DNA Loft delle nuove Ghost 11
#pastaparty
Carolina Chisalé, vincitrice Salomon Running 2017 a #pastaparty
Cagliari Urban Trail, emozionante da vedere e da vivere
Maratona di Torino, un appuntamento imperdibile