LE STAFFETTE 4×400 STACCANO IL BIGLIETTO PER MOSCA


La staffetta 4×400 vincitrice
ai Giochi del Mediterraneo
(Fonte Fidal)

E’ finita in gloria l’avventura azzurra ai Giochi del Mediterraneo di Mersin in Turchia dove l?italia ha conquistato la vetta del medagliere con 27 medaglie (ben 12 ori, 6 argenti e 9 bronzi).
di Diego Sampaolo

L’apoteosi azzurra ha raggiunto il suo culmine con i successi delle due staffette 4×400 che staccano il biglietto per i Mondiali di Mosca. Le ragazze (Maria Enrica Spacca, Elena Bonfanti, Maria Benedicta Chigbolu e Chiara Bazzoni, argento e oro della gara individuale) hanno fermato il cronometro in 3’32”44. La giovane squadra maschile formata da Lorenzo Valentini, Isalbet Juarez, Michele Tricca e il vincitore della gara individuale Matteo Galvan ha trionfato in 3’04”61 e si assucura il viaggio in Russia per la rassegna iridata.

Emanuele Catania ha conquistato la medaglia di bronzo nel salto in lungo con 7.92 finendo alle spalle del fortissimo greco Louis Tsatoumas che vola a 8.14m. La medaglia d’argento è stata vinta dall’altro greco Georgios Tsakonas con 7.97.

Il bilancio azzurro si arricchisce anche dei quinti posti di Marta Milani negli 800 metri in 2’04”01 e di Eusebio Haliti nei 400 ostacoli in 50”51, cinque centesimi sopra il suo record personale

L’ultima giornata in ambito internazionale è stata illuminata da due risultati super come il 66.21 della campionessa europea e olimpica croata del lancio del disco Sandra Perkovic nella gara che ha visto il settimo posto di Laura Bordignon con 51.35m e l’1’44”00 di Tanui Ozbilen sugli 800 metri maschili. Ozbilen ha così firmato la doppietta avendo vinto i 1500 metri in 3’35”09. La rassegna dei Giochi del Mediterraneo è stata impreziosita da altri grandi risultati come il successo di Siham Hilali nei 1500 metri in 4’04”06 sui 1500 della marocchina Siham Hilali, seconda sugli 800 alle spalle della connazionale di Malika Akkaoui (2’00”72), il record nazionale serbo dei 400 ostacoli di Emir Bekric con 48”83 e il 14.48 della greca Athanasia Perra nel salto triplo e il buon 8’14”05 del marocchino Amad Benyahia nei 3000 siepi maschili

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video