MEETING AREVA DI PARIGI: BOLT; JAMES, DIBABA; MERRITT E TUTTE LE STELLE DELLO STADE DE FRANCE



Kirani James durante la conferenza stampa
alla vigilia del meeting Areva di Parigi
(Fonte organizzatori)

Lo Stade de France di Parigi è pronto ad accogliere oltre 50000 spettatori domani sera. L’effetto Bolt che aveva avuto un influsso positivo sul Golden Gala sta contagiando anche il Meeting Areva.
10000 spettatori in più per Usain Bolt
“L’arrivo di Bolt porterà almeno 10000 persone in più allo Stade de France. Bolt è un grande investimento per il nostro meeting. Per la prima volta negli ultimi anni il meeting di Parigi farà registrare il tutto esaurito. Le previsioni del tempo parlano di una bella giornata di sole e di una temperatura di 26° alle 10 di sera”, ha spiegato Laurent Boquillet,
di Diego Sampaolo

Bolt correrà domani sera i 200 metri contro l’idolo del pubblico francese Christophe Lemaitre, il campione giamaicano 2013 Warren Weir, secondo al mondo quest’anno con 19”79, gli altri due formidabili giamaicani Nickel Ashmeade (vincitore della Diamond Race nel 2012) e Jason Young . Bolt disputerà il suo secondo 200 metri della stagione dopo il 19”79 realizzato nel freddo di Oslo.

Bolt avrà come obiettivo quello di fare meglio del 19”74 con il quale Tyson Gay ha vinto ai Campionati Statunitensi di Des Moines. Nella sua precedente apparizione sui 200 metri allo Stade de France Bolt vinse in 20”03 battendo Lemaitre malgrado qualche linea di febbre.
Oltre a Lemaitre ci sarà anche il campione europeo juniores e finalista mondiale dei 100  Jimmy Vicaut, meno a suo agio sui 200 metri rispetto ai 100. Quest’anno Vicaut ha corso la distanza in 20”61.Per Vicaut saràla prima gara allo Stade de France
“Parigi sarà l’occasione per testare la mia condizione in vista dei Mondiali. Con tanti grandi atleti in gara dovrò approfittarne per correre velocemente”, ha detto Lemaitre

400 metri maschili: James-Merritt
Dodici gare su sedici del programma del meeting Areva presnteranno il campione olimpico o mondiale.  
Uno dei duelli più attesi della serata parigina sarà quello dei 400 metri tra il campione olimpico e mondiale Kirani James e il campione olimpico di Pechino 2008 Lashawn Merritt. James ha dominato le ultime due stagioni vincendo le ultime Olimpiadi in un fantstico 43”94 (nono crono all-time e miglior tempo per un quattrocentista non statunitense. Merritt ha realizzato il miglior tempo dell’anno con 44”02 ma è stato battuto da Merritt nell’ultimo duello al Prefontaine Classic di Eugene.
Kirani James ha detto durante la conferenza stampa di essere particolarmente eccitato dal fatto di poter gareggiare allo Stade de France. “E’ la mia prima volta a Parigi.E’ la prima volta che gareggerò allo Stade de France. Parigi è una città ricca di cose da vedere e di monumenti storici. Voglio tornarci da turista. Dopo le Olimpiadi mi sono preso una lunga pausa. Non ho visto una pista di atletica da Settembre a Dicembre. Non cerco rivincite dopo la sconfitta di Eugene contro Merritt. A Mosca dovrò difendere il mio titolo vinto a Daegu. Sara una situazione nuova per me”, ha detto James.

110 ostacoli: Primo tempo sotto i 13 secondi nel 2013 ?
Nessun ostacolista ha ancora abbattuto la barriera dei 13 secondi in questa stagione ma l’obiettivo del primo meno 13 della stagione è una reale possibilità soprattutto dopo il 13”03 realizzato da David Oliver al meeting di Losanna. Oliver sarà ancora in gara a Parigi dove nel 2010 realizzò il record statunitense con 12”89, quarto tempo della storia.
Il primatista mondiale e campione olimpico dei 110 ostacoli Aries Merritt correrà la sua seconda gara stagionale dopo il secondo posto di Birmingham in 13”22 alle spalle dell’ex campione del mondo delle Barbados Ryan Brathwaite che sta tornando in grandi condizioni dopo alcune stagioni difficili per una serie di infortuni. Oltre a Oliver e a Merritt saranno in gara il campione statunitense Ryan Wilson e il campione del mondo di Daegu Jason Richardson, che faranno parte della squdra statunitense a Mosca

100 metri femminili: Fraser Pryce – Gardner
Shelly Ann Fraser Pryce gareggerà per la prima volta contro la neo campionessa statunitense English Gardner, la vera rivelazione della stagione con il 10”85 realizzato ai Campionati statunitensi. La Fraser Pryce ha vinto i Trials giamaicani sui 200 metri ma Domenica scorsa è stata sconfitta sui 200 dalla nigeriana Blessing Okagbare, che ha vinto il salto il salto in lungo a Losanna battendo Brittney Reese e gareggerà Sabato a Parigi sui 100. In gara ci sarà la primatista mondiale stagionale Kellie Ann Baptiste che ha vinto i Campionati di Trinidad and Tobago in 10”83.
“Quest’anno sono un’atleta a tempo pieno avendo finito i miei studi. Ha cambiato molte cose dal punto di vista del’approccio mentale. Sono concentata sugli allenamenti. Sono ancora imbattuta sui 100 metri ma non ho ancora ottenuto il tempo cronometrico che volevo. Chissà che il tempo non possa arrivare a Parigi. L’importante è eseguire bene la gara. Se eseguo bene tutto la buona prestazione arriva di conseguenza. E’ la mia prima volta a Parigi. Sarà una grande gara con tante grandi atlete”, ha detto Shelly Ann Fraser alla vigilia del meeting in conferenza stampa.

Lancio del disco maschile: Harting- Malachowski
Il campione olimpico e mondiale del disco Robert Harting affronterà Piotr Malachowski, il primo uomo capace di batterlo un mese fa a Hengelo con un lancio da 71.54. Il cast sarà arricchito dal campione olimpico di Pechino 2008 Gerd Kanter

Salto in alto femminile: Vlasic-Chicherova-Barrett
Lo Stade de France offrirà la prima sfida stagionale tra la giovane vicecampionessa olimpica Brigetta Barrett e le due grandi interpreti della specialità Blanka Vlasic e Anna Chicherova. La russa e la croata si sono già affrontate a Roma e a Oslo, mentre la Barrett sarà al debutto in Europa dopo aver saltato 2.04 ai Campionati statunitensi di Des Moines. La Chicherova ha superato i 2.02 a Pechino e ha vinto a pari merito con la connazionale Svetlana Shkolina. La Vlasic è tornata a saltare dopo due anni i 2 metri al meeting tedesco di Buhl e si è classificata terza al Golden Gala con 1.95.
“Voglio tornare a saltare senza sentire problemi fisici. Ho sognato per tanto tempo di poter tornare a grandi livelli”, ha detto la Vlasic
“Il fatto che i Mondiali saranno a Mosca mi dà ulteriori motivazioni”, ha dichiarato la Chicherova.

Lancio del peso femminile: Adams contro Carter
La dominatrice delle ultime stagioni Valerie Adams che guida le liste mondiali dell’anno con 20.88 non avrà vita facile contro la fresca campionessa e primatista statunitense Michelle Carter che recentemente ha portato il record nazionale a 20.24 ai Trials di Des Moines.

Salto con l’asta maschile: Lavillenie in cerca di riscatto
Renaud Lavillenie cercherà di riscattare la prova di Losanna dove ha commesso tre nulli alla misura d’entrata a 5.62. “A Losanna le condizioni erano difficili a causa del vento. Voglio rifarmi davanti al mio pubblico. Verranno in tanti a vederci e sarà molto emozionante gareggiare davantia d uno stadio pieno”, ha dichiarato Lavillenie alla vigilia. In pedana ci saranno anche il greco Konstantinos Filippidis e il tedesco Raphael Holzdeppe (che gareggerà anche ai Campionati tedeschi il giorno dopo a Ulm) e Valentin Lavillenie, fratello di Renaud.

5000 metri femminili: Dibaba torna sulla pista del primo titolo mondiale 
Tirunesh Dibaba torna a Parigi dove tutto iniziò nel 2003 quando vinse il titolo mondiale a Parigi a 18 anni. Nei 5000 Tirunesh avrà come obiettivo una gara veloce dopo aver vinto la sua prima gara stagionale in Diamond League a Eugene sui 5000 e i 10000 a Ostrava.
“Ho un grande ricordo di Parigi. Qui ho vinto il mio primo titolo mondiale. Mi piace gareggiare allo Stade de France”, ha detto Tirunesh Dibaba

Nei 3000 siepi i fari saranno puntati sul vice campione olimpico Mekhissi Benabbad che davanti al pubblico di casa proverà a migliorare il record europeo del connazionale Bouabdallah Tahri (8’01”18). Il francese, reduce da un buon test sui 1500 a Metz, dovrò vedersela con il campione olimpico Ezekiel Kemboi e Paul Kipsiele Koech, terzo uomo della storia sulla distanza.
Interessanti anche gli 800 con la giovane burundiana Francine Nyonsaba che ha vinto l’ultima gara della Diamond League alla quale ha preso parte a Eugene in 1’56”72, migliore prestazione mondiale dell’anno.
Bernard Lagat non finisce di stupire. A 39 anni ha vinto il titolo statunitense sui 5000 e domani sera sfiderà il giovanissimo astro nascente di Gibuti Ayanleh Souleiman che in questa stagione ha vinto il Dream Mile di Oslo e recentemente ha corso gli 800 in 1’43”63.

Christina Obergfoll inseguirà una nuova vittoria che la potrebbe mettere al sicuro nella lotta per la vittoria nella Diamond Race del giavellotto prima di volare a Ulm per i Campionati tedeschi.
Sempre più vicina al diamante anche la quattrocentista ad ostacoli della Repubblica Ceca Zuzana Hejnova che detiene la migliore prestazione mondiale dell’anno con 53”32. A Parigi sarà un vero anticipo di mondiale tra la Hejnova e la britannica Perry Shakes Drayton che ha vinto Domenica scorsa a Birmingham in 54”03.

Nel triplo femminile si affronteranno la colombiana Caherine Ibarguen, vice campionessa olimpica e bronzo mondiale, e l’iridata di Daegu Olga Saladukha

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE