74° NOTTURNA DI SAN GIOVANNI: IN 2500 AL VIA

Il keniano Paul Sugut della Libertas Orvieto e  la keniana Zeddi Jerop Limo dell’Atletica Castello vincono l’edizione numero 74 della Notturna di San Giovanni, il primo evento delle celebrazioni per il santo patrono di Firenze, organizzata da Firenze Marathon. Da Piazza Duomo in una serata dal clima ideale (23 gradi al momento del via), con una brezza fresca che aveva mitigato la città di Firenze già dalla vigilia, sono partiti oltre 2500 podisti, sfondando la barriera dei 2300 dell’anno scorso.

Praticamente esauriti già dalla vigilia i 2000 pettorali previsti per la competitiva più i 500 per la non competitiva (tanto che gli organizzatori sono stati costretti a chiudere le iscrizioni on line già nella mattinata di venerdì). Il via è stato dato da Giancarlo Romiti, presidente del Comitato organizzatore di Firenze Marathon. Sul palco per le premiazioni finali invece Eugenio Giani, delegato provinciale del Coni. In migliaia tra appassionati e turisti erano assiepati alle transenne, a fare il tifo lungo il percorso, tutto nel centro storico.

LA GARA MASCHILE
A vincere in campo maschile il keniano Paul Sugut col tempo di 28’38, secondo miglior tempo di sempre, non lontanissimo dal record della gara, 28’30 stabilito nel 1991 da Luca Panichi. Al secondo posto in 29’59” il ruandese Jean Baptiste Simukeka, secondo anche lo scorso anno, che ha preceduto il connazionale Sylvain Rukundo che ha chiuso in 30’31”.
I tre si erano involati sin dall’inizio. Poi Rukundo rimaneva distanziato a un paio doi cjiolometroi dal traguardo e nella volata lunga finale era il keniano che la spuntava.
Quarto Joachim Nishimirimana, burundiano naturalizzato italiano dell’Atletica Casone Noceto in 31’29”. Quinto Maurizio Cito,il senese dell’Atletica Futura di Figline, primo degli italiani, che ha preceduto  il compagno di squadra Abdelilah Dakchoune.
LA GARA FEMMINILE
Tra le donne a raccogliere lo scettro di Gloria Marconi, che aveva vinto questa gara per undici volte complessivamente e quattro volte consecutive nelle ultime quattro edizioni è stata la keniana Limo, mai in discussione la sua vittoria, sempre in testa da sola, sin dall’inizio. Ha chiuso col tempo di 34’42”, quindicesima assoluta. Seconda Giulia Francario dell’Esercito in 34’54”, poi Anna Spagnoli, anche lei dell’Atletica Futura, in 36’41 a precedere Denise Cavallini del Lammari e la pratese Tiziana Gianotti del Team Cellfood.
I VETERANI
Tra gli Over 50 vince, come lo scorso anno, Ridha Bouzid della Nuova Atletica Lastra, 30esimo assoluto in 36’04”, dopo aver preceduto Antonio Camerata dell’Atletica Signa (36’37”) e Egidio Presenti del GS Reale (40’03”).
SOCIETA’
La classifica per società per numero di partecipanti è andata al G.S. Maiano con 72 iscritti, davanti a Le Panche Castelquarto (57), Il Ponte Scandicci (37), Atletica Signa (35), G.S. Il Fiorino (32), Runners Barberino (21), Atletica Castello (19), La Galla Pontedera (18), poi La Nave, Isolotto, Cral Nuovo Pignone, tutte con 17.
Ora per lo staff organizzativo di Firenze Marathon e per i podisti tutti adesso comincia il vero e proprio conto alla rovescia verso l’edizione del trentennale della maratona di Firenze in programma il prossimo 24 novembre. Tappa di passaggio l’organizzazione tecnica del prossimo Corri La Vita, la manifestazione benefica in programma il 13 ottobre.

Oggi, sabato 22  giugno 2013

MANCANO 156 giorni all’edizione del Trentennale della Firenze Marathon

Lascia un commento

Freelifenergy
Periodizzazione dell’allenamento e gestione del periodo di off season, anche nell’alimentazione: ecco cosa devi sapere!
Lo sport è scienza con equipeenervit.com
I vantaggi della capillarizzazione nello sport
#pastaparty
Runtoday VIP/Huawei Venicemarathon è con Maria Colantuono
#pastaparty è con Jhay per Huawei Venicemarathon Runtoday VIP
Stefano Baldini, 15 anni fa l’ORO olimpico ad Atene. Video