WORLD CHALLENGE A RABAT: LEMAITRE BATTE GATLIN – BRAVO CHESANI



Christophe Lemaitre ha battuto a sorpresa Justin Gatlin al meeting IAAF World Challenge di Rabat correndo in 9”98 con un vento irregolare di +2.9m/s. Lo statunitense, che solo tre giorni fa aveva battuto Usain Bolt al Golden Gala di Roma, ha chiuso in seconda posizionein 10”02 perdendo così l’imbattibilità stagionale dopo le vittorie di Doha, Pechino, Eugene e Roma. Kim Collins, già brillante protagonista al Golden Gala, si è classificato terzo in 10”10.
di Diego Sampaolo

Lemaitre ha confermato il suo buon momento di forma dopo che settimana scorsa aveva fermato il cronometro in 20”17 sui 200 al meeting di Montreuil.

In chiave italiana va sottolineata la bella prova di Silvano Chesani che supera 2.28 al terzo tentativo dopo che aveva centrato tutte le altezze da 2.15 a 2.25 sempre alla prima prova. L’ucraino Bogdan Bondarenko, vincitore della prima tappa della Diamond League a Doha con 2.33, ha vinto a pari misura con il poliziotto trentino ma ha vinto in virtù di un tentativo a 2.28 alla prima prova. Nel tentativo di superare Bondarenko Chesani ha fatto mettere l’asticella a 2.34, quota del nuovo record italiano ma senza riuscirci. Chesani si conferma a buoni livelli dopo il 2.31di settimana scorsa a Modena.

Mohamed Aman ha vinto ancora dopo Roma correndo li 800 in 1’44”37 precedendo lo statunitense Duane Solomon (1’55”91). Fouad El Kaam del Marocco si è imposto in 3’34”67 davanti al tedesco Carsten Schlangn (3’35”07).

Sui 100 femminili la giamaicana Kerron Stewart ha conquistato il successo in 11”24 precedendo Zhang Milama del Gabon (11”29), Tori Bowie (11”31) e la tedesca Verena Sailer (11”33).
Yohan Kowal ha debuttato sui 3000 siepi vincendo in un ottimo 8’12”53. Il bronzo olimpico Thomas Longosiwa ha fatto suoi i 5000 in 13’03”58. La keniana Hellen Obiri, vincitrice a Eugene ha avuto lameglio sui 1500 in 4’03”55. Vittoria di misura dell’etiope di Hiwot Ayalew sui 3000 siepi in 9’18”72 davanti alla primatista stagionale Lydia Chepkurui (9’18”77)

Il resto del meeting ha fatto registrare le vittorie spagnole di Eusebio Caceres, 8.22 nel salto in lungo,e Mario Pesatno, 65.79 nel disco.   

Lascia un commento

Freelifenergy
Carbo load: tra verità e leggenda
Marco Zanchi e Franco Zanotti: Team Freelifenergy per la Monza-Montevecchia EcoTrail
KARBO GEL è la novità di Freelifenergy
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto