UNIVERSIADI: KLISHINA VINCE IL LUNGO CON 6.90 – ALLOH IN FINALE SUI 100



La seconda giornata delle Universiadi di Kazan è stata condizionata da un violento temporale ma non sono mancati i buoni risultati tecnici.
di Diego Sampaolo




Il risultato copertina è stato il 6.90 della giovane russa Dariya Klishina nella finale del salto in lungo femminile dove la vice campionessa olimpica e vincitrice della Diamond League 2012 Yelena Sokolova ha conquistato la medaglia d’argento con 6.73.

Di ottimo livello anche la gara del martello maschile dove il polacco Pawel Fajdek ha sfiorato di appena un centimetro il muro degli 80 metri con 79.99m precedendo lo slovacco Marcel Lomnicky (78.73) e il russo Sergey Litvinov(78.08).

Nella finale dei 100 femminili c’era anche la fiorentina Audrey Alloh, ottava classificata con 11”62 nella gara vinta con 11”28 dalla statunitense Aurieyall Scott che in questa stagione ha già corso in 10”96 ai Trials statunitensi. Nei 100 metri si é imposto il sudafricano Anaso Jobodwana (finalista olimpico sui 200 a Londra) in 10”10 sul giapponese Ryoto Yamagata (10”21).

Un altro oro sudafricano è arrivato da Stephen Mokoka in 28’45”96 davanti ai gemelli Anatoly e Yevgeniy Rybakov.
Per i colori italiani da sottolineare l’ingresso in finale di Elena Bonfanti nei 400 metri con 52”66. Il miglior tempo è stato realizzato da Ksenia Ustalova in 51”71. Norbert Bonvecchio si è qualificato per la finale del giavellotto con 70.56. Patrick Nasti ha centrato l’ingresso per la finale dei 3000 siepi con 8’52”76.


Meeting di Sotteville le Rouen (Francia):
Il meeting francese di Sotteville le Rouen è stato illuminato dall’eccellente 10”91 della velocista ivoriana Murielle Ahouré che ha realizzato la quinta migliore prestazione mondiale dell’anno precedendo la bulgara d’Italia Ivet Lalova (11”16) e la statunitense Lakeisha Lawson (11”18).

Nei 100 ostacoli la statunitense Yvette Lewis si è imposta in 12”72 davanti alla connazionale Kristi Castlin (12”74) e alla campionessa mondiale  e olimpica Sally Pearson (12”76). Micol Cattaneo ha corso in 13”30. 

Dayron Robles ha dimostratori essere in ripresa vincendo in un  buon 13”18 precedendo l’ex campione del mondo di Berlino 2009 Ryan Brathwaite (13”24). Curtis Mitchell si è aggiudicato i 200 metri in 20”20 battendo l’argento mondiale di Berlino 2009 Alnso Edward (20”32). Keston Bledamn di Trinidad and Tobago ha conquistato il successo sui 100 in 10”11 per due centesimi di secondo sullo statunitense Mookie Salaam.  

La vice campionessa olimpica del salto con l’asta Yarelis Silva ha valicato lamisura di 4.70. Malika Akkaoui, scesa sotto l’1’58 sugli 800 a Parigi, ha stabilto il nuovo record personale sui 1500 con 4’04”97. L’australiano Collins Birmingham ha fatto suoi i 3000 in 7’41”02  davanti a Cornelius Kangogo (7’41”90). 

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
32^ Huawei Venicemarathon da record!
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE