O’HARA, EKELUND E GLI AZZURRINI CHIUDONO IN BELLEZZA DONETZK 2013

I Campionati del Mondo di Donetzk si sono conclusi in bellezza con le prestazioni fantastiche sui 200 metri del giamicano Michael O’Hara e della svedese Irene Ekelund.
La svedese di colore, che si era già messa in luce durante la stagione indoor con un clamoroso 23”15, ha fermato il cronometro in 22”91, ottavo tempo al mondo e terzo in Europa di sempre. Battuta la forte equadoregna Angela Tenorio che ha fermato il cronometro in un eccellente 23”13.
di Diego Sampaolo


O’Hara ha riscattato il quarto posto sui 100 metri vincendo i 200 in 20”63 ma ha dovuto sputare l’anima per battere il brasiliano Vitor Dos Santos per quattro soli centesimi di secondo. Il tempo di O’Hara è la migliore prestazione mondiale dell’anno allievi e il terzo mai corso da un giamaicano in questa età.
I mondiali di Donetsk verranno ricordati anche per la storia dell’islandese Anita Hinriksdottir prima squalificata in semifinale e poi vincitrice in un eccellente 2’01”13. L’altro grandissimo risultato dell’ultima giornata è stato il 3’36”77 di Robert Biwott sui 1500 metri, nuovo record dei Campionati
Nell’ultima giornata hanno trovato spazio alla grande tre giovani talenti dell’atletica italiana Nicole Svetlana Reina, Yemeneberhan Crippa e Yohannes Chiappinelli che hanno dato lustro al mezzofondo italiano. E’ un mondiale da incorniciare per l’atletica italiana che ha collezionato due medaglie (Erika Furlani argento nell’alto e Noemi Stella, bronzo nella marcia 5 km). Che brava la nazionale guidata dal Direttore Stefano Baldini.
Nicole Reina, allieva di Giorgio Rondelli, ha corso una gara strepitosa coronata da un sontuoso quinto posto in 6’40”70 classificandosi prima tra le europee al cospetto. La ragazza di origini ucraine ha migliorato il suo personale e ha sfiorato il record italiano di Valeria Roffino (6’40”29). Il titolo è andato alla favorita keniana Rosefline Chepngenteich in 6’14”60 davanti alla connazionale Daisy Jepkemei (6’115”12) e all’etiope Yenshet Ansa (6’30”05).  
Yemeneberhan Crippa, trentino di origini etiopi adottato a Montagne vicino a Trento, ha conquistato un sesto posto da favola con il nuovo record italiano (3’45”02) migliorato di 60 centesimi rispetto al precedente primato detenuto dal compianto Cosimo Caliandro, indimenticato finalista della prima edizione dei Mondiali allievi di Bydgoszcz. Il titolo mondiale è stato vinto dal keniano Robert Biwott in un eccellente 3’36”77 (record dei campionati) davanti all’eritreo Tesfu Tewelde (3’42”14) e all’altro keniano Titus Kibiego (3’42”97).
Un altro ragazzo di origini etiopiYohannes Chiappinelli ha ottenuto un pregevole sesto posto nei 3000 con 8’27”76 con il primato personale migliorato addirittura di 12 secondi. L’etiope Yemit Kejelcha ha trionfato in 7’53”56 davanti al keniano Vedic Kipkoech (7’55”60) e a Aleksander Munyao (7’56”60).
Annalisa Spadotto Scott, Micaela Moroni, Anna Schena e l’ottocentista Elena Bellò erano stanche dopo le fatiche individuali ma hanno saputo onorare la finale della staffetta mista conclusa in ottava posizione in 2’10”64. Gli Stati Uniti hanno vinto il titolo mondiale in 2’05”15 davanti alle Isole Vergini Britanniche (2’07”40) e al Giappone (2h07”61).
Brava anche Benedetta Cuneo, sesta nel lungo con 6.15 dopo la fatica della finale del triplo. La romena Florentina Marincu ha mantenuto fede ai pronostici vincendo con un eccellente 6.42. Marincu è diventata la seconda donna della storia capace di vincere lungo e triplo nella stessa edizione dei mondiali allievi dopo la connazionale Chrristina Spataru.
Il britannico Harry Coppell vola a 5.25 nel salto con l’asta al terzo tentativo e conquista il successo davanti al cinese  Huang Bokai.  Matjja Muhar è diventato il primo sloveno della storia capace di vincere i mondiali allievi con il successo nel giavellotto con 78.84 m.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE