CLAMOROSO 12″39 SUI 100 OSTACOLI DI BRIANNA ROLLINS AI CAMPIONATI NCAA DI EUGENE

I Campionati Universitari statunitensi NCAA sono da sempre una fucina di grandi campioni del futuro e anche quest’anno hanno fatto registrare prestazioni clamorose.
di Diego Sampaolo

La prestazione da copertina dell’edizione 2013 svoltasi a Eugene nell’Oregon è stata realizzata da Brianna Rollins che ha fermato il cronometro in 12”39 nei 100 ostacoli, quarta migliore prestazione all-time statunitense dopo Gail Devers (12”33), Joanna Hayes (12”37) e Dawn Harper Nelson (12”37). La Rollins, che ha fermato il cronometro in 12”47 in semifinale, ha stabilito la migliore prestazione all-time per un’atleta al di sotto dei 23 anni ed è scesa di un centesimo di secondo al di sotto del record NCAA detenuto da Virginia “Ginnie” Crawford che corse in 12”48 nel 2004. La Rollins ha realizzato la doppietta avendo vinto anche i 60 ostacoli agli NCAA Indoor.
Al secondo posto in 12”79 si è classificata Kori Castlin che ha vinto la finale dei 400 ostacoli in 53”21, miglior tempo mondiale dell’anno, sesta prestazione di tutti i tempi a livello statunitense e record NCAA migliorato rispetto al precedente 53”54 della statunitense Sheena Johnson. La finalista olimpica Georganne Moline si é classificata seconda in 53”72.
L’ex campione del mondo juniores Wayne Davis, che ora rappresenta Trinided and Tobago, ha stabilito con 13”14 ventoso la seconda prestazione NCAA di tutti i tempi in ogni condizione di vento dopo Renaldo Nehemiah.
English Gardner ha battuto Octavius Freeman nella finale dei 100 femminili in 10”96, terzo tempo di sempre a livello NCAA. Il vento di +3.2 ha spinto notevolmente Charles Silmon che si è imposto in 9”89 davanti a Denatrius Locke che ha fermato il cronometro in 9”91 dopo aver corso in 9”97 regolare in semifinale.
Prestazione eccellenti ma purtroppo ventose nei 200 metri di Kimberley Duncan, vincitrice sui 200 metri in 22”04 (+3.5 m/s) e di Ameer Webb, che ha fatto segnare un ottimo 20”10 con vento di +2.6 m/s.
Byshon Nellum, che nel 2008 fu gravemente ferito in una sparatoria durante una festa di Halloween nel 2008, ha conquistato il successo sui 400 metri in 44”73. Grande risultato della campionessa mondiale juniores Ashley Spencer che ha conquistato il successo sui 400 metri in 50”28 davanti all’iridata juniores nel 2010 e allieve nel 2011 Shaune Miller delle Bahamas (50”70 record centroamericano e dei Caraibi juniores).
Brigetta Barrett, vice campionessa olimpica del salto in alto a Londra 2012, ha vinto il suo sesto titolo NCAA tra indoor e outdoor superando 1.95. Il bronzo olimpico Dereck Drouin ha superato 2.34 conquistando il successo davanti all’argento Erick Kynard (2.31).

Gli altri risultati più interessanti sono stati il 18.91 di Tia Brooks, che ha fatto doppietta Indoor e Outdoor nel peso, il 64.94 del discobolo australiano Julian Wruck che ha vinto il suo secondo titolo di college e il successo di Johannes Hock nel decathlon con 8267 punti in una gara dove sei uomini hanno superato il muro degli 8000 punti

Lascia un commento

Freelifenergy
Utilizzare la menta per combattere il caldo e migliorare la performance
Come combattere il caldo e incrementare la prestazione negli sport di endurance
La Psicologia dello Sport e la teoria dei Marginal Gains
#pastaparty
#Pastaparty intervista Costantin Bostan: in stampelle sulle strade del Passatore. E non solo!
Come alimentarsi durante la preparazione ad un evento sportivo
Il video della Milano Marathon: riviviamo le emozioni in 1 minuto