4PR, 18 SETTIMANE E 1 MEZZA MARATONA: HA INIZIO LA SFIDA

Un venerdì pomeriggio relativamente tranquillo in ufficio, il weekend alle porte, la bella stagione che sta per arrivare, la voglia di lanciarsi in attività all’aria aperta e scatta l’idea: «Perché non ci iscriviamo alla Mezza di Bergamo? E poi è casa nostra…».
Poteva essere una di quelle cose che si dicono tanto per, ma se lavori in LDL COMunicazione, ufficio stampa che si occupa di eventi sportivi e brand outdoor, con lo sport nel DNA, difficilmente può cadere nel vuoto.

È così che l’idea di passare dall’altra parte della barricata, dal raccontare gli eventi al viverli direttamente in prima persona scatena gli animi di quattro giovani “pierre” (così si chiamano coloro che lavorano nel mondo delle pubbliche relazioni) dando vita alle FUORI SERIE, un nome che la dice lunga sulle caratteristiche del team: «La voglia di metterci alla prova, un nuovo obiettivo da raggiungere, un po’ di wellness che non fa mai male e … un tocco di sana follia» qu este le motivazioni delle aspiranti runner!
L’appuntamento è con la Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo” del prossimo 29 settembre: mancano solo 130 giorni, e il count-down sulle scrivanie delle quattro aspiranti runner è già scattato.
La vita d’ufficio contro 21,097 chilometri.
La corsa è stata definita come lo sport più democratico del mondo, ma preparare una mezza maratona partendo dalla scrivania dell’ufficio può essere più complicato del previsto, non impossibile, ed è proprio questo alla base della sfida delle FUORI SERIE.
Districarsi tra i mille impegni della vita quotidiana extra lavoro, come casa, famiglia, amici, spesa, tintoria, estetista e incastrare gli allenamenti, vincendo la pigrizia e la stanchezza, con un obiettivo in testa, percorrere i 21,097 chilometri della Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo”.
Un coach d’eccezione.
Ma non saranno sole le quattro pr-runner, perché  nel loro progetto saranno supportate dal quattro volte campione italiano di maratona, Migidio Bourifa , che attraverso sessioni di allenamento mirate le introdurrà nel magico mondo della corsa: fiato corto, acido lattico, dolori muscolari, sudore, tabelle di allenamento ma anche tante soddisfazioni!
Ma non solo, la preparazione sarà “social”: facebook , twitter , youtube, Instagram, Google+ e un blog http://lefuoriserie.wordpress.com , questi i canali che le FUORI SERIE utilizzeranno per gli aggiornamenti degli allenamenti nella strada che le condurrà al 29 settembre 2013, alla linea di partenza in Città Alta della prima edizione della Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo”.
Ma non saranno sole
Nel loro “folle” progetto, le FUORI SERIE non saranno sole. Infatti le quattro neorunner saranno affiancate da una attività di coaching sviluppata da Manuela Prestipino fondatrice di Madigalia con una lunga esperienza in, come recita il claim, Skills Coaching e Career Management. Il gruppo di a tlete lavorerà su alcuni aspetti della sfida che inevitabilmente avranno risvolti anche sul fronte professionale. In particolare l’intervento della dr.ssa Prestipino verterà sulla determinazione realizzativa del lavoro e dell’allenamento verso l’obiettivo prescelto, sulla resilienza, cioè la capacità di gestire stress, difficoltà, impedimenti, imprevisti e sulla capacità di visione, ovvero di proiettarsi in un futuro in cui l’obiettivo è realizzato (e trarre da questo stato mentale energie buone per procedere nella sfida). Il progetto di coaching delle FUORI SERIE prenderà corpo sotto la supervisione della società UP Soluzioni di Sviluppo di Manuel Salvi.
Non solo corsa
Il team FUORI SERIE ha deciso di correre anche nel segno della solidarietà scegliendo l’associazione Angelman, nata in Lombardia per soste nere la ricerca scientifica sulla Sindrome di Angelman, una malattia genetica rara che si manifesta nei bambini a pochi mesi dalla nascita e che comporta gravi disabilita motorie e cognitive.
Grazie a…
Si, grazie a chi ha creduto in questo piccolo progetto che vuole dimostrare come in fondo lo sport possa essere parte della nostra quotidianità e, una volta ogni tanto, anche oggetto di un progetto ambizioso. Grazie a Friesian Team per aver accolto le quattro pr, grazie a Garmin per averle dotate di un GPS da polso (un Forerunner 210 che monitorerà ogni singolo battito cardiaco), grazie a Li-Ning che ancora pochi conoscono ma che ha messo le scarpe ai piedi olimpici di Yelena Isimbaieva e Asafa Powel, grazie a Agisko che consentirà il reintegro dei sali e delle energie spese negli allenamenti, grazie a Salice che nelle giornate di sole proteggerà i loro occhi.
Chi sono
LAURA, 29 anni, ama viaggiare, guardare film, suonare la chitarra, correre e mangiare cioccolato (prima e dopo la corsa!). Ha vissuto per anni in Inghilterra ed è tornata di recente a vivere a Bergamo, la sua città natale. Da poco entrata a far parte del mondo LDL è stata subito catapultata nella sfida. E ha subito iniziato a macinare chilometri!
ALICE, 30 anni, nasce e cresce vicino alla sponda bergamasca del lago d’Iseo. Da sempre amante della vita all’aria aperta grazie al contatto diretto con il mondo dello sport inizia a correre in modo più continuativo, il running la aiuta a mantenersi in forma ma soprattutto a scaricare la tensione che a volte si crea in questo lavoro. Le piace uscire, divertirsi ma sul lavoro è seria e precisa, a volte pure troppo! Il suo soprannome? Scattina…vi lasciamo immaginare il perché!
ILARIA, 29 anni, di Rivolta d’Adda ma bergamasca “d’adozione”. Solitamente i chilometri li macina solo quando va a far compere per le vie del centro: per lei non esistevano scarpe che fossero diverse da sneakers, ballerine e “open toe” tacco 12. Sognatrice e a volte introversa, considera la sua testardaggine uno dei suoi più grandi pregi. Creativa e dinamica, ama la musica, viaggiare e naturalmente lo shopping.

MIRELLA,49 anni suonati, moglie di Carlo Brena fondatore di LDL COMunicazione, mamma di due adolescenti che la definiscono tuttofare. Ama chiacchierare ed è anche un’ottima ascoltatrice e spesso offre la sua spalla su cui poter piangere. A volte indecisa e imprecisa, vive nel “caos” ma ha tutto sotto controllo. Spesso e volentieri inforca la bici e le sneakers per andare in ufficio. Ha sempre amato correre ma non è costante. Non era stata presa in considerazione in questa sfida e appunto per questo motivo vuole sfidare le più giovani del team.

Lascia un commento

Attualità Cross Eventi Interviste&Personaggi Trail Ultramaratona
Il 17 dicembre corri con Timing Data Service
E’ tutto pronto per l’11° Allenamento di Natale
Road to Reggio Emilia: i top runner al via della maratona
Abbigliamento Accessori Calzature
Le calze a righe di Sara Dossena a NY? Ecco dove le puoi comprare
SCOPRI FOCUS E PHOTOCROMATIC, LE LENTI RETINA SHIELD DI SZIOLS
Con le 361° Stratomic…vado un grado oltre