IRONMAN 70.3 ITALY-PESCARA: I NEOFITI REALIZZANO IL LORO SOGNO di IGNAZIO ANTONACCI

Cari amici, 

rientrato da Pescara dopo un week end intenso cerco di far ritornare alla mente quanto di bello e intenso è stato vissuto dal gruppo Neofiti IronMan 70.3 , dopo mesi e mesi di preparazione, precisamente dal 9 Dicembre al 9 Giugno, i ragazzi hanno raggiunto ( e direi superato ) il loro sogno , diventare : FINISHER IRONMAN 70.3 ITALY !



Come sempre in questi momenti mi diventa difficile riuscire con le parole a esprimere la grande gioia per l’impresa che i ragazzi hanno raggiunto , dopo mesi di preparazione, non senza difficoltà , sono riuscite a conquistare il loro sogno, diventare Finisher IronMan 70.3 Italy … Ci dispiace solo dell’assenza di Sandro che purtroppo per motivi famigliari è stato costretto ad abbandare il gruppo alla vigilia dell’evento, sono convinto che si rifarà appena possibile. Forza Sandro!

LA GARA
La gara IronMan 70.3 Italy era in programma a Pescara domenica 9 Giugno ore 12.00 la partenza , una delle 7 partenze previste come segue:
PRO SILVER – F18-F70 PINK – 12.00
M50-M70 RED  –  M18-M29 ELECTR BLU 12.10
M30 BLACK – 12.20
M35  YELLOW – 12.30
M45 LIGHT BLUE 12.40
M40 12:50 GREEN
Relay Team 13:00 ORANGE

Il meteo prevedeva inizialmente tempo meraviglioso , ma poi si è rivelato molto cangiante durante l’arco della gara, in mattinata c’era sole , poi man mano si è alzato un leggero vento di scirocco che ha condizionato leggermente la frazione di Nuoto. Alle 12.00 , nella prima partenza le onde non creavano ancora disagi, ma col passare del tempo , soprattutto a largo e soprattutto per buona parte della frazione di Nuoto , il vento ha soffiato contrario al senso di nuotata ! Per i nuotatori più bravi sicuramente non fa molta differenza, ma per gente normale, per i Neofiti (me compreso) come il nostro gruppo qualche disagio maggiore lo creava! I ragazzi si sono presentati ai nastri di partenza belli carichi , e al tempo stesso consapevoli delle proprie potenzialità, del lavoro svolto, e della consapevolezza che il gruppo avrebbe fatto la differenza aiutandosi uno con l’altro… Pronti via , tutti in mare a nuotare me compreso, bracciata dopo bracciata, tutti quanti sono arrivati alla zona cambio dopo aver superato la prima frazione di Nuoto di 1900mt!

Dopo il Nuoto, il tempo ha iniziato a cambiare , il sole era nascosto dalle nuvole, sembrava che minacciasse pioggia proprio quando ci si stava incamminando verso la seconda frazione di ciclismo con i suoi 90km misti collinari, pianura, e discese ! Il percorso bike da Pescara si dirigeva verso l’interno collinare, ove dopo un tratto di pianura sull’asse attrezzato , si iniziava a salire con un primo momento di difficoltà e fatica del percorso ! Durante tutta la gara si alternavano momenti di “relax” in pianura, qualche discesa , a momenti di fatica pura con le belle salite di Pianella, Cepagatti e Nocciano , il tutto molto gestibile per chi non aveva faticato molto al Nuoto, ma per i ragazzi Neofiti le asparità erano da mettere in preventivo in ogni momento della gara. Anche se aver visionato il percorso qualche settimana fa, gli ha permesso di essere pronti mentalmente sulle difficoltà del percorso Ciclistico ! Durante la frazione ciclistica come previsto abbiamo beccato qualche goccia di pioggia, niente di preoccupante, ma comunque fastidiosa insieme al vento che a volte era a favore e a volte contrario al senso di marcia…

Terminata la Frazione di Ciclismo , i ragazzi si accingevano a percorrere la loro Mezza Maratona che li avrebbe portati a tagliare la Finish Line. Mentre incontravo i ragazzi sul percorso bike speravo che tutto stesse andando per il verso giusto, salutandoli e incitandoli cercavo di captare il loro stato d’animo e sensazione di fatica percepita! Dal saluto di Luca e Massimo ho percepito che la gara per loro stava andando nel verso giusto ed ero contento per loro!
Il percorso Run non presentava delle asparità se non le molte curve (ben 12 ) presenti sul percorso, in quanto erano 4 giri da 5km500mt circa !

E’ stato in questo momento, in questa frazione che ho potuto toccare con la mano la fatica che i ragazzi Neofiti stessero percendo, in quanto ci incontravamo sul percorso running, ci incoraggiavamo uno con l’altro! Il fatto che ogni tanto li notavo a camminare non mi ha preoccupato per niente e non pensavo mai che non ce l’avrebbero fatta. Sapevo che quel momento di cammino serviva per rigenerarsi , meditare, pensare ai sacrifici fatti durante la preparazione e a ritrovare quindi energie per ripartire… Incontrare Daniel, Loris, Vito, Mirko, Luca , Massimo , Massimo per me era fonte di grande gioia e di consapevolezza che con lo Staff (Claudia, Fabio, Walter) avevamo svolto un buon lavoro fin ad allora e chilometro dopo chilometro ero sempre più consapevole del loro successo. Dopo aver raggiunto la mia Finish Line e diventato Finisher IronMan 70.3 Italy – Pescara, ho atteso con pazienza e grande ammirazione tutti i ragazzi che continuavano a correre… Vito, Daniel, Mirko, Massimo, Luca, e nel frattempo cercavo di rassicurarmi che gli altri fossero arrivati bene!
Le risposte erano confortanti, poi incontrarli di persona dopo il traguardo con la loro medaglia e il sorriso sulle labbra mi ha riempito di gioia , ancor più della mia conquistata Finish Line! Km dopo Km anche Mirko, Massimo e Luca si accingevano a conquistare il loro sogno Finisher IronMan 70.3 Italy!
Una volta avuta la certezza che tutti i ragazzi Neofi fossero arrivato , mi sono incamminato lentamente verso l’Hotel e meditanto sulla grande impresa raggiunta da tutti i ragazzi Neofiti! Bravissimi! Grande merito va a tutti loro che si sono impegnati tantissimo in questi 5 mesi di preparazione, nonostante gli impegni di lavoro , famiglia , vita quotidiana in genere. Una volta arrivato in Hotel ho avuto un ulteriore bella notizia che Elisa era arrivata 2^classificata della sua categoria ( 30-35) vincendo la Slot per Las Vegas ove ci sarà il Campionato del Mondo 70.3 a Settembre ! Un plauso e un abbraccio va a Elisa da parte di tutto il gruppo di amici Neofiti! Brava!

Cosa dire? Penso che meglio di cos’ì non potesse andare 11 Finisher IronMan 70.3 di cui Elisa a vinto anche la SLOT per partecipare ai Campionati Mondiali 70.3 di Las Vegas! Grazie a tutti i ragazzi che mi hanno vivere un week end fantastico, emozionante, divertente che rimarrà indelebile nella mia mente e penso anche nella loro mente! Spero che questo obiettivo IronMan 70.3 Italy sia solo un primo passo verso la pratica della multidisciplina e che i ragazzi si prefiggano obiettivi sempre più ambiziosi nel rispetto della loro Vita quotidiana alla ricerca del proprio benessere !

I RISULTATI
Di seguito vi presento i risultati dei ragazzi Neofiti, premesso che a noi non interessava il tempo finale , ma era importante arrivare alla fine, ecco i risultati giusto per una conferma della realizzazione del loro sogno Finisher IronMan

Elisa 5h32’56

Swim: 43:43
Bike: 2:56:38
Run: 1:43:16
Overall: 5:32:56

Loris 5h33’16

Swim: 42:21
Bike: 2:57:23
Run: 1:44:17
Overall: 5:33:16

Gianluca 5h39’33

Swim: 51:41
Bike: 2:54:15
Run: 1:45:24
Overall: 5:39:33
Fabio 5h51’26
Swim: 39:49
Bike: 3:08:30
Run: 1:51:38
Overall: 5:51:26
Massimo Sabbatini 6h00
Swim: 47:22
Bike: 3:11:24
Run: 1:47:05
Overall: 6:00:02
Luca 7h43’32
Swim: 58:53
Bike: 3:45:45
Run: 2:24:39
Overall: 7:43:32
Vito 6h34’42
Swim: 49:20
Bike: 3:18:41
Run: 2:11:18
Overall: 6:34:42
Daniel 7h16’49
Swim: 1:01:40
Bike: 3:24:55
Run: 2:37:28
Overall: 7:16:49
Mirko 7h12’18
Swim: 45:37
Bike: 3:14:47
Run: 2:58:27
Overall: 7:12:58
Massimo Petrungaro 7h34′
Swim: 1:00:59
Bike: 3:57:53
Run: 2:14:36
Overall: 7:34:58


Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno creduto e appoggiato il progetto Neofiti IronMan 70.3 Italy – Pescara, dallo Staff Tecnico che ha collaborato per la realizzazione da Claudia Gnuni tecnico Nuoto, Fabio Rastelli Fisiologo , Walter D’Incecco Tecnico Bike , a tutti i partner e sponsor tecnici :
L’organizzazione di WECAN  IRONMAN 70.3 Italy
Vorrei inoltre ringraziare Vito Napoletano e Francesco Scire due amici e fotografi ufficiali del Progetto Neofiti IronMan che mi hanno concesso la pubblicazione di queste foto ! Grazie a tutti!

Lascia un commento

Freelifenergy
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
Carbo load: tra verità e leggenda
Marco Zanchi e Franco Zanotti: Team Freelifenergy per la Monza-Montevecchia EcoTrail
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto