BOLT: “VOGLIO ARRIVARE AL TOP FINO A RIO”

Usain Bolt è sbarcato a Parigi dove Sabato sera gareggerà al Meeting Areva sui 200 metri contro Christophe Lemaitre, Nickel Ashmeade, Warren Weir, Jason Young e Jimmy Vicaut.
“La presenza di Bolt ci permetterà di avere 10000 persone in più allo Stade De France. Sono previste circa 50000 persone per Sabato sera”, ha detto Laurent Boquillet, Meeting Director del Meeting Areva.
Bolt ha risposto alle domande dei giornalisti appena arrivato nella capitale francese dopo un breve scalo a Londra.
di Diego Sampaolo

Usain, come ti semti ?
“Sono stanco dopo il lungo viaggio ma mi sento bene. Spero in una bella gara allo Stade de France. In vista dei Mondiali ho bisogno di gare di alto livello per capire a che punto sono”
Come valuti la stagione finora ?
“La prima gara alle Isole Caymane non è andata bene ma ho avuto lo stesso problema ad inizio 2012 e poi ho vinto tre medaglie d’oro alle Olimpiadi.  Sono contento della gara dei Trials Giamicani soprattutto dai 60 metri in poi. I Trials mi hanno dato fiducia per la prossima fase della stagione che porta ai Mondiali di Mosca.  Gara dopo gara mi sento sempre meglio. La competizione accende la mia motivazione. Per fortuna non ho avuto infortuni. Fann parte di questo sport e l’ho imparato a mie spese. Sono diventato più saggio  Ho capito che il mio crpo aveva bisogno di maggiori attenzioni.
Che obiettivi hai per il resto della tua carriera ?
“Continuare a dominare la scena fino a Rio 2016 nonostante l’arrivo di tanti giovani campioni. Ricordo di aver chiesto a Michael Johnson che cosa pensasse della sua carriera. Mi rispose dicendo che era orgoglioso di aver dominato la scena dall’inizio alla fine della sua carriera.  Voglio fare lo stesso anch’io. Ciò che mi motiva è la competizione. La mia sfida è rimanere al top fino a Rio 2016. Più corro in gara più voglio superarmi. Devo mantenere lo stesso livello stagione dopo stagione. Lavoro per questo obiettivo ogni giorno.”
A Parigi ritrovi Lemaitre.  Cosa ne pensi della sfida con il francese ?
“Non ho seguito da vicino la sua stagione ma so che ha battuto Justin Gatlin a Rabat.Sta correndo forte ma ho l’abitudine a non guardare soltanto ad un avversario. Nello sprint bisogna prestare attenzione a tutti. Ho bisogno di grandi sfide e Parigi mi offrirà l’occasione di gareggiare con i migliori”
Cosa ne pensi del fatto che grazie a te ci saranno 10000 spettatori in più ?
“Sono abituato a questa cosa. Negli anni ho visto sempre più gente venire a vedermi.”
Che atleti vedi come avversario più pericoloso sui 200 ai Mondiali ?
“Sono tutti pericolosi. Tutti i sette atleti che gareggiamo conme vogliono battermi. Tyson Gay sta correndo bene. Anche Ashmeade e Weir stanno correndo forte”

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Eyob Faniel correrà la 32^ Huawei Venicemarathon!
L’ultramaratoneta Luisa Zecchino investita mentre si allena. E’ grave.
Svelato percorso e maglia nuova della EA7 ARMANI MILANO MARATHON 2018
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE