DIAMOND LEAGUE: TYSON GAY E UNA TRENTINA DI MEDAGLIATI OLIMPICI A ATHLETISSIMA DI LOSANNA


Saranno 33 le medaglie olimpiche in gara Giovedì sera allo Stade Olympique di Losanna Giovedì sera per la prima delle due tappe svizzere della Diamond League. Il meeting Athletissima, fondato nel 1976 dallo storico organizzatore Jacky Delapierre, è uno degli appuntamenti più affascinanti del circuito per la ricchezza dei risultati e la fantastica cornice di pubblico che ogni estate gremisce la Pontaise creando un’atmosfera magica.

“Con un gran numero di campioni lo Stadio Olimpico di Losanna é pronto ad accendersi per un’altra memorabile serata di atletica”, ha detto Jacky Delapierre

di Diego Sampaolo

100 metri: GAY AL DEBUTTO EUROPEO DOPO I TRIONFI AI TRIALS
Losanna segnerà il debutto europeo stagionale di Tyson Gay che arriva nella città affacciata sul Lago Lemano sulle ali dell’entusiasmo dopo la doppietta ai Trials statunitensi di Des Moines sui 100 e sui 200 metri con le migliori prestazioni mondiali dell’anno (9”75 e 19”74). La freccia del Kentucky, campione del mondo a Osaka 2007 su entrambe le distanze e nella 4×100, sfiderà per la prima volta in questa stagione Asafa Powell, che non gareggerà ai Mondiali di Mosca dopo il settimo posto ai Trials Giamaicani, si è  riscattato vincendo al meeting di Ostrava in 10”06 Giovedì scorso. Due giovani sprinter che invece vedremo a Mosca e saranno in gara a Losanna sono Kemar Bailey Cole e Nickel Ashmeade, secondo e terzo rispettivamente ai Trials di Kingston dietro a Usain Bolt. Da seguire il veterano delle piste Kim Collins, ancora capace di correre in 10”08 a Ostrava e in 10”06 a Birmingham, Mike Rodgers, quarto ai Trials statunitensi e il campione europeo indoor dei 60 metri Jimmy Vicaut.

A Losanna Gay ha vinto i 200 metri nel 2007 in 19″78 in una serata fredda, mentre l’anno scorso fu secondo  sui 100 in 9″83 alle spalle di Yohan Blake. 
Tyson Gay ha partecipato all’incontro promozionale delle Mini Stars Relays alMuseo Olimpico di Losanna al quale hanno parecipato 95 squadre di giovani ragazzi che hanno avuto l’onore di incontrare il grande campione statunitense a due giorni dalla serata di Athletissima. 

200 metri femminili: PRIMA GARA DA PROFESSIONISTA PER KIMBERLYN DUNCAN  
A Losanna debutteranno sulla scena europea alcuni dei nuovi talenti dell’atletica statunitensi emersi durante i recenti campionati universitari statunitensi e poi confermatisi ai Trials di Des Moines. Il nome più interessante sarà quello di Kimberly Duncan che disputerà la prima gara europea da professionista dopo aver vinto il secondo titolo NCAA e le selezioni per i Mondiali di Mosca sui 200 metri in 21”80 ventoso battendo di cinque centesimi di secondo la campionessa olimpica Allyson Felix, originariamente annunciata a Losanna ma non più presente nelle starting list.

Nei 200 metri sarà da seguire il giovane statunitense Isiah Young che ai Trials di Des Moines si è classificato secondo in 19”86 qualificandosi per Mosca alle spalle di Tyson Gay. Nella starting list figurano l’omonimo giamaicano Jason Young che esplose lo scorso anno in Svizzera a Lucerna con un clamoros 19”86 ma è rimasto fuori dalla squadra giamaicana per Mosca, e Charles Silmon, terzo ai Campionati statunitensi sui 100 metri e qualificato per Mosca tre anni dopo essere emerso a livello internazionale con il bronzo ai mondiali juniores di Moncton 2010.

400 metri femminili: MONTSHO CERCA LA RIVINCITA CON OHURUOGHU
Sui 400 metri femminili la campionessa del mondo del Botswana Amantle Montsho avrà l’occasione di prendersi la rivincita contro la britannica Christine Ohruoghu che l’ha battuta Domenica a Birmingham di un centesimo di secondo. Da seguire ci saranno Natasha Hastings e la giovane statunitense Francena McCorory, prima e seconda classificata ai Campionati statunitensi in 49”94 e in 50”01. .

100 OSTACOLI: PEARSON CONTRO HARPER NELSON 
Losanna offrirà grande spettacolo anche nelle gare degli ostacoli da sempre ricche di risultati sulla pista diventata famosa per il record del mondo di Liu Xiang nei 110 ostacoli (12”88) nel 2006.

,Sally Pearson, campionessa olimpica e mondiale, disputerà la sua terza gara stagionale sui 100 ostacoli dopo l’infortunio primaverile. L’australiana ha vinto al rientro a Ostrava in 12”67 ma si è dovuta accontentare del quarto posto a Birmingham battuta dalla vice campionessa olimpica Dawn Harper Nelson, Kellie Wells e Tiffany Porter che ritroverà anche sulla pista di Losanna. Nel 2011 la Pearson vinse a Losanna in 12”47 con vento a favore, mentre l’edizione dell’anno scorso è stata vinta da Dawn Harper in 12”43.

Nei 110 ostacoli saranno in gara il primo dei Trials Ryan Wilson, il secondo David Oliver e il quarto Jason Richardson che sarà ai Mondiali di Mosca come detentore del titolo mondiale vinto a Daegu.
Nei 400 ostacoli maschili sarà in gara tutto il podio olimpico di Londra con il campione a Cinque Cerchi Felix Sanchez, il vice campione olimpico Michael Tinsley e il portoricano Javier Culson. Tinsley è finora l’unico ad essere sceso sotto i 48 secondi con 47”96 ai Trials statunitensi di Des Moines.

Salto con l’asta maschile: LAVILLENIE BENIAMINO DEL PUBBLICO
Uno dei personaggi più amati del meeting svizzero sarà il campione olimpico e europeo Renaud Lavillenie che ha vinto le ultime tre edizioni di Athletissima tra gli applausi del pubblico. Nella tradizionale gara dell’applausometro che alla fine del meeting elegge i campioni più popolari del meeting Lavillenie conquistò il pubblico con il 100 % dei consensi risultando l’atleta più appladito della serata insieme a Usain Bolt e Yohan Blake. La stella dell’atletica francese ritroverà in pedana l’argento e il bronzo delle Olimpiadi Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe. Quest’ultimo ha vinto quest’anno al Golden Gala battendo con la misura di 5.91 proprio Lavillenie. Due altri campioni da seguire saranno il tedesco Malte Mohr, bronzo agli Europei Indoor di Goteborg e il greco Konstantinos Filippidis, che in questa stagione ha portato il record nazionale a 5.82 e ha vinto la tappa inaugurale della Diamond League a Doha

Salto triplo maschile: TAYLOR CONTRO TAMGHO, RITORNO DI DONATO
Si preannunciano grande spettacolo e misure da favola sulla pedana del salto triplo con lo statunitense Christian Taylor e il francese Teddy Tamgho. Il campione mondiale e olimpico Taylor ha vinto l’ultimo duello con il primatista del mondo indoor francese Domenica a Birmingham in una gara dai contenuti tecnici mostruosi dove Taylor ha vinto con 17.66 e Tamgho è tornato a livelli fantastici con 17.47 ma è arrivato vicinissimo ai 18 metri in tentativi purtroppo nulli. Nelle starting list è annunciato anche il bronzo olimpico e campione europeo Fabrizio Donato che torna in pedana dopo alcuni problemi fisici durante l’inverno a dieci  mesi e mezzo dalla vittoria al meeting di Zurigo davanti a Taylor. Da seguire anche i giovani esponenti della scuola cubana Pablo Pichardo (campione del mondo juniores) e Ernesto Revé che in questa stagione hanno saltato rispettivamente 17.69 (migliore prestazione mondiale dell’anno) e 17.46. 
Salto inalto maschile: BONDARENKO,KYNARD; DROUIN SFIDA ADALTA QUOTA
Sulla pedana del salto in alto dove lo scorso anno Mutaz Barshim volò a 2.39 e il britannico Robbie Grabarz eguaglià il record nazionale con 2.37, é atteso l’ucraino Bogdan Bondarenko, l’uomo del momento dopo le vittorie a Doha (2.33), all’Europeo per Nazioni di Gateshead e a Birmingham con 2.36. In pedana se la vedrà contro l’argento olimpico Erick Kynard e due bronzi olimpici Dereck Drouin del Canada e Robbie Grabarz, che a Birmingham è tornato ad esprimersi a buoni livelli saltando 2.31. 

Salto in lungo femminile: REESE CERCA I 7 METRI: 
Brittney Reese andrà a caccia del terzo successo nella Diamond League dopo quelli di Doha (con un mostruoso 7.25) e di Roma (6.99) ma non avrà vita facile contro l’argento olimpico Yelena Sokolova, la britannica Shara Proctor, vincitrice a Oslo con 6.89 e la lunghista-velocista Blessing Okagbare, che Domenica ha vinto i 200metri battendo Shelly Ann Fraser. L’attenzione del pubblico svizzero sarà incentrata sulla ticinese Irene Pusterla, primatista svizzera con 6.84

5000 metri maschili: GEBREHIWOT, GEBREMESKEL, ALAMIREW
I 5000 metri saranno un duello tra i giovani talenti del mezzofondo etiope: Dejan Gebremeskel, Yenew Alamirew, Hagos Gebrehiwet e Muktar Edris. A Roma Alamirew ha battuto Gebrehiwet in 12’54”95 stabilendo la migliore prestazione mondiale dell’anno. Domenica scorsa i due giovani etiopi sono stati battuti da Mo Farah al termine di un duello fantastico risoltosi in volata nell’ultimo giro. Gebremeskel ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 10000 metri correndo in 26’51”02 al meeting svedese di Sollentuna. Edris, grande protagonista delle campestri italiane durante l’inverno, ha vinto i 5000 metri Giovedì scorso al meeting di Ostrava.

800 metri maschili: AMAN FAVORITO
Anche gli 800 metri dovrebbero parlare la lingua amarica dell’Etiopia con Mohamed Aman, grande protagonista della prima parte della stagione con le vittorie di Eugene, Roma, Ostrava e Birmingham. A Roma ha corso in 1’43”61 battendo il giovane astro nascente francese Pierre Ambroise Bosse (1’43”91) e il sudafricano André Olivier (1’44”37), che ritroverà in gara anche a Losanna.
Nei 3000 siepi femminili Milcah Chemos inseguirà il terzo successo stagionale dopo Roma e Ostrava contro la medaglia di bronzo olimpica Sofia Assefa e Hiwot Ayalew

1500 metri femminili e disco: AREGAWI E PERKOVIC VICINE AL DIAMANTE
Abeba Aregawi ha prenotato la vittoria del Diamond League sui 1500 e la gara di Losanna le offrirà una prima occasione per un match point avendo vinto a Doha, New York, Roma e Birmingham
Come la Aregawi, Sandra Perkovic ha praticamente messo in cassaforte il diamante con i successi a Shanghai, New York, Roma Oslo e Birmingham.

Nel giavellotto maschile il ventunenne Dimitry Tarabin cercherà di confermare il suo eccellente momento di forma dopo l’85.99 al Campionato Europeo per Nazioni di Gateshead contro Andreas Thorkildsen, tornato al successo Domenica
Di eccellente livello il lancio del peso maschile con il campione statunitense e capofila mondiale stagionale  Ryan Whiting (22.28 m stabilito a Doha) e tutto il podio olimpico con il doppio oro a Cinque Cerchi Thomas Majewski, l’argento olimpico e campione mondiale David Storl e lo statunitense Reese Hoffa che ha vinto Domenica a Birmingham con 21.34.
La serata di Athletissima si concluderà con la staffetta 4×100 femminile dove  la staffetta svizzera proverà a battere il record nazionale di 43”51 contro un team misto con velociste statunitensi e giamaicane

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
ANNA E LA SUA MARATONA DI VENEZIA: 42K DA CORRERE CON IL SORRISO
ALLA SCOPERTA DELLA LUCCAMARATHON 2017
2 MESI ALLA MARATONA DI PISA: SCOPRIAMO I PROGETTI CHARITY
Abbigliamento Accessori Calzature
BV SPORT sbarca nelle OCR, le gare di corsa a ostacoli
CARBON ENERGIZED SUIT E DRYARN. ENERGIZE YOUR BODY
GARMIN FORERUNNER® 30, LA SEMPLICITÀ DI CORRERE