DRAISCI E GIORGI D’ORO AI GIOCHI DEL MEDITERRANEO



Ilenia Draisci
oro a Mersin 2013
(Fonte Colombo/Fidal)
L?italia dell’atletica ha portato a quota dieci il numero delle medaglie ai Giochi del Mediaterraneo di Mersin in Turchia. Alle quattro della giornata inaugurale si sono aggiunte le sei della seconda. La lunga giornata è iniziata con l’oro della marciatrice Eleonora Giorgi (quattordicesima alle Olimpiadi di Londra a soli 21 anni) nella marcia 20 km in 1h39”13 in una giornata molto calda. Davvero un bel successo per la giovane allieva del tecnico Giovanni Perricelli.
di Diego Sampaolo

Il secondo oro è arrivato a sorpresa dalla velocista Ilenia Draisci che ha trionfato in 11”53 nella finale dei 100 metri che ha visto anche il quinto posto di Audrey Alloh in 11”67. La ventiduenne romana ha avuto la meglio al photo-finish sulla spagnola Estela Garcia Villalta, mentre il terzo posto è andato alla cipriota Artymata in 11”56.  

Lo sprint ha regalato anche il terzo posto del velocista vicentino Michael Tumi sui 100 metri in 10”25 alle spalle del francese Emanuel Biron che si è imposto nei metri finali in 10”22 per un centesimo sul turco di origini azere Ramil Gulyev. Tumi, bronzo agli Europei Indoor di Goteborg, ha realizzato il terzo miglior crono della sua carriera. Bene anche Jacques Riparelli, qinto in 10”29.

La migliore prestazione tecnica della seconda giornata é stata quella realizzata dal greco Konstantinos Baniotis che vola a 2.34. Silvano Chesani, primatista italiano indoor, ha vinto la medaglia d’argento con 2.28 e tenta poi tre prove a 2.34 (un centimetro in più rispetto al record italiano).

Manuela Gentili ha conquistato la medaglia di bronzo sui 400 ostacoli in 55”89 alle spalle delle marocchine Hayat Lambarki (55”21) e Lamia Lamhz (55”27). Ottimo miglioramento cronometrico dell’eptathleta Francesca Doveri che porta il suo personale a 56”65.

Tania Vicenzino, campionessa in carica di Pescara, è salita ancora una volta sul podio con il terzo posto con la isura di 6.38 nella gara vinta dalla greca Naktariya Panayi con 6.51.

La Turchia ha vinto due ori con due keniani naturalizzati turchi come Tanui Ozbilen sui 1500 in 3’35”09 e con Polat Arikan Kemboi in 28’17”26 nei 10000 metri che hanno visto il quarto posto di Ahmed El Mazoury, quarto in 29’59”29. 

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto