DIAMOND LEAGUE: LE DICHIARAZIONI DI LAVILLENIE; GAY E PEARSON ALLA VIGILIA DI ATHLETISSIMA A LOSANNA

Le grandi stelle dell’atletica hanno parlato ai rappresentanti dei media di tutto il mondo alla vigilia del meeting Athletissima di Losanna, la prima delle due tappe svizzere della IAAF Diamond League.
Renaud Lavillenie ha vinto le ultime tre edizioni del meeting di Losanna e punta alquarto successo consecutivo davanti al fantastico pubblico svizzero che lo ha eletto atleta più popolare del meeting nella passata edizione nella gara dell’applausometro.
di Diego Sampaolo

Lavillenie guida le graduatorie mondiali dell’anno con il 5.95 di Eugene ma pochi giorni dopo ha subito la prima sconfitta stagionale contro il tedesco Raphael Holzdeppe che in quell’occasione ha eguagliato il record personale con 5.91.
“E’ stato il mio migliore inizio di stagione. Ho superato due volte i 5.90. A Roma ho perso ma il 5.86 non è male  trattandosi della seconda gara stagionale.  Il secondo posto di Roma mi ha dato la motivazione per lavorare più duramente. Con l’avvicinarsi dei mondiali sto lavorando sulla qualità piuttosto che sulla quantità. In allenamento sto curando l’esplosività. Gli avversari sono molto forti e competitivi e non c’è tempo per rilassarsi.  Avere avversari forti mi motiva ancora di più. Quest’anno voglio stabilizzarmi su misure intorno ai 5.90. Domani voglio battere il record del meeting (5.91) di Brad Walker”, ha detto Lavillenie.
Da quest’anno oltre a Renaud gareggia ad alto livello anche un altro Lavillenie.Si tratta del fratello Valentin. “Mio fratello sta migliorando e ha buone chance di qualificarsi per i mondiali. Non succede molto spesso che due fratelli gareggino ad alto livello nella stessa specialità. E’importante evitare paragoni tra me e mio fratello. Ognuno ha la sua storia ma abbiamo in comune la stessa passione per l’atletica”
Sally Pearson disputerà la terza gara stagionale in Europa dopo la vittoria a Ostrava in 12”67 e il quarto posto a Birmingham in 12”74. L’australiana è reduce da una primavera tribolata a causa d un infortunio. La Pearson torna a gareggiare a Losanna due anni dopo la vittoria in 12″47 con vento a favore. 
“L’obiettivo è ritrovare il ritmo giusto di gara e la forma migiiore. Quest’anno ho avuto due stiramenti muscolari”
I 100 ostacoli stanno vivendo un periodo d’oro specialmente dopo il clamoroso 12”26 realizzato dalla statunitense Brianna Rollins ai Trials di Des Moines, terza migliore prestazione di sempre.
“La specialità dei 100 ostacoli é molto competitiva. Le ostacoliste non si risparmiano mai quando c’è da sfidarsi l’una contro l’altra. Le sfide ci permettono di spingerci oltre i nostri limiti e questo épositivo per la nostra specialità. Non vedo l’ora di gareggiare contro Brianna Rollins (ndr la sfida avverrà a Montecarlo il 19 Luglio). Sono pronta alla sfida. Speravo di tornare a Oslo ma ho avvertito un risentimento  E’ stato un momento difficile  che ho superato trascorrendo un paio di giorni a Parigi dove ho cercato di non pensare all’atletica. Il periodo di riposo mi ha permesso di tornare ancora più motivata. Dopo il titolo mondiale e quello olimpico punto a battere il record del mondo.
Tyson Gay disputerà la prima gara europea della stagione dopo l’eccezionale doppietta realizzata ai Trials di Des Moines coronata dalle due migliori prestazioni mondilai dell’anno (9”75 sui 100 e 19”74 sui 200).

“Arrivo a Losanna con le due migliori prestazioni mondiali dell’anno. Non posso dire che mi aspettassi di correre così forte ad inizio stagione. La mia fiducia deriva dal fatto di aver lavorato bene senza infortuni. Non ho cambiato molto nella mia preparazione. Dopo anni di infortuni e l’intervento chirurgico ho semplicemente potuto lavorare bene rinforzare la muscolatura.. Ora ho superato tutti i problemi fisici. L’obiettivo è vincere una medaglia ai Mondiali e essere in salute. E’ da tanto tempo che non gareggio su entrambe le distanze in una grande manifestazione e sono contento di essere in grado di correre sia i 100 che i 200 a Mosca.

Una gara che ha sempre infiammato Athletissima é quella dei 110 ostacoli. Quest’anno si sfideranno il campione statunitense Ryan Wilson, il campione del mondo Jason Richardson e il secondo dei Trials David liver
“Losanna é sempre stato un posto speciale per i 110 ostacoli e sarebbe bello poter vedere il primo meno 13 secondi dell’anno proprio qui”, ha detto Ryan Wilson

Jason Richardson si é classificato quarto ai Trials di Des Moines ma é qualificato per i Mondiali come detentore del titolo mondiale. “Avendo la wild card ho lavorato tuttala stagione per un solo obiettivo quello di arrivare in forma a Mosca. E’ sempre speciale scendere sotto i 13 secondi. Sono il tredicesimo uomo della storia ad essere sceso questa barriera e per questo porto il tatuaggio che ricorda questo traguardo. Spero che Ryan Wilson possa essere il prossimo a scendere sotto questo muro”, ha detto Jason Richardson.

Kymberey Duncan é il nome nuovo dello sprint femminile. Ai Trials di Des Moines ha battuto Allyson Felix in 21″80 con vento a favore.
“L’obiettivo era entrare nel team per Mosca: Per questo ero eccitata di aver vinto il titolo statunitense. Lavoro sempre più duramente in allenamento con l’obiettivo di eseguire al meglio la gara”, ha detto la Duncan.

Carmelita Jeter sta ancora recuperando dall’infortunio dii questa primavera. “Ritrovare la forma dopo l’infortunio non é stato facile. Ho dovuto sottopormi a molte terapie per guarire dall’infortunio. Ho sentito le gare pesanti a Birmingam ma spero di correre meglio a Losanna dove mi piace molto correre”.

Felix Sanchez ha iniziato piano con la preparazione dopo le celebrazioni post olimpiche. “Dopo le feste nel mio paese sono aumentato di peso e ho iniziato la preparazione a Marzo ma sto recuperando la forma migliore. Il mio obiettivo é diventare il primo quattrocentista ad ostacoli capace di vincere tre titoli mondiali

A Losanna il portacolori della Repubblica Dominicana gareggerà contro il portoricano Javier Culson che ha vinto Domenica a Birmingham. “Quest’anno ho cambiato preparazione per arrivare in forma a Mosca e vincere il titolo mondiale che ancora mi manca”

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Tutti i campioni italiani di maratona. Eccoli. E poi c’è lui…a 85 anni. The King Caponetto
Risultati: il grande week end di running firmato TDS
Timing Data Service presenta la sua due giorni di running: 25-26 novembre
Abbigliamento Accessori Calzature
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli