MEZZA MARATONA DEI MILLE: IL SOPRALLUOGO CON MIGIDIO BOURIFA

Saranno 21 chilometri e una manciata di metri, come tutte le mezze maratone del mondo, ma quella di Bergamo avrà una particolarità in più: un tracciato nella storia. Tutti conoscono la doppia anima della città orobica: quella moderna e contemporanea di Bergamo “bassa” e quella storica e secolare di Città Alta. E sarà proprio da qui che domenica 29 settembre scatterà la prima edizione della Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo”.


A disegnare il tracciato uno che se ne intende, Migidio Bourifa, il podista bergamasco che in bacheca vanta quattro titoli italiani di maratona e tre partecipazioni a Campionati Mondiali.
«Abbiamo deciso di far partire la gara da un luogo storico per i bergamaschi, la Fara, e da qui entrare nel cuore di Città Alta, ovvero Piazza Vecchia – ha commentato Migidio – per offrire a tutti un tuffo nella storia e un’emozione unica».
Usciti dal dedalo di vie di Città Alta i podisti approderanno in Colle Aperto e da qui inizieranno la lunga discesa sulle Mura Venete fino a Porta Sant’Agostino (dopo tre chilometri dal via) per  entrare nel percorso della città bassa.
«A questo punto si scenderà lungo il viale che porta nel centro di Bergamo – ha proseguito Migidio – e i podisti troveranno lunghi rettilinei dove scaricare tutti i propri cavalli, e transitare nei luoghi più frequentati della città». Tra questi si lambirà la Rotonda dei Mille con la statua di Giuseppe Garibaldi, e poi via 24 Maggio. Al termine di via Broseta i concorrenti affronteranno un lungo  tratto della pista ciclabile che conduce al Polaresco, per poi rientrare in città at  traverso la Briantea e via Carducci.
«Naturalmente non potevamo tagliar fuori il centro di Bergamo» sottolinea il 43enne runner bergamasco. Il cuore della città, infatti, verrà attraversato la prima volta lungo via XX Settembre, il luogo dello shopping bergamasco e da qui si attraverserà Porta Nuova con i suoi propilei, considerati il “vero centro” di Bergamo. Il percorso condurrà i partecipanti in direzione della stazione dei treni con un giro di boa intorno al chilometro 14. «Questa andata e ritorno ci consentirà di aggiuntare la distanza dei 21,097 chilometri durante l’omologazione del tracciato» ha sottolineato Bourifa.
Ritornati in Porta Nuova i runner svoltano a destra per risalire la parte nord della città che li porterà dapprima a transitare sotto gli spalti dello Stadio Comunale “Azzurri d’Italia” e poi nei pressi del Palazzetto dello Sport. Ancora un chilometro ed ecco il Sentierone dove è posto il traguardo.
«Qui sarà allestito tutto il quartier generale della prima edizione della Mezza Maratona dei Mille “Città di Bergamo” – ha aggiunto Giovanni Bettineschi, presidente di Promoeventi Sport a capo dell’organizzazione – e stiamo lavorando sugli aspetti logistici legati al trasporto dei concorrenti, prima del via e al termine della gara, tra la zona d’arrivo e la partenza in Città Alta».
Un percorso emozionante, panoramico, veloce e amico anche dei sostenitori. Perché? «Il tracciato così disegnato consentirà ai tifosi e ai parenti dei concorrenti di vedere i propri atleti più volte semplicemente spostandosi di poche centinaia di metri da un punto all’altro del tracciato» racconta soddisfatto Migidio, consapevole che le corse podistiche amatoriali portano con sé un numero considerevoli di accompagnatori.
Per ulteriori informazioni: www.lamezzadibergamo.it






Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto