AMAN PORTA L’ETIOPIA AI VERTICI MONDIALI PER LA PRIMA VOLTA SUGLI 800 METRI

Aman campione del Mondo
(Fonte Colombo/Fidal)
Mohamed Aman si è laureato campione del mondo degli 800 metri bissando il successo dell’anno scorso a livello indoor a Istanbul. A soli 19 anni ilragazzo prodigio dell’Etiopia è diventato il più giovane campione del mondo della storia sul doppio giro di pista.
di Diego Sampaolo

Aman ha vinto nella volata finale in un eccellente 1’43”31, terzo tempo mai registrato nella storia dei mondiali battendo lo statunitense Nick Symmonds (1’43”55) e la giovane stella di Gibuti Ayanleh Souleiman che, facendo segnare un eccellente 1’43”76, ha conquistato la prima medaglia per il suo paese ai Mondiali dai tempi di Ahmed Salah, che fu due volte medaglia d’argento nella maratona a Roma 1987 e Tokyo 1991. Aman ha vinto la prima medaglia d’oro per l’Etiopia su una distanza inferiore ai 5000 metri.
Sul piano statistico è stata una gara di altissimo livello con tutti e tre medagliati sotto l’1’44” e ben sette sotto il muro dell’1’45”.
“Gli etiopi sono conosciuti come un popolo di maratoneti e di atleti da distanze lunghe. Ora sono il primo  etiope in grado di vincere sugli 800”, ha detto Aman.
Aman è un ragazzo colto che parla un buon inglese. Ha imparato l’inglese a scuola e lo pratica leggendo e guardando film.
“Mi alleno in Etiopia. Ho un grande allenatore Negusse Gechamo. Mi alleno a Entoto e a Addis Abeba con la squadra nazionale”, racconta Aman.
“Ero molto fiducioso. In questa stagione ho vinto quattro meeting della Diamond League ma una gara di campionato è molto più stressante. Non ho pensato molto alla gara. Ho cercato di riposarmi prima della finale”, ha detto Aman.
Aman è noto nel mondo dell’atletica per essere stato l’unico a battere David Rudisha alla Notturna di Milano nel 2011 e a Zurigo nel 2012. “Mi dispiace molto per Rudisha. Gli infortuni sono la cosa più brutta che possa capitare nell’atletica.

Dopo Mosca Aman concluderà la stagione a Bruxelles per l’ultima tappa della Diamond League. Aman è il grande favorito per il successo finale nella Diamond Race. “Dopo Bruxelles potrò tornare a casa a riabbracciare mia mamma. Festeggerò con tutta la mia famiglia”. 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
EKIRUN 2017 PER IL TERZO ANNO IL SOL LEVANTE ILLUMINA MILANO
TUTTE LE GARE FIRMATE TDS DI DOMENICA 19 NOVEMBRE
PISAMARATHON: A 40 GIORNI, SUPERATA QUOTA 2000 ISCRITTI
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli