SETTE CAMPIONI OLIMPICI IN GARA AL GOLDEN SPIKE DI OSTRAVA

Yelena Isinbayeva e
il Meeting Director del meeting di
Ostrava Jan Zelezny (graf.cz)
Sette campioni olimpici di Londra 2012 saranno in gara domani sera nel rinnovatissimo Stadio Viktovice di Ostrava in occasione della 52^ edizione del Golden Spike di Ostrava, tappa di assoluto prestigio del circuito IAAF World Challenge.
di Diego Sampaolo



Il meeting si aprirà in realtà già stasera con il prologo del lancio del martello inserito nel Challenge IAAF della specialità. La gara del martello femminile che ad Ostrava ha sempre regalato grandissimi risultati tecnici si arricchiranno della presenza di Betty Heidler, campionessa mondiale a Osaka 2007 e primatista mondiale con 79.42,e Anita Wlodarczyk, campionessa mondiale di Berlino 2009 ed primatista del mondo. In questa stagione la tedesca, bronzo alle Olimpiadi di Londra, ha vinto i precedenti confronti diretti al Memorial Kusocinski di Scczecin in Polonia con la migliore prestazione mondiale dell’anno di 76.48 (76.06 per la polacca) e al Campionato Europeo per Nazioni di Gateshead di settimana scorsa con la misura di 74.31 in una giornata condizionata fortemente dal maltempo. Non meno interessante il lancio del martello maschile dove la stella annunciata sarà l’ungherese Krisztian Pars, campione olimpico a Londra e primatista mondiale stagionale con 81.02 stabilito sempre a Szczecin. L’obiettivo sarà quello di migliorare il limiti mondiali stagionali.

Gli organizzatori del meeting di Ostrava hanno dovuto rinunciare a Usain Bolt che a malincuore ha comunicato di non poter essere presente perché ha deciso di prendersi una settimana di riposo addizionale dalle gare per poter preparare i 200 metri di Parigi. Originariamente Bolt avrebbe dovuto correre la staffetta 4×100 con il suo team ma la gara è stata cancellata dal programma.”Sono dispiaciuto di dover annunciare ai miei fans di Ostrava che quest’anno non potrò venire ma prometto di essere presente per l’edizione 2014 in una gara individuale”, ha scritto Bolt.
Al posto della staffetta il piatto forte della velocità sarà rappresentato dai 100 metri con Asafa Powell che cercherà di riscattare il settimo posto ai Trials Giamaicani e l’eliminazione dai Mondiali di Mosca. Powell, vincitore a Ostrava nel 2005 in 9”85 sotto il diluvio, avrà come avversari più pericolosi il francese Jimmy Vicaut, terzo al Golden Gala con il suo record di 10”02, e il campione del mondo juniores Adam Gemili, che in questa stagione ha corso i 200 metri in 20”30 ai Campionati Britannici Under 23.
Il meeting che ogni anno richiama il tutto esaurito nel piccolo stadio Viktovice sarà una vera parata di stelle che non faranno certo rimpiangere l’assenza del campione giamaicano, che ha gareggiato  in questo meeting nel 2006 e ininterrottamente dal 2008 al 2012. Il meeting ha preso un posto speciale nel cuore degli appassionati di atletica per lo spettacolo che i campioni hanno sempre saputo offrire davanti ad un pubblico come sempre caloroso e competente che fa sentire i propri beniamini come a casa. Non a caso la rivista tedesca Leichtathletik ha definito Ostrava la “Zurigo dell’Est”.
La stella del meeting sarà Kirani James, campione del mondo e olimpico dei 400 metri. Per la giovane stella di Grenada sarà un ritorno nella città della Moravia dove debuttò da quattordicenne ai Mondiali allievi del 2007. James ha ammesso di aver fatto fatica a riconoscere lo stadio che ha subito profondi cambiamenti.
“Ho un ricordo fantastico di Ostrava, la città che ha lanciato la mia carriera internazionale. Lo stadio mi è apparso completamente diverso da quello dove gareggiai quando avevo ancora 14 anni”, ha detto James.
L’obiettivo di Kirani James è battere il record del meeting detenuto dal meeting El Caballo Alberto Juantorena che nel 1976 corse in 44”70.L’unica incognita è il maltempo previsto per Giovedì sera.
“Tanti atleti di grande livello come Jeremy Wariner e Lashawn Merritt hanno provato a battere questo record ma senza riuscirci”, ha detto Alfons Juck, meeting manager del Golden Spike.
Oltre a James il cast offrirà per il pubblico di casa la presenza dell’atleta di casa Pavel Maslak, campione europeo indoor e outdoor.
Un altro atleta che farà il suo ritorno in Repubblica Ceca é Kenenisa Bekele che qui stabilì il record del mondo dei 10000 metri nel 2004 con 26’20”21 (battuto l’anno dopo a Bruxelles). Kenenisa dovrà vedersela con il giovane connazionale Muktar Edris, campione del mondo juniores sui 5000 nel 2012 a Barcellona e vincitore al Campaccio e alla Cinque Mulini e bronzo ai Mondiali Juniores di cross nell’inverno 2013.
La connazionale Tirunesh Dibaba inseguirà il suo record del meeting stabilito nel 2008 con 31’03”37.
Un altro record della manifestazione potrebbe cadere nei 100 ostacoli dove la campionessa del mondo e olimpica Sally Pearson potrebbe attaccare il primato dello stadio (12”65) detenuto da Grazyna Rabszyn con 12”65, tempo eguagliato da Brigittte Foster Hylton nel 2003 e da Tiffany Porter lo scorso anno. La campionessa australiana torna alle gare dopo un infortunio che l’ha tenuta lontana dalle gare ad inizio stagione. “Ho sempre sentito parlare di questo meeting ma non sapevo dove fosse Ostrava. Da quando vidi Dayron Robles battere il record mondiale in televisione, mi sono innamorata di questo meeting. So che Usain Bolt ha gareggiato tante volte a Ostrava e sono eccitata di poter gareggiare per la prima volta in questo meeting”, ha detto la Pearson.
L’australiana, campionessa delmondo a Daegu in 12”28 e campionessa olimpica a Londra in 12”35, avrà come avversarie più pericolose la britannica Tiffany Porter, vincitrice Domenica scorsa al Campionato Europeo per nazioni di Gatesheadin 12”62 con vento a favore ma in una giornata avversata dal maltempo.
Ci sarà tanta attesa per le due gare di salto con l’asta. Nella gara femminile Yelena Isinbayeva tornerà sulla pedana di Ostrava sei anni dopo la sua prima apparizione al Golden Spike. La razina non avrà vita facile contro la cubana Yarisley Silva che in questa stagione ha superato la quota di 4.90 almeeting di Hengelo diventando la terza saltatrice della storia dopo la Isinbayeva e Jenn Stuczynski. L’obiettivo sarà battere il record del meeting di 4.83 detenuto da Stacy Dragila che nel 2004 stabilì in questo stadio il record del mondo.
Yelena Isinbayeva ha annunciato i suoi piani per il futuro. “Dipende da come andranno i Mondiali ma l’anno prossimo vorrei prendermi un anno di pausa e mettere su famiglia. Non sono più giovane. Vorrei arrivare fino a Rio de Janeiro 2016. Sto bene. Mi sono ripresa bene dall’infortunio al meeting di Shanghai. Il mio allenatore ha detto che in allenamento ho superato 5.11. Per me è normale raggiungere quelle misure ma non dovrebbe dirlo ad alta voce…”, ha detto la Isinbayeva.
Renaud Lavillenie tornerà ad Ostrava dove lo scorso anno si impose con il record del meeting di 5.90 che cercherà di battere domani sera contro i suoi tradizionali avversari Bjorn Otto e Raphael Holzdeppe, argento e bronzo alle Olimpiadi di Londra.
Il pubblico di casa tributerà un forte applauso al campione europeo del giavellotto Viteszlav Vezely che in questa stagione ha già lanciato a 86.94 al meeting di Praga. Vezely avrà un compito molto impegnativo contro il giovane russo Dimitri Tarabin, vincitore a Gateshead Domenica scorsa con l’eccellente misura di 85.99m, e l’ucraino Aleksander Pyanytsa, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra.
Un’altra beniamina del pubblico ceco sarà la quattrocentista ad ostacoli Zuzana Hejnova, che dopo la medaglia di brozno alle Olimpiadi di Londra sta vivendo un 2013 da assoluta protagonista nella Diamond League con vittorie a Shanghai, Eugene e Oslo.
Sulla pedana del lancio del disco sarà spettacolo tra il campione olimpico e mondiale Robert Harting e il campione europeo di Barcellona Piotr Malachowski che in questa stagione ha spezzato la lunga imbattibilità del gigante tedesco a Hengelo con un lancio fantastico da 71.54. Harting si è però preso la rivincita in occasione della vittoria al Campionato Europeo per Nazioni di Gateshead.
Il lancio del peso femminile tornerà dopo 22 anni di assenza da questo meeting e lo farà in grande stile con la campionessa olimpica e mondiale Valerie Adams. “Da questo paese sono veute tante grandi lanciatrici. Mi piacerebbe incontrare Helena Fibingerova”, ha detto la Adams.
Si preannunciano veloci anche le gare dei 3000 siepi con il campione mondiale juniores Conseslus Kipruto, grande protagonista in questa stagione con le vittorie in Diamond League a Shanghai, Eugene e Oslo e un personale stagionale di 8’01”16 (secondo tempo juniores di sempre) e Milcha Chmos, bronzo ai Mondiali di Daegu e Berlino. Kipruto ha detto in conferenza stampa di voler attaccare il record del mondo juniores (7’58”66) detenuto da Stephen Cherono.
Mohamed Aman cercherà di battere il miglior tempo dell’anno sugli 800 metri stabilito dallo statunitense Duane Solomon ai Campionati USA con 1’43”27. Grande favorita sui 1500 sarà la medaglia di bronzo olimpica Maryam Yusuf Jamal.

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video